Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Intelligenza Artificiale accusata di aver investito male i soldi di un tycoon

Un tycoon di Hong Kong ha denunciato una società di investimenti poiché l'Intelligenza Artificiale impiegata gli ha causato notevoli perdite.

Se un’Intelligenza Artificiale è responsabile di pessimi investimenti finanziari di chi è la responsabilità? Il tema è oggetto di una querelle legale tra uno noto tycoon di Hong Kong – che sostiene di aver perso più di 20 milioni di dollari per un software predittivo, e uno specialista italiano di fondi di investimento. Samathur Li Kin-ka, il cui padre domina nel mercato immobiliare di Chinatown, Covent Garden e Carnaby Street a Londra, nel marzo del 2017 a Dubai, pranza con il fondatore della londinese Tyndaris Investments.

Quest’ultimo tesse le lodi del suo fuoriclasse “robot” capace di gestire un remunerativo fondo speculativo. Sviluppato dall’austriaca 42.cx, K1 pare essere in grado di analizzare le informazioni che viaggiano sui media (anche social) e prevedere le azioni conseguenti degli investitori e quindi i futures azionari statunitensi. L’impiego di software per le operazioni finanziarie non è una novità, considerata soprattutto la velocità operativa, ma in questo caso la strategia è decisamente più estrema. Ad ogni modo, Samathur Li Kin-ka nei mesi seguenti si convince dell’affare soprattutto perché diverse simulazioni confermerebbero risultati eclatanti con ritorni percentuali a doppia cifra.

Il potenziale di investimento di Li è enorme: si parla di 2,5 miliardi di dollari, di cui 250 milioni personali e il resto proveniente da Citigroup. La prospettiva è di ottenere un ritorno doppio nel tempo.

I documenti di denuncia depositati dal tycoon presso il Tribunale commerciale di Londra indicano che il business basato su intelligenza artificiale è partito alla fine del 2017, ma già a febbraio 2018 la situazione si è fatta critica e il 14 in un solo giorno vengono registrate 20 milioni di perdite. Ecco arrivare quindi la decisione di staccare la spina e una denuncia che secondo il legale della presunta vittima si deve soprattutto al fatto che K1 è meno sofisticato di quanto descritto inizialmente.

Photo credit - depositphotos.com

E così Samathur Li Kin-ka ha chiesto 23 milioni di dollari di danni a Tyndaris e questa ha risposto con una contro-denuncia da 3 milioni di dollari per il mancato pagamento di commissioni. La difesa è che non è mai stata assicurata alcuna garanzia sui successi finanziari della AI.

Le parti in causa per ora non hanno preferito commentare la vicenda, ma Bloomberg che ha fatto emergere il caso ne ha approfittato per ricordare che il tema è caldissimo. Proprio a marzo Uber è riuscita a sfilarsi da una causa penale riguardante un incidente stradale che tirava in ballo l’intelligenza artificiale di un suo veicolo.

La questione di fondo, secondo il gestore di fondi Marcus Storr del Bad Homburg (Feri Trust), è che “non possiamo giudicare i codici. Per noi si tratta di giudicare le impostazioni e le capacità di ricerca”. E anche quando si tratta di chatbot automatici usati dalle aziende per vendere prodotti per l’avvocato londinese Karishma Paroha non si possono denunciare i commerciali.

“Potresti trovarti in una posizione in cui non riesci a spiegare perché hai una posizione”, ha dichiarato Anthony Todd, il co-fondatore di Aspect Capital, che sta sperimentando l’intelligenza artificiale prima di lasciare che investano i soldi dei clienti . “Una delle nostre preoccupazioni sull’applicazione delle tecniche di tipo machine learning è che stai perdendo qualche ipotesi esplicita sul comportamento del mercato”.

“È un bel pezzo di software che è stato scritto”.

Il fondatore di 42.cx, Daniel Mattes, ha confermato a Bloomberg che l’analisi del “sentimento” degli investitori avviene su basi scientifiche. “Ma io non sono un trader“, ha dichiarato.

In sintesi, solo nel 2020 si sarà quale sarà l’esito della vicenda legale, ma come ha sottolineato Storr “la falsa dichiarazione riguarda ciò che una persona ti ha detto. Cosa succede quando la vendita non è fatta da un umano?”.