Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Onore al Falcon 9, che diventa un monumento alto 15 piani

Fuori dalla sede di Hawthorne di SpaceX spicca il primo stadio del Falcon 9 atterrato in piedi: un monumento di 15 piani che ricorderà l'impresa storica.

Vi siete chiesti che fine fanno gli stadi dei razzi Falcon 9 recuperati da SpaceX negli atterraggi riusciti sulla piattaforma marina "Of Course I Still Love You" o a Terra? Il primo, atterrato senza danni il 21 dicembre 2015, è appena stato consegnato alla sede centrale di SpaceX, dove resterà come monumento celebrativo dell'impresa.

Sono passati otto mesi, durante i quali quel primo stadio è stato portato a Terra e restaurato, poi trasportato a destinazione a Hawthorne, California, dal Kennedy Space Center della NASA in Florida e lasciato adagiato a terra. Una posizione che non gli rendeva onore, ma del resto erigere un monumento di 15 piani di altezza (50 metri) non è un gioco da ragazzi, anche se la parte difficile è stata arrivare in piedi dallo Spazio.  0820 NEW LDN SPACEX F9 LIFT8 L

Mancano solo la fuliggine depositata all'esterno durante lo storico atterraggio, che in buona parte è stata pulita via, e i veri motori Merlin, che ormai non servono più. "È un esemplare unico. È il primo che abbiamo riportato indietro" ha commentato Elon Musk.

Tutti sono ansiosi di vedere un primo stadio riutilizzato decollare per la seconda volta, perché la promessa di SpaceX è quella di riutilizzare i primi stadi dei razzi in modo da abbattere i costi dei voli spaziali. Quindi il fatto che il primo stadio ad essere atterrato con successo non varcherà più la linea di Kármán deve essere interpretato come una delusione o un fallimento? Neanche per sogno!

0820 NEW LDN SPACEX F9 LIFT62 L

Ha un compito molto più importante: diventare il simbolo di un'idea di successo che è diventata reale, a dispetto dell'opinione di molti cosiddetti esperti. Una musa ispiratrice per i tanti giovani che hanno le potenzialità per progettare cose innovative e devono essere spronati, non frenati. Un monito per chi non rischia abbastanza investendo nell'innovazione, pur avendone le possibilità finanziarie. Pensate che sia troppo sentimentale? Può darsi, ma del resto non lo è stato da meno Elon Musk quando ha ribattezzato la nave drone "Of Course I Still Love You", quindi tanto vale mettersi sulla stessa linea d'onda.

Un Musk a cui peraltro i cimeli piacciono, dato che dentro alla sede di SpaceX, in un'area chiusa al pubblico, è appesa al soffitto la capsula Dragon di SpaceX che nel 2010 fu il primo veicolo spaziale privato a rientrare in orbita terrestre.

Anche perché di primi stadi che aspettano di decollare di nuovo alla volta dello Spazio ce ne sono cinque: uno atterrato sulla terraferma e quattro sulla nave drone. Il primo dovrebbe prendere il volo entro la fine dell'anno. Al momento i tempi sono lunghi perché nella fase sperimentale in cui siamo i controlli sono maniacali; quando si arriverà a regime i tempi saranno più stretti, ma non arriviamoci troppo in fretta: a quel tempo l'emozione di noi spettatori non sarà più la stessa. Giusto per non dimenticarci quel momento:

Se non volete perdervi i prossimi lanci di SpaceX tenetevi aggiornati visitando di tanto in tanto la pagina web ufficiale.