e-Gov

La Nazionale italiana di Informatica conquista tre medaglie alle Olimpiadi

La cyber-Nazionale italiana torna dalle Olimpiadi di Informatica di Almaty (Kazakhstan) con una medaglia d'argento e due di bronzo. Filippo Baroni, studente del Liceo Scientifico Gandini di Lodi ha ottenuto il miglior risultato; Marco Donadoni, del Liceo Scientifico Lussana di Bergamo e Francesco Milizia, proveniente dall'Istituto Tecnico Industriale E. Majorana di Brindisi, hanno vinto le altre due.

Da rilevare che Milizia è andato nuovamente sul podio: nel 2014 aveva ottenuto una medaglia d'argento. Complimenti anche a Dario Ostuni, dell'Istituto Tecnico Industriale Cannizzaro di Rho, quarto componente della squadra.

Foto Team Olimpici
La Nazionale

"Alle Olimpiadi Internazionali di Informatica le medaglie sono assegnate secondo fasce di punteggio ottenuto complessivamente nelle prove sostenute: per questo più ragazzi possono ottenere una medaglia dello stesso metallo", spiega la nota dell'AICA, Associazione Italiana per l'Informatica ed il Calcolo Automatico.

L'Italia può essere soddisfatta del risultato soprattutto se si considera che si è battuta contro i migliori talenti del digitale, provenienti da 80 paesi

"Riconoscimenti che testimoniano capacità di altissimo livello, conquistate attraverso mesi di allenamento, sostenuto da talento personale e dal costante sostegno da parte degli insegnanti che accompagnano gli studenti nelle varie fasi delle selezioni che li portano poi a competere a livello mondiale", prosegue la nota.

In 14 anni di competizioni internazionali abbiamo ottenuto ben 40 medaglie: 2 ori, 14 argenti e 24 bronzi. Si parla di giovani studenti di età compresa tra i 14 e i 20 anni che si sfidano individualmente per trovare soluzioni a problemi complessi, realizzando algoritmi elaborati tramite un programma informatico in linguaggio Pascal, C o C++.

Ecco i problemi affrontati durante questa edizione.