Tom's Hardware Italia
Home Cinema

Schermo invisibile, dite addio ai fastidiosi riflessi

Grazie a una pellicola formata da trenta substrati, un'azienda giapponese ha realizzato quello che ha definito "schermo invisibile". Il tasso di riflesso è bassissimo, tanto che si fatica a scorgere la presenza del vetro.

Uno schermo che non riflette la luce (o quasi) potrebbe essere una manna per tutti i dispositivi elettronici. È un problema di molti prodotti odierni, specie tablet, smartphone e portatili che si usano anche all’aperto e che, sempre più spesso, sono dotati di schermi lucidi.

Alla manifestazione FPD International l’azienda giapponese Nippon Electrical Glass ha mostrato un nuovo substrato di vetro che non riflette la luce, permettendo quindi di vedere l’immagine retrostante nitidamente. Si narra che tanti visitatori della manifestazione non abbiano colto immediatamente la presenza di un vetro davanti alla foglia (osservate l’immagine qui sotto). Il potenziale quindi per “rivoluzionare” il settore c’è.

Clicca per ingrandire

Stando a quanto riportato dal sito TechOn, l’azienda è riuscita a creare questo substrato grazie a trenta strati (ognuno con uno spessore di pochi nanometri) di pellicola anti-riflesso, posta sia frontalmente che posteriormente. In questo modo l’azienda consente al 99,5% della luce di passare attraverso lo schermo, e solo lo 0,5% causa un riflesso (che è perciò di lieve entità). Secondo Nippon Electric Glass la riflettanza luminosa del substrato è dello 0,1% o inferiore.

Le soluzioni attuali hanno una percentuale di riflesso all’incirca dell’8%, che parrebbe poca ma è sufficiente per inficiare l’esperienza complessiva. Non è chiaro al momento se e quando la soluzione dell’azienda giapponese sarà applicata commercialmente, ma speriamo molto presto. Poter leggere su un tablet o un notebook all’aria aperta, specie d’estate, sarebbe veramente una bella cosa.