Criptovalute

Un’altra truffa altcoin ha sottratto 500mila dollari agli utenti

Una nuova truffa basata su una altcoin inesistente è stata rivelata in alcune discussioni di un certo numero di influencer TikTok con sede nel Regno Unito che hanno parlato di una nuova startup pronta a competere con giganti come UberEats consentendo ai suoi clienti di pagare con criptovaluta. I creatori del falso servizio lo hanno promosso online, hanno creato merce con il suo logo, hanno organizzato una festa e persino rilasciato un comunicato stampa che da allora è stato rimosso da alcuni servizi, ma è ancora disponibile su altri siti Web.

Il comunicato stampa è stato scritto in un inglese scadente e probabilmente tradotto da un’altra lingua tramite un servizio di traduzione automatica. Questo, tuttavia, non è stato sufficiente a destare il sospetto di numerosi utenti che si sono innamorati di Crypto Eats e credevano che l’app avesse raccolto 8 milioni di dollari in finanziamenti di serie A. Poco dopo aver sollevato grande interesse online, il falso servizio è scomparso con circa 500.000 dollari di fondi rubati ai suoi utenti, e si è scoperto che il fondatore di Crypto Eats Wade Philips non esiste.

I truffatori avevano anche sfruttato il nome di celebrità online, come ad esempio il TikToker britannico Hstikkytokky per conquistare la fiducia degli utenti. “La moneta verrà lanciata il 17 ottobre. Tutto quello che sto dicendo è usare il cervello. Hanno più soldi di quanti ne sappiano fare”, ha detto hstikkytokky. “E se hai più soldi di quelli che sai cosa fare, e stai lanciando qualcosa che è meglio di altre cose, andrà bene”.