Tom's Hardware Italia
Fotografia

Recensione Sony HDR-AS200V, buone prestazioni e controlli scomodi

Recensione della Sony HDR-AS200V, un'action-cam di qualità, con funzioni innovative come la stabilizzazione delle immagini e la riduzione del rumore del vento.

Sony HDR-AS200V

 

La Sony HDR-AS200V è un'action cam eccellente, con funzioni innovative e un design all'avanguardia. Peccato per la scomodità dell'interfaccia, capace di vanificare gli sforzi degli ingegneri di Sony.

r 750x450

Introduzione

La Sony HDR-AS200V sembra l'action cam ideale, sotto molti punti di vista. Il design è all'avanguardia, riesce a registrare video stupendi in Full HD e costa circa 150 euro in meno rispetto alla concorrente di GoPro con caratteristiche più simili. La AS200V è anche un dispositivo sofisticato, con funzioni come la stabilizzazione digitale delle immagini e l'eccellente streaming dal vivo. Ciò che manca – oltre alla registrazione di video 4K – è un'interfaccia intuitiva. È veramente difficile usare quest'action cam senza imprecare. Con sufficiente pratica, tuttavia, riuscirete ad abituarvi all'interfaccia capricciosa, e sarete ricompensati con ottimi risultati.

Design

Sony HDR AS200V 1

A differenza della sua concorrente "cubettosa", la GoPro Hero 4 Silver, la AS200V ha un design sottile che offre la protezione agli spruzzi d'acqua anche senza custodia impermeabile. È piuttosto piccola rispetto alla combinazione GoPro più custodia, con misure di 7,8 x 4,5 x 2,2 cm e un peso di soli 113 grammi. Con la sua custodia, indispensabile per agganciarla, la Silver è grande 7,1 x 6,6 x 3,8 cm e pesa 153 grammi.

Sony HDR AS200V 2

La custodia della AS200V, tuttavia, offre la resistenza all'acqua a una profondità di soli 2 metri. Un valore minimo in confronto ai 40 metri offerti dalla GoPro e persino da action cam come la Kodak Pixpro SP1, che arriva a circa 10 metri senza custodia. La AS200V garantisce comunque una protezione di base integrata che permette di usarla durante sessioni di surf e probabilmente anche durante lo snorkeling.

Controlli e usabilità

Il display LCD monocromatico da 1 pollice posizionato sul lato destro è la vostra guida per scorrere i menu della HDR-AS200V, insieme a una coppia di pulsanti gommosi sul lato e al tasto Rec/Enter sul retro. La navigazione nei menu è confusa; per fare un esempio bisogna premere i tasti una trentina di volte per disabilitare o abilitare il suono dei pulsanti. Mi sono perso spesso nei menu e ho trovato più facile rimuovere la batteria e reinserirla per tornare alla visualizzazione di default.

I due pulsanti laterali vi permettono di andare avanti e indietro nell'interminabile fila di menu, mentre il tasto Rec/Enter sul retro serve per confermare le vostre selezioni. Per agire sui tre pulsanti e tenere in mano l'action cam contemporaneamente bisogna usare la maggior parte delle dita di entrambe le mani.

Screenshot new

L'applicazione Sony Play Memories per smartphone Android e iOS è ben realizzata, ma soffre la mancanza di opzioni base, come la possibilità di cambiare la risoluzione dei video e il framerate (indispensabile per passare, per esempio, da 1080p/60FPS a 720p/30FPS).

Qualità video

I difetti della AS200V vengono compensati dall'alta qualità delle immagini. La modalità di default del colore si chiama Vivid e ha permesso di ottenere una tonalità verde vivida durante i miei giri in mountain bike a nord di San Francisco, e uno splendido cielo blu sopra a Brooklyn. La AS200V aggiunge contrasto sufficiente per dare ai video e alle foto un aspetto definito, senza oscurare i dettagli più sottili.

La AS200V ha due impostazioni per il campo visivo: 120 e 170 gradi. Ho preferito usare il campo visivo più ampio (170 gradi), comparabile alla modalità di Ultrawide della GoPro Hero 4 Silver e Black. GoPro ha quattro impostazioni per il campo visivo: Superview, Ultrawide, Medium e Narrow.

Ho testato la AS200V insieme alla GoPro Black, che registra video alla stessa risoluzione 1080p della GoPro Silver. Date un'occhiata a come si confronta la modalità default di Sony rispetto alla GoPro (modello Hero 4 Black).

La modalità colore Natural di Sony è più tenue e vicina al risultato ottenuto con la GoPro, mentre la modalità Vivid garantisce foto e video migliori, in presa diretta.

La AS200V è una delle poche action cam che offre la stabilizzazione digitale delle immagini, e funziona bene.

Anche se la GoPro era agganciata in modo più saldo sul mio caschetto rispetto alla Sony, le riprese della AS200V sono un più stabili rispetto allo stesso video girato con la GoPro Hero 4 Black.

Il video girato in notturna in una strada buia di Brooklyn appare prevedibilmente offuscato.

Ma la AS200V batte la maggiore parte delle altre action cam (incluse le GoPro) schiarendo le immagini abbastanza da mostrare la strada. Questo ha reso il video piuttosto "granuloso", ma è un compromesso accettabile, rispetto a quanto ottenuto con la GoPro Hero Silver.

Le foto hanno la stessa qualità dei video alla luce del giorno.

image04

Ma la modalità notturna della GoPro Hero 4 supera le capacità dell'action cam di Sony.

image03
Sony AS200V
image06
GoPro Silver

Autonomia e archiviazione

Sony stima un'autonomia di 1 ora e 55 minuti di riprese video 1080p/60FPS (l'unica misura specificata). Un dato leggermente superiore rispetto alla Hero4 Silver (1 ora e 40 minuti). Non c'è un supporto per l'archiviazione interna, ma l'action cam sfrutta le schede microSD fino a 64 GB. Una quantità di spazio sufficiente per archiviare 5 ore e 38 minuti di video 1080p/60FPS.

image05

Assicuratevi tuttavia d'inserire la scheda nel verso giusto. È deludente che una delle innovazioni ingegneristiche di Sony sia la rimozione del meccanismo fisico che previene l'inserimento della microSD nel verso sbagliato. In 10 anni di recensioni di fotocamere, non ne ho mai trovata una che permetta d'inserire le schede al contrario.

Live streaming

Una delle funzioni migliori dell'interfaccia della Sony HDR-AS200V è il facile accesso al live streaming, vale a dire la trasmissione di video dal vivo direttamente dall'action cam a uno smartphone, e quindi sul Web. Avrete bisogno di uno smartphone con l'hotspot Wi-Fi, una funzione piuttosto comune nei dispositivi moderni. La configurazione iniziale vi richiede di collegare l'action cam al PC o al Mac con un cavo USB e di far partire il software gratuito di Sony Action Cam per immettere i dati di login dell'hotspot e collegarlo a un account Ustream.

image01

Dopo quest'operazione basta attivare l'hotspot sullo smartphone, selezionare Live nel menu dell'action cam e premere Rec. Le istruzioni online di Sony spiegano la procedura in modo sorprendentemente facile. Ustream offre sia account gratuiti (supportati dalla pubblicità) sia a pagamento. Il ritardo dei video è di circa 4 secondi. Le GoPro Hero4 Black e Silver supportano lo streaming tramite i servizi Livestream e Meerkat, ma soltanto quando con i dispositivi iOS.

image00

Accessori

Il kit base include solo la custodia impermeabile (SPK-AS2), il supporto adesivo (VCT-AM1) e un adattatore a tre piedi. Probabilmente avrete bisogno di accessori aggiuntivi a seconda delle vostre attività. Sony vende circa due dozzine di agganci per ogni tipo di situazione, dai giri in bicicletta, al surf, passando per gli immancabili autoscatti, o selfie. Una batteria extra con caricatore esterno può rivelarsi una buona scelta.

Conclusioni

La Sony HDR-AS200V è un'action cam eccezionale, capace di girare video meravigliosi e di scattare foto fantastiche. Funzioni rare nei prodotti della concorrenza come la stabilizzazione delle immagini e la riduzione del rumore del vento aumentano ulteriormente la qualità. Tuttavia la sua interfaccia scomoda e macchinosa metterà a dura prova i vostri nervi, soprattutto in confronto ai modelli della concorrenza come la GoPro Hero 4 Silver. Considerando che il prezzo di quest'ultima è superiore di circa 150 euro, la Sony AS200V potrebbe attirare l'attenzione di chi è disposto a soprassedere alle sue pecche di design.