Home Cinema

Recensione Bowers & Wilkins P7 Wireless

Bowers & Wilkins P7 Wireless

 

Le Bowers & Wilkins P7 Wireless sono un ottimo modello di cuffie per chi è in cerca di un prodotto di fascia alta in grado di riprodurre suoni dettagliati e di qualità.

P7 Wireless 02


Le Bowers & Wilkins P7 Wireless si presentano come un modello di cuffie senza fili eleganti, lontane dalla recente moda che vuole prodotti pacchiani, ingombranti e vistosi. Una volta indossate si capisce di avere a che fare con un prodotto di qualità non soltanto a livello di design, grazie a una riproduzione sonora di prim'ordine.

P7 Wireless 03

Con un prezzo di circa 370 euro, le P7 Wireless non sono sicuramente cuffie per la massa e dato il costo elevato ci si potrebbe aspettare qualcosa in più, soprattutto a livello di controlli multimediali (piuttosto limitati) e di tecnologia di riduzione del rumore (completamente assente). Difetti che tuttavia vengono mitigati dall'ottima qualità dei suoni sprigionati dai due altoparlanti.

Design

Le Bowers & Wilkins P7 Wireless sono cuffie circumaurali, quindi con i padiglioni che avvolgono completamente le orecchie. Le dimensioni e il peso (39 x 30 x 36 cm – 322 grammi) sono abbastanza contenuti rispetto alle ingombranti cuffie che sembrano andare tanto di moda da qualche anno a questa parte. Il telaio estensibile in acciaio è flessibile e ricoperto in pelle; il lato a contatto con la testa presenta una morbida imbottitura che garantisce una buona comodità sulla nuca.

P7 Wireless 01

I due padiglioni sono squadrati e abbastanza sottili (rispetto alle soluzioni della concorrenza), nonostante l'uso di un ampio strato di schiuma automodellante rivestita in pelle, e si collegano allo snodo dell'archetto tramite due resistenti e sottili fasce metalliche intrecciate. All'esterno troviamo una bombatura ovale con un bordo cromato e il logo Bowers & Wilkins al centro. Entrambi i padiglioni si possono inclinare leggermente sull'asse verticale per assicurare un'aderenza perfetta intorno alle orecchie. 

P7 Wireless 04

Rimuovendo l'imbottitura del padiglione sinistro si può accedere a un vano nascosto che ospita il jack audio da 6,3 mm. Grazie al cavo adattatore jack 3,5 mm > 6,3 mm (incluso nella confezione) le P7 Wireless si possono collegare facilmente a qualsiasi dispositivo dotato di jack audio.

Anche l'imbottitura del padiglione destro si può rimuovere, rivelando l'accesso a un minuscolo tasto di riavvio da premere con l'aiuto di un oggetto appuntito. Il sistema di aggancio delle imbottiture è magnetico; una soluzione comoda e intelligente. Togliendo le imbottiture si possono apprezzare gli altoparlanti in tutta la loro gloria, protetti da una robusta e sottile griglia metallica.

P7 Wireless 09

Il padiglione sinistro non presenta nient'altro, fatta eccezione per il sottile foro d'uscita del cavo audio, posizionato sul fondo. Il padiglione destro integra invece tre tasti fisici (due per regolare il volume e uno rispondere alle chiamate o passare alla canzone successiva), il pulsante deputato all'accensione e al pairing, lo slot micro USB per la ricarica (cavo USB – Micro USB incluso nella confezione), un LED di stato e due minuscoli fori per il microfono.

P7 Wireless 10

Le cuffie si possono richiudere lungo l'asse verticale; in questo modo possono accomodarsi perfettamente nell'elegante custodia in pelle che completa i contenuti forniti con la confezione.

P7 Wireless custodia 01
P7 Wireless custodia 02
P7 Wireless custodia 03

Comfort

A prima vista le P7 Wireless possono sembrare fin troppo strette, complice un archetto piuttosto angolato. Tuttavia, una volta indossate e dopo averle regolate non ho avvertito alcun fastidio, anche se devo ammettere di avere una testa di dimensioni abbastanza contenute rispetto alla media.

Il peso contenuto delle P7 (322 grammi) è sicuramente uno dei motivi che in queste settimane mi ha permesso d'indossarle per lunghi periodi di tempo senza provare affaticamento.

P7 Wireless 08

La morbida pelle che riveste la schiuma dei padiglioni e dell'archetto restituisce una sensazione piacevole al tatto, anche se con il sopraggiungere delle calde giornate primaverili (e soprattutto estive) potrebbe esserci qualche problema di sudorazione, soprattutto per le persone più calorose. Un "difetto" che tuttavia accomuna ogni modello di cuffie con padiglioni e archetto in pelle.

I tasti posizionati sul padiglione destro sono comodi e facili da raggiungere; bastano pochi minuti per prendere "le misure" e compiere qualsiasi operazione senza problemi.

Prestazioni

Dopo aver parlato del design e della comodità delle P7 è giunto il momento di descrivervi la qualità sonora, che si attesta su livelli più che eccellenti.

Le P7 restituiscono suoni precisi anche al massimo volume: potete alzare quanto volete e non le sentirete mai distorcere, a meno che la sorgente sonora non sia di dubbia qualità.

Ho testato queste cuffie con un gran numero di brani MP3 e FLAC, guardando film e giocando: le P7 si sono comportate egregiamente in ogni occasione, anche se il meglio di sé lo danno con la musica.

P7 Wireless 05

I bassi sono roboanti e i medi avvolgenti, mentre gli alti sono chiari e limpidi, in quasi tutti i casi. Purtroppo alcuni strumenti che sfruttano le frequenze alte, come il pianoforte o gli archi, tendono a sembrare leggermente ovattati, come se il suono arrivasse da lontano. Un difetto che ho riscontrato soprattutto quando ho cambiato genere musicale, passando dalla mia amata elettronica a canzoni un po' più tranquille.

L'esperienza è comunque più che soddisfacente e anche senza tecnologia di riduzione del rumore attiva – una delle poche criticità di questo modello di cuffie – l'isolamento acustico si attesta su buoni livelli.

Ho usato le P7 anche per qualche telefonata e il risultato è stato positivo sia per me che per il mio interlocutore. Le voci si sentono forti e chiare, mentre il microfono fa bene il suo lavoro: anche dall'altra parte del telefono nessuno ha fatto fatica a capire cosa stessi dicendo.

P7 Wireless 07

Il collegamento Bluetooth è stabile, la portata è di una decina di metri senza ostacoli e si possono memorizzare fino a sette dispositivi. Grazie al pieno supporto al codec aptX il segnale audio può essere trasmesso senza fili senza grosse perdite di qualità; come risultato abbiamo suoni precisi e ricchi di dettagli anche tramite Bluetooth, a patto che il dispositivo usato per la riproduzione supporti il codec aptX.

L'autonomia dichiarata è pari a 17 ore e nei nostri test ci siamo avvicinati a questo valore. Quando la batteria si avvicina all'esaurimento le P7 emettono un segnale acustico per ricordare all'utente di mettere in carica le cuffie o di passare all'ascolto via cavo; in quest'ultimo caso il Bluetooth si disattiva da solo.

Verdetto

Le P7 Wireless sono un ottimo paio di cuffie, capaci d'immergervi completamente nei brani musicali ascoltati, nei film osservati sullo schermo e nei giochi riprodotti dalla vostra piattaforma preferita.

Queste cuffie sono eleganti e comode, il collegamento Bluetooth è affidabile e grazie al supporto al codec atpX non si avvertono grosse perdite di qualità rispetto al collegamento via cavo. 

La riproduzione sonora è semplicemente eccellente, grazie a bassi corposi, medi avvolgenti e alti chiari e nitidi, seppur talvolta un po' ovattati. Se proprio vogliamo trovare un difetto alle P7 bisogna sottolineare il prezzo elevato e l'assenza della tecnologia di riduzione del rumore, che si può trovare su altre soluzioni della concorrenza a parità di prezzo.

Tuttavia, una volta indossate difficilmente sentirete la mancanza di questa feature. Se avete un budget elevato da investire in un paio di cuffie senza fili le P7 Wireless sono un modello che dovreste tenere in considerazione.