Home Cinema

Tivù Sat: RAI, Mediaset e La7 sfidano Sky

Mediaset, RAI e Telecom Italia Media si uniscono per contrastare il dominio di Sky sul satellite e portare la loro offerta anche a chi non è raggiunto dal digitale terrestre. A giugno prenderà il via Tivù Sat, un piattaforma satellitare alternativa che porterà anche sul satellite l'offerta TV del digitale terrestre non a pagamento.

Tivù Sat trasmetterà da Hotbird sui 13° est.

"Per via della politica sui diritti televisivi alcuni programmi dovranno essere codificati (come del resto accade ora) ma questa volta avremo la certezza di poterli vedere. Questi programmi verranno codificati in Nagravision ma i provider distribuiranno una card gratuita (la RAI per i propri canali la distribuirà agli utenti che pagano il canone) che darà accesso alla programmazione dei canali anche nel caso che questa venisse codificata (ad esempio gli eventi sportivi come il MotoGP)", riporta il sito DVB24.it. Prepariamoci quindi ad avere un altro decoder e ad assistere al fiorire di pacchetti e offerte.

Alberto Sigismondi, amministratore delegato di Tivù srl, non nega che dietro all'iniziativa c'è un aspetto di carattere economico. "Il costo del raggiungimento capillare del digitale terrestre sarebbe iperbolico. Noi, come Rai e Telecom, pensiamo che esista una ragione sensata di non lasciare scoperte queste famiglie".

Tivù Sat, non sarà a pagamento, conferma Sigismondi. "Non è nei piani. L'obiettivo è valorizzare l'offerta free. Non è una piattaforma anti-Sky". Staremo a vedere…