Tom's Hardware Italia
e-Gov

It Taxi: l’app per prenotare 160mila taxi nel mondo

It Taxi è un'app per Android e iOS che consente ottenere un servizio taxi più immediato ed efficiente grazie alla localizzazione.

It Taxi è un app che a breve consentirà di prenotare almeno 160mila taxi nel mondo, di cui 10mila in oltre 40 città italiane.

"Con la nostra app ItTaxi è già possibile usufruire delle nostre 10.000 auto in oltre 40 città d'Italia, ma grazie alla partnership con IRU Global Taxi Network (GTN) ed eCab puntiamo ad un salto di qualità: arrivare ad una sola app per chiamare un taxi in tutto il mondo", commenta Loreno Bittarelli, presidente di Unione Radiotaxi d'Italia.

IT Taxi

IT Taxi

Ma come funziona esattamente? L'abbiamo scaricata e istallata su smartphone; esiste sia in versione Android che iOS. Si parte con l'inserimento del proprio nome e cognome, nonché numero di cellulare, che ovviamente servono per creare l'account personale. Dopodiché, una volta attivata la localizzazione, si può richiedere il taxi più vicino.

IT Taxi

Sullo schermo tutto può essere identificato tramite graziose iconcine. Per altro in fase di richiesta si può personalizzare il tipo di servizio che si desidera scegliendo magari una station wagon, una monovolume, il pagamento tramite Bancomat o carta di credito (previsto anche PayPal), etc.

Uno dei difetti probabilmente è che non consente ancora la programmazione oltre il quotidiano. Si può decidere un'ora specifica di prelievo ma solo nella giornata.

Al momento il servizio è attivo a Bari, Bergamo, Bologna, Bolzano, Brescia, Catania, Cervia, Como, Ferrara, Firenze, Fiumicino, Forlì, Genova, L’Aquila, Merano, Milano, Modena e Capri, Monza, Napoli, Palermo, Parma, Perugia, Pescara, Ravenna, Riccione, Rimini, Roma, Ronchi dei Legionari, Taranto, Torino, Trento, Trieste, Udine, Teramo e in moltissimi altri comuni minori.

IT Taxi

It Taxi è sicuramente un inizio, ma sembra che gli strumenti tecnologici che oggi mette a disposizione uno smartphone non siano sfruttati al massimo. Bello poter vedere dove si trova il taxi prenotato e anche attivare una blacklist, ma la clientela oggi è diventata più esigente. Il timore è che i taxisti non abbiano compreso.

Da riconoscere però che Unione Radiotaxi d'Italia si è dissociata con fermezza dai fatti di violenza che in alcuni casi hanno accompagnato le proteste contro Uber. "Da mesi URI è concentrata su innovazione e legalità, non su polemiche personali che non portano vantaggi a nessuno", conferma in una nota.

"Siamo convinti che i gesti ignobili e le azioni compiute non appartengano alla categoria dei tassisti, di cui facciamo parte e che siamo onorati di rappresentare. I tassisti sono persone per bene ed ancora oggi, come ieri, sono in grado di difendere il nostro lavoro e la dignità delle nostre famiglie e dei nostri figli".