e-Gov

Samsung svela la 5G di domani: primo test a 1 Gbps

La 5G è sempre più vicina grazie a Samsung Electronics. Poche ore fa il colosso sudcoreano ha annunciato di aver completato lo sviluppo del primo apparato transricevitore al mondo in grado di operare sulla banda ad alta frequenza Ka per le future comunicazioni mobili. La 5G sulla carta dovrebbe essere in grado di raggiungere una velocità di trasmissione dati centinaia di volte superiore rispetto all'attuale 4G.

"L'implementazione di una rete mobile 5G ad alta velocità richiede un'ampia banda di frequenze, un po' come un aumento del flusso d'acqua richiede una tubatura più grande", sottolinea la nota ufficiale Samsung. "Sebbene fossero riconosciute come un'opzione, a lungo si è creduto che le bande ad alta frequenza fossero soggette a limitazioni nelle trasmissioni a lunga distanza a causa di un modello di propagazione sfavorevole".

Samsung 5G

Invece l'ultimo test ha confermato che non vi sono problemi per il raggio d'azione. Il sistema Samsung lavorando a una frequenza di 28 GHz è stato in grado di raggiungere una velocità di trasferimento dati pari a 1,056 Gbps su una distanza di 2 chilometri. Ovviamente il problema della propagazione è stato ridimensionato grazie all'adozione di un'antenna più evoluta composta da 64 elementi.

Secondo le stime dei ricercatori sudcoreani per mettere le mani sui primi prodotti 5G bisognerà attendere il 2020. Insomma, mancherebbero ancora almeno 7 anni di sviluppo, praticamente lo stesso lasso di tempo che si sono imposti in Cina con "IMT-2020 (5G) Promotion Group" e in Europa con gli ultimi piani di Bruxelles.

La 5G è ancora in fase embrionale ma teoricamente dovrebbe essere in grado di raggiungere al massimo i 10 Gbps.