Telco

Open Fiber, a Seregno partono i lavori per la rete in fibra ottica a 1 Gbps

La rete interamente in fibra ottica di Open Fiber percorrerà anche le vie di Seregno, dinamico centro industriale e artigianale della Brianza, che si appresta così a diventare sempre più smart grazie a un’infrastruttura che abilita una velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo. Il Comune di Seregno ha ufficializzato la firma della convenzione con Open Fiber, che investirà 5 milioni di euro per collegare almeno 15mila unità immobiliari della città attraverso 120 km di rete in modalità FTTH.

“Il piano di Open Fiber rappresenta una importante prospettiva di sviluppo e di valorizzazione del nostro territorio”, ha detto Luigi Pelletti, vicesindaco e assessore alla Smart City. “Questo intervento farà sì che la nostra città sia pronta a raccogliere le sfide della modernità e dello sviluppo. Un’opportunità importante, che non avrà costi diretti sui bilanci comunali, ma dalla quale siamo certi il territorio ricaverà importanti benefici”.

A Seregno i lavori sono ai nastri di partenza e si concluderanno entro 18 mesi. La convenzione siglata con il Comune di Seregno stabilisce le modalità di scavo e di ripristino per la posa della fibra ottica, come previsto dal decreto ministeriale del 2013. Dove possibile, l’azienda utilizzerà cavidotti e infrastrutture sotterranee già esistenti: con questo obiettivo, Open Fiber sta siglando una partnership con la municipalizzata Reti Più, che gestisce le reti del gas e dell’elettricità nel territorio di Seregno e di altri comuni della Brianza. Gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative e a basso impatto ambientale.

“Circa il 50% dei collegamenti in fibra sarà realizzato sfruttando le tubazioni già esistenti”, ha spiegato il Field Manager che segue i lavori di Seregno, Alessandro Di Paolo. “Per questo devo ringraziare anche i Dirigenti e il personale dell’Ufficio Tecnico per il prezioso supporto al nostro piano. Grazie alla fibra ottica le strutture della pubblica amministrazione velocizzeranno così il processo di digitalizzazione migliorando il rapporto con i cittadini. I benefici saranno evidenti anche per le imprese del territorio, che con il collegamento alla banda ultra larga potranno essere più produttive e competitive sul mercato”.