Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
IoT

Recensione Amazon Echo Sub

Assistente Vocale
Nessuno
Wi-Fi
-
Bluetooth
Si, A2DP
Microfoni
No
Certificazioni Audio
-

Amazon offre molti dispositivi per accedere al suo assistente vocale Alexa. Echo Dot, il più economico, Echo, Echo Plus ed Echo Spot, oltre a una serie di dispositivi di altre marche, come lo One di Sonos. In questa recensione ci occuperemo di Echo nella sua versione base, ma stiamo provando anche tutti gli altri dispositivi e realizzeremo anche una guida all’acquisto specifica, quindi se siete curiosi di scoprire tutte le informazioni sui vari prodotti, non perdetevi le altre nostre recensioni.

Cosa fa Alexa

Prima di buttarci sulla recensione di Echo Sub ricordiamo cos’è e cosa permette di fare Alexa.

È un assistente vocale, cioè un’intelligenza artificiale in grado di riconoscere le vostre domande, poste in linguaggio naturale. Cioè non dovrete inviare dei comandi estremamente precisi, ma parlargli come fareste con un’altra persona. Ovviamente non è in grado di rispondere a tutte le vostre domande ed esaudire tutti i vostri desideri, ma la quantità di azioni che può già fare è oggi soddisfacente

Dalla semplice domanda “Che ora è?” a “Come sarà il tempo domani?”, potrete chiedere ad Alexa di aggiungere un prodotto alla lista della spesa, che poi vi ritroverete sull’App dello smartphone. Potrete chiedergli di mettere della musica, riproducendola da un servizio di streaming come Spotify o Amazon Music, o controllare un dispositivo per la Smart Home, come il termostato o una lampadina.

Alexa permette anche di dialogare con altri utenti che dispongono di un dispositivo Echo. Ad esempio potrete chiedergli “Alexa manda un messaggio a David”, e poi dettare il messaggio, che verrà recapitato sui dispositivi Echo di David, o sull’applicazione per smartphone se il destinatario non sarà in casa. Potrete anche effettuare delle chiamate o videochiamate direttamente tra Echo.

Infine ci sono gli skill, cioè capacità che si possono attivare e che gli sviluppatori di applicazioni possono integrare nelle loro App per renderle compatibili con Alexa. Qui trovate una lista delle Skill oggi disponibili.

Echo Sub, come è fatto

Esteticamente Echo Sub è un basso e tozzo cilindro, dal design estremamente semplice, che riprende le linee degli Echo, ma perde qualsiasi tipo di comando o microfono.

L’unico connettore è quello dell’alimentazione, posizionato dietro; l’alimentatore è incluso, infatti dovrete connettere solo il cavo alla presa di corrente. Potrete posizionarlo ovunque nella stanza, considerando che le frequenze ultra basse del sub sono difficilmente individuabili e non è propriamente necessario posizionarlo in prossimità degli altri altoparlanti.

Dotazione tecnica

Echo Sub è dotato di connettività senza fili, proprio come gli Echo, ma non permette di effettuare un collegamento diretto, ad esempio tramite bluetooth. Il woofer è da 6”, in cassa chiusa (4 litri), rivolto verso il basso, ed è gestito da un amplificatore in classe D, per una potenza totale di 100 watt.

Prestazioni audio

Echo Sub si può abbinare unicamente a Echo Plus, o potrete creare una configurazione 2.1, abbinando due Echo Plus ed Echo Sub in un’unica configurazione.

Come abbiamo detto nella recensione di Echo Plus, quest’ultimo è in grado di sonorizzare una stanza di piccole o medie dimensioni, con una qualità soddisfacente per la maggior parte delle persone.

Se per voi la qualità audio in riproduzione musicale è importante, ma non così tanto da desiderare un prodotto di fascia superiore, allora dovreste considerare l’aggiunta di Echo Sub al vostro Echo Plus. L’esperienza non cambia radicalmente, ma si sente, soprattutto se vi piace ascoltare musica ad alto volume.

Tra i difetti di Echo Sub c’è l’impossibilità di usarlo con qualsiasi altro dispositivo. Ad esempio, se vorrete connettere lo smartphone a Echo Plus tramite bluetooth, l’altoparlante principale perderà la connessione con il Sub, che non funzionerà quando riprodurrete musica direttamente dallo smartphone.

Verdetto

Echo Sub, differentemente dagli altri prodotti, non integra Alexa e non può funzionare da solo, ma è unicamente un’estensione di Echo Plus. È, banalmente, un sub woofer che comunica con i dispositivi Echo in modalità wireless.

La resa sonora è buona, migliora la qualità di ascolto che si può avere con uno o due Echo Plus. Se per voi la qualità sonora è importante, allora Echo Sub è la soluzione più semplice ed elegante che potrete scegliere per aumentare la qualità.

Se invece state pensando di realizzare un sistema 2.1 da zero, con l’idea di sfruttare anche Alexa, allora dovreste valutare il prezzo totale, poiché in questo caso la cifra inizia ad essere sostanziosa. Il miglior suggerimento che possiamo darvi è di iniziare con un solo Echo Plus, e se proprio vi sentite insoddisfatti, di valutare poi l’acquisto di Echo Sub.

L’idea di realizzare un sistema stereo con due Echo Plus e un Echo Sub non ci entusiasma particolarmente, anche perché non è possibile utilizzare questo sistema per abbinarlo, ad esempio, a una TV, quindi l’uso rimarrebbe ugualmente limitato alla musica in streaming.

Potete trovare e acquistare Amazon Echo Sub e gli altri Echo su Amazon!