Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Videogiochi, come diventare nerd in poche mosse

Un divertente libro per scoprire il mondo dei videogiochi, il rispetto reciproco tra gli utenti e nozioni sui notori grafici alla base dei titoli più famosi.
rubrica bimbi

Qualche settimana fa la mia collega Elena mi ha proposto di leggere il libro Videogames: Piccolo manuale per videogiocatori, in quanto persona più indicata (a suo dire) della redazione. Lusingato dalla considerazione riposta dalla mia socia di scrivania, mi sono immerso nella lettura scoprendo che il libro è indirizzato ai giovani adolescenti. Improvvisamente la considerazione di qualche riga fa ha assunto tutto un altro aspetto, ma ormai avevo cominciato la mia missione e – come ogni giocatore che si rispetti – l'avrei portata a termine a tutti i costi.

In realtà questo piccolo manuale (è proprio il caso di dirlo) si lascia leggere anche dai più grandi, visto che si può considerare come una sorta di vademecum per scoprire il mondo dei videogiochi ed è uno strumento utile anche per chi vuole avvicinarsi al mio hobby preferito. Cioè il collezionismo di giochi su Steam, che non riuscirò mai a finire se non quando sarò vecchio e probabilmente orbo.

714j650tNXL

Nel centinaio di pagine scritte da Davide Morosinotto e Samuele Perseo le parole s'intrecciano a simpatiche illustrazioni e a box con tante curiosità, mentre gli argomenti sono affrontati in un percorso efficace. Si parte infatti da tematiche semplici, come le caratteristiche dei videogiochi e i loro generi, per arrivare a contenuti via via più complessi, con brevi cenni perfino sui motori grafici come Unity e Unreal Engine. Manca solo qualche battuta in stile "Ci gira Crysis", magari gli autori l'aggiungeranno con qualche patch (a proposito, si parla anche di questo).

crysis standard edition pdp 3840x2160 en WW

La narrazione è colloquiale, come è lecito aspettarsi da un'opera indirizzata a un target di giovani ragazzi, e centra l'obbiettivo. Inoltre c'è spazio anche per qualche piacevole digressione, come la Netiquette, l'insieme di regole volte a favorire il rispetto reciproco tra gli utenti. Un argomento molto attuale e che non fa mai male ripassare, visto che è utile anche quando ci si allontana dalle community di giocatori per addentrarsi nei social network, nei forum e nella sezione dei commenti dei siti web come Tom's Hardware, tanto per fare un esempio puramente casuale.

Giunti a questo punto è doveroso fare una pausa, perché so benissimo a cosa state pensando. I ragazzi di oggi conoscono benissimo le caratteristiche dei videogiochi, perché dovrebbero leggere questo libro? In parte quest'affermazione è vera e probabilmente molti argomenti sono già noti a moltissimi adolescenti, soprattutto nella prima metà del libro. Dunque l'opera, seppur indirizzata ai più piccoli, sembrerebbe più utile ai grandi che non sanno nemmeno come si tiene in mano un joypad, ma non è così.

Anche i più piccoli possono trovare numerosi consigli per capire meglio questo mondo vasto e complesso. Io stesso, che mastico videogames da quando avevo i pantaloncini corti e che grazie a Tom's sono riuscito a farne un lavoro da 7 lunghi anni, ho avuto il piacere di scoprire cose nuove e riscoprire alcune nozioni  che avevo sepolto in un angolo remoto della mia mente. La sezione dedicata ai software per la creazione dei videogiochi è particolarmente esplicativa, visto che dei programmi trattati ne conoscevo solo alcuni. Dunque posso dire di aver imparato qualcosa, e visto che qualcuno più saggio di me una volta ha detto che un giorno senza imparare è un giorno sprecato… Beh, missione riuscita!


Tom's Consiglia

Volete passare al sodo ma vi manca un super joystick? Provate il T-Flight Hotas X!