Tecnologia

Silicon Valley, ecco il vero Pied Piper The Box

Nelle serie TV capita sempre più spesso che realtà e finzione si sovrappongano. L’ultimo esempio in ordine di tempo proviene dal noto telefilm Silicon Valley. Prima di proseguire però vi avvisiamo dell’inevitabile spoiler che riguarda la terza stagione, ancora inedita in Italia, quindi se non volete venire a conoscenza di alcun dettaglio che riguardi le puntate che non avete ancora visto evitate di leggere oltre.

I più curiosi invece potranno scoprire in anteprima che i produttori hanno utilizzato un prodotto realmente esistente, il SimpliVity OmniCube, come modello per realizzare il Pied Piper The Box, il prodotto attorno alla cui realizzazione ruota tutta la serie.

thebox

La produzione infatti non voleva lasciare nulla al caso e anzi voleva ottenere un prodotto realistico e credibile, che per una serie di ispirazione hi-tech è un aspetto molto importante. Così, colpiti dai prodotti di SimpliVity, di cui avevano visitato gli impianti, hanno avuto l’idea di chiedere proprio all’azienda di realizzare un Pied Piper The Box credibile, basandosi su un loro rack.

thebox 2 JPG

Ovviamente il logo sul frontale è quello dell’immaginaria azienda, ma il simbolo, il cubo, è di SimpliVity, seppure declinato in colorazione verde anziché blu, per aderire ai colori dell’azienda del film TV.

Il prodotto di SimpliVity non ha alcun rapporto con The Box, non essendo una piattaforma per musicisti dotata di un incredibile algoritmo di compressione dei dati, ma è un “semplice” rack, il cui modello base costa 30.000 dollari e racchiude 4 SSD da 400 GB ciascuna e 8 hard disk tradizionali da 1 TB l’uno.  Se non è magia del cinema questa.