Tom's Hardware Italia
IoT

V-Bag by Vodafone, il dispositivo perfetto per non perdere mai di vista i propri bagagli

V-Bag by Vodafone è un localizzatore GPS dotato di V-Sim che consente di non perdere mai traccia del vostro bagaglio e di viaggiare in tranquillità.

V-Bag Tracker è un localizzatore GPS offerto da Vodafone e connesso alla rete dell’operatore grazie alla V-Sim integrata, utile per tenere sotto controllo il proprio bagaglio quando si viaggia, ricevendo una notifica quando questo viene aperto o spostato.

V-Bag funziona indipendentemente dalla distanza a cui si trova dallo smartphone e in oltre 90 paesi, sia in Europa che all’estero, basta che ci sia un segnale GPS e una copertura GSM Vodafone o di uno dei suoi partner.

Come funziona

Per utilizzare V-Bag vi basterà scannerizzare il codice QR con l’app V by Vodafone e attivare l’offerta relativa, dopodiché passare all’app TrackiSafe (disponibile per Android e iOS) e inserire ID e alcune cifre dell’imei del dispositivo. A questo punto potete controllare V-Bag tramite l’applicazione TrackiSafe ed impostarlo come preferite.

Via app è possibile configurare diversi aspetti del comportamento del localizzatore, come ad esempio visualizzare uno storico delle posizioni registrate oppure quali notifiche inviare: si può decidere di ricevere un avviso quando viene superato un certo limite di velocità, quando la batteria è scarica o ancora quando viene rilevato un movimento oppure una variazione della luminosità.

Potete anche decidere che nome dare a V-Bag e impostare ogni quanto registrare la posizione. Quest’ultimo aspetto è configurabile in un intervallo che va da 1 minuto a 4 ore, ma un’alta frequenza d’aggiornamento influenzerà negativamente la durata della batteria. Nella nostra prova abbiamo impostato un tempo di 15 minuti e abbiamo dovuto ricaricare V-Bag dopo circa 4 giorni.

La ricarica avviene rapidamente, tramite un classico cavo USB collegabile al PC o ad un adattatore a parete. Basta collegare la base magnetica presente in confezione ai contatti disposti sul retro del dispositivo e il gioco è fatto.

Per quanto riguarda i viaggi in aereo, è bene tenere presente che alcune compagnie aeree prevedono che questi dispositivi siano imbarcati spenti, altre in modalità aereo. È quindi necessario verificare prima dell’imbarco il regolamento della compagnia aerea con cui si viaggia relativamente al trasporto di dispositivi connessi su rete mobile contenenti batteria. Se necessario, è possibile spegnere il dispositivo, ma la batteria non è removibile.

È possibile anche ricevere una notifica quando V-Bag entra ed esce dall’area d’azione del bluetooth dello smartphone a cui è collegato o dalla zona sicura (che potete delineare direttamente dall’applicazione). Tutte le notifiche saranno inviate non solo tramite app ma anche via email.

Sempre parlando di notifiche, toccando quella inviata dall’applicazione si aprirà TrackiSafe che vi segnalerà la posizione di V-Bag su una mappa, la data e l’ora del tracciato, la velocità a cui si stava muovendo, la percentuale di batteria e la tipologia di localizzazione (GPS o rete mobile). La notifica tramite email vi segnalerà invece il tipo di localizzazione, la velocità di movimento, l’indirizzo in cui V-Bag è stato localizzato e la sua latitudine e longitudine.

Quali sono i casi d’uso?

V-Bag è stato pensato da Vodafone principalmente per permettervi di tenere traccia del vostro bagaglio quando siete in viaggio. È ottimo per essere avvisati nel caso in cui questo venga aperto durante i controlli aerei o nel deposito bagagli dell’aeroporto o dell’hotel, oppure per scoprire se è giunto insieme a voi a destinazione o se è stato malauguratamente caricato sull’aereo sbagliato.

Il dispositivo non è però limitato ai lunghi viaggi in aereo: se inserito in uno zaino, è ottimo per tenere tutto sotto controllo anche quando si è in vacanza o quando ci si sposta in auto o in treno.

Conclusioni

V-Bag costa 79 euro, ma i clienti Vodafone possono acquistarlo a 1,99 euro al mese per 30 mesi. A questa cifra vanno aggiunti 3 euro al mese che vengono scalati direttamente dal conto telefonico oppure – nel caso non abbiate un numero Vodafone – dalla carta di credito. Il costo mensile include tutto ciò che è necessario per utilizzare il servizio e l’offerta può essere attivata solo quando serve realmente, risultando ottima anche per chi viaggia sporadicamente.


Rispetto ad una classica “valigia intelligente” V-Bag è più comodo e pratico: può essere spostato da una valigia o da una borsa all’altra senza problemi, garantendo così una maggior versatilità. V-Bag risulta superiore anche rispetto ad un classico tracker bluetooth, ottimo per tenere traccia dello zaino in cui è inserito o del mazzo di chiavi a cui è collegato, ma che perde gran parte della sua utilità quando si esce dal raggio d’azione del bluetooth.

Per quanto riguarda i viaggi in aereo, è bene tenere presente che alcune compagnie aeree prevedono che questi dispositivi siano imbarcati spenti, altre in modalità aereo. È quindi necessario verificare prima dell’imbarco il regolamento della compagnia aerea con cui si viaggia relativamente al trasporto di dispositivi connessi su rete mobile contenenti batteria. Se necessario, è possibile spegnere il dispositivo, ma la batteria non è removibile.

In conclusione, se siete alla ricerca di un prodotto con cui tenere traccia durante i vostri viaggi (lunghi o brevi che siano) del vostro bagaglio, crediamo che V-Bag sia un’ottima scelta. Nasce per donare maggiore serenità e tranquillità durante i propri viaggi, e centra l’obiettivo. Nel corso dei nostri spostamenti – anche quelli brevi – abbiamo potuto tenere sempre sotto controllo il nostro bagaglio e perderlo di vista non è mai stato un problema, grazie alla presenza delle notifiche di TrackiSafe, sempre precise e tempestive.