Telco

Opensignal: TIM e Vodafone su rete 4G fanno meglio rispetto a Wind, Tre e Iliad

L’ultimo rapporto Opensignal sull’esperienza mobile degli utenti italiani conferma la qualità media superiore dei servizi di TIM e Vodafone rispetto alla concorrenza. Sulla base di oltre 930 milioni di misurazioni, legate ai test effettuati da oltre 467mila dispositivi tra il primo luglio e il 28 settembre 2019, risulta che TIM ha ottenuto i migliori risultati sia in download (24,1 Mbps) che in upload (7,6 Mbps). Fanno bene anche Vodafone e Wind rispettivamente in download e upload.

©Opensignal Limited

Per quanto riguarda l’esperienza video TIM detiene la leadership, ma se da una parte Vodafone perde qualcosa rispetto alla precedente analisi, Iliad e Wind invece sono migliorate. Comunque tutti si posizionano tra “buono” e “molto buono”. Nelle chiamate via app TIM e Vodafone fanno meglio degli altri, ma i distacchi sono molto limitati e comunque tutti sono sulla soglia della qualità “accettabile”. Insomma, sarebbe lecito aspettarsi un miglioramento.

©Opensignal Limited

Sulla latenza TIM è leader (38 ms), ma anche in questo caso Vodafone (38,6 ms) è molto vicina. La più distante risulta ancora Iliad (76,4 ms). Per quanto riguarda la percentuale di tempo sotto rete 4G svetta Vodafone (87%) rispetto a TIM (84,2%). 3 Italia (75,4%) e Wind (84,9%) hanno compiuto un netto miglioramento, guadagnando circa 10 punti.

L’analisi dei dati provenienti da Bologna, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma e Torino ha confermato che TIM e Vodafone sono normalmente gli operatori con le migliori prestazioni. Wind però si distingue per buoni risultati in upload.

Considerando i precedenti report, a partire da quello di luglio-settembre 2018 si scopre TIM ha registrato prima un incremento di 2 Mbps e ora una contrazione di 0,8 Mbps. Vodafone è rimasta praticamente invariata. Wind, Iliad e 3 Italia hanno compiuto un netto salto in avanti.

La considerazione finale non può che andare a come valutare questo tipo di indagini: direi con leggerezza. Si tratta di una fotografia dello scenario e più che concentrarsi sulla precisione numerica, dato che si tratta di medie, sarebbe meglio considerare le valutazioni complessive. Emergono però alcune debolezze. La qualità media delle chiamate via app appare davvero sottotono rispetto alle potenzialità delle reti esistenti. Le prestazioni in upload sono piuttosto allineate e basse, rispetto ai picchi di upload – imbarazzante la soglia di poco più di 1 Mbps medio in 3G. Infine la latenza di Iliad è praticamente doppia rispetto ai migliori.