Fotografia

Mirrorless: Tamron e Tokina sposano il micro-quattroterzi

Tamron e Tokina, due dei tre più importanti produttori indipendenti di ottiche per fotocamere, hanno annunciato il loro supporto al consorzio micro-quattroterzi, promosso da Olympus e Panasonic per definire uno standard condiviso per le loro mirrorless. 

L’annuncio segue di poco quello di Sigma, terzo attore di questo gruppo, relativo alle sue prime ottiche per il formato micro-quattroterzi.  Ma Sigma ha prodotto le sue lenti tanto per il formato micro-quattroterzi quanto per le Sony NEX, che utilizzano un sensore formato APS-C; le lenti in questione devono quindi coprire due formati e non possono dirsi specifiche per il micro-quattroterzi. L’annuncio di Tamron e Tokina è quindi, in un certo senso, ancora più importante.  

Così ci troviamo oggi di fronte a un panorama decisamente roseo per le mirrorless Olympus e Panasonic, un panorama in cui i corpi macchina dei due brand non solo possono scambiarsi ottiche tra loro, ma possono contare su tre nuovi produttori. Questo potrebbe colmare presto gran parte del divario rispetto ai corredi reflex di Canon e Nikon, finora inavvicinabili per chiunque.

Sarà interessante vedere se Tamron e Tokina inizieranno a sviluppare lenti appositamente per il formato più piccolo, garantendo i massimi vantaggi in termini di peso, dimensioni e anche – dettaglio non trascurabile – costi.

Nel frattempo, anche Astrodesign, produttore di videocamere di fascia alta, ha aderito al consorzio. Questo avrà certamente un impatto minore sul mondo della fotografia consumer, ma è un indice del consenso che il formato micro-quattroterzi sta rapidamente guadagnando.