Tecnologia

Le 5 più belle storie dedicate a Spider-Man

Quando hai per le mani un personaggio come Spider-Man, la cui attività editoriale va avanti ininterrottamente da oltre 50 anni, è logico sentirsi un po' spaesati se si deve stilare una lista delle storie migliori.

Ci abbiamo provato, complice la "road to Spider-Man" che sta aumentando il nostro hype nei confronti dell'uscita del gioco che, in esclusiva su PS4, ben presto arriverà sulle nostre console.

Ovviamente è plausibile che nessuna o solo alcune di queste storie saranno d'ispirazione alla trama del videogioco, che sin dalle primissime battute ha assunto le caratteristiche di un nuovo universo narrativo, raccontato da zero e fortemente influenzato dalla linea a fumetti "Ultimate", più che da quella classica. 

Vista la storia del personaggio, i suoi bellissimi 50 anni di storie, e la voglia di rendervi più curiosi verso le sue origini a fumetti, ci siamo detti che forse valeva la pena provare a offrirvi una lista o una serie di consigli alla lettura di alcune tra le migliori vicende del personaggio.

Il capitolo finale

Amazing Spider Man Vol 1 33
 

Una delle più belle storie ad opera di Steve Ditko, quella de "Il capitolo finale", è una storia molto classica a guardarla oggi, proprio perché forse fu quella che più sapientemente gettò le basi per la narrazione più classica del personaggio.

Zia May in pericolo, Peter nei guai per questioni di cuore, il peso della responsabilità sulle spalle di un eroe che fatica a far stare insieme maschera e libri di scuola.

L'angoscia del tempo che scorre, e il terrore di non riuscire a salvare i propri cari a causa sua, della maschera, dei "grandi poteri e grandi responsabilità".

La storia segna il passaggio di Peter all'età adulta, con il primo incontro tra questi e i personaggi di Gwen Stacy e Harry Osborn, entrambi a dir poco fondamentali per quella che sarà l'evoluzione psicologica del personaggio negli anni a seguire.

A dir poco spettacolari le splash page di Ditko, che nel 1965 dettò un nuovo standard per la costruzione delle tavole a fumetti, pregne mai fino ad allora di un innato dinamismo.

Una storia che oggi qualcuno definirebbe "semplice", ma che è in realtà la base di qualunque vicenda moderna dei "superoi con super-problemi" e, più in sintesi, la base di qualunque grande racconto dell'Uomo Ragno.

Spider-Man: Blue

Spider Man Blue2
 

Nel 2005 Jeph Loeb firma un contratto di esclusiva con Marvel.

L'autore è eclettico e intelligente, ed è reduce di un successo in casa DC che aveva consacrato alcune delle più belle storie dedicate a Batman agli inizi degli anni 2000.

Storie come Il Lungo Halloween, o il controverso ciclo Hush del Cavaliere Oscuro avevano solleticato non poco i lettori di fumetti americani, e Marvel si aspettava – giustamente – che l'autore americano desse il meglio di sé anche sugli eroi della casa delle idee.

Mantenendo quindi il lungo e proficuo sodalizio artistico con lo straordinario Tim Sale, Loeb dà vita ad una serie di storie, tutte caratterizzate da un colore dominante, e dedicate ai primi momenti della vita di alcuni supereroi Marvel.

Nascono così Hulk: Grigio, Capitan America: Bianco, Daredevil: Giallo e Spider-Man: Blue

cover devil2

Ogni storia si concentra sulle origini, sui primi difficoltosi anni da eroe di ognuno dei quattro protagonisti, andandosi ad incastrare intelligentemente con quanto era già noto dei relativi personaggi, senza quindi riscriverne le origini. 

Per Spidey, in particolare, si ripercorre la sua relazione d'amore con Gwen Stacy, raccontata con dolore dallo stesso Peter Parker, qui già sposato con Mary Jane, e intento a incidere un nastro audio per Gwen il giorno di San Valentino. 939d71bcf3bac7acae1b6155d25c9a3c  SX1280 QL80 TTD

Un nastro che la ragazza, ovviamente, non potrà ascoltare, essendo morta sulle pagine di "La notte in cui morì Gwen Stacy".

Blue è quindi un racconto doloroso e toccante, che guarda ad una delle più grandi tragedie del personaggio non con gli occhi della maschera bensì con quelli dell'uomo, Peter Parker, la cui vita da Spider-Man ha portato a sacrifici spesso troppo gravosi. 

Un tema certamente non inedito per il personaggio, ma qui finemente umanizzato.

Una storia dolce e amara, e forse il più bel racconto d'amore dedicato al personaggio che, pur ripensando amaramente al suo passato, si rende conto di essere quello che è grazie alle persone che gli sono state accanto, non ultima la sua incrollabile compagna di una vita: Mary Jane. 

Il bambino dentro

9788891228154 0 0 0 75J.M DeMatteis, autore profondo e psicanalitico, confeziona un ciclo di storie che si va a ricollegare direttamente al suo capolavoro, L'ultima caccia di Kraven, in cui aveva recuperato il personaggio di Vermin.
 
Il racconto è un continuo intreccio tra l'infanzia di abusi fisici subiti da Vermin da parte di suo padre e la pesante eredità di Harry Osborn che, allo stesso modo, ha vissuto da parte di suo padre un continuo abuso psicologico. 
wot bambino3
La storia racconta del confronto finale tra Harry e Peter, due ragazzi che hanno vissuto buona parte della loro giovinezza insieme, uniti da un triangolo con la bella Gwen, il cui ricordo è ancora vivido nella mente di entrambi. 
 
Carico di una tensione che culmina nelle pagine finali, in cui lo scontro tra i due è inevitabile, il racconto porterà ad un altro dei momenti toccanti della storia di Spidey. 
 
Una lunga riflessione sull'eredità paterna, sul confronto con la figura genitoriale e su quello che un uomo è disposto a fare per soddisfare le aspettative di suo padre.
 
Si va dalla discesa verso la follia di Harry, qui erede della maschera del Goblin, alla sua rivalsa verso sé stesso e verso suo padre, il cui tormentato spettro infine lo abbandona nel modo più tragico possibile. 

La notte in cui morì Gwen Stacy

ASM121041Un passaggio a dir poco fondamentale della vita del personaggio, equiparabile solo alla morte di Zio Ben che trasformò Petr Parker in Spider-Man.
 
"La notte in cui morì Gwen Stacy" è una delle storie fondamentali per la moderna formazione psicologica del personaggio.
 
Norman Osborn, nei panni del Goblin, costringe Peter ad un gioco mortale, mettendo a repentaglio la vita della sua ragazza dell'epoca, la giovane Gwen, che nonostante gli sforzi di Spidey morirà dopo una lunga caduta da un ponte.
the night gwen stacy died
La furia di Peter Parker è qui infinita, e rappresenta uno dei momenti più bui della vita del personaggio, equiparabili solo alla storia delle origini ed alla "più recente" saga Back in Black.
 
Spidey è violento, determinato ed è pronto a spargere il sangue di Osborn a prescindere che questi indossi o meno il costume da Goblin.
 
Una storia devastante, toccante, bellissima, che a lungo ha avuto ripercussioni sulla psicologia di Peter e sulla sua crescita.
 
Sarà stato Osborn a uccidere Gwen, o forse la ragnatela di Peter che ha cercato di afferrare prima della caduta? 
 
Una riflessione sulla morte, su suo significato e sulla responsabilità che divide e distingue gli eroi dai malvagi. 

L'ultima caccia di Kraven

81 gHvJYz5LAl primo posto non poteva che esserci questo: L'ultima caccia di Kraven.

Una delle storie più belle, sfaccettate e complesse dedicate all'eroe, partorita dalla penna di mostro sacro J.M DeMatteis.

L'ultima caccia di Kraven è un forte racconto psicanalitico, che esplora il lato più oscuro dell'ambizione umana per mezzo della figura di Kraven, il solerte cacciatore russo la cui massima aspirazione è stata quella di catturare e uccidere l'Uomo Ragno.

Un racconto gotico, tenebroso, affascinante che, mito vuole, era originariamente stato scritto per Batman, salvo un rifiuto da parte di DC che portò DeMatteis a proporlo in casa Marvel.

E in effetti siamo vicini a quell'esplorazione del rapporto tra carnefice e vittima che da lì ad un anno avremmo poi apprezzato proprio in una mirabile storia del Pipistrello: quello spettacolare "The Killing Joke", che in ultima analisi ci portava a interrogarci sulla linea sottile che sussiste tra sanità e follia.

kraven last hunt

Che cosa succede quando un villain raggiunge il suo scopo? Che cosa succede a chi ha vissuto per tutta la vita un'ambizione che, infine, ha ottenuto la sua massima realizzazione?

DeMatteis scrive una storia profonda, toccante, persino commovente, dedicando ad uno dei più iconici nemici di Spider-Man il suo momento di gloria, eternamente consacrata alle pagine del fumetto.

Un racconto inestimabile che tutti, anche i meno avvezzi al mondo di Spidey, dovrebbero leggere. 


Tom's Consiglia

Fan di Spider-Man? In attesa del gioco perché non dai uno sguardo alla nostra guida sulle statue da collezione?