Ibride e Elettriche

Cupra El-Born: sportività elettrica del 2021

Dopo il prototipo, ecco la versione definitiva. Seat ha ufficialmente presentato Cupra El-Born: primo modello completamente elettrico del marchio sportivo spagnolo. Rispetto al concept, sono state riviste alcune soluzioni di stile con un frontale arricchito da inserti oro e reso aggressivo dalla profondità dello sguardo e dalle sagome dei gruppi ottici.

L’auto sarà costruita sulla base della piattaforma MEB del gruppo Volkswagen, la stessa di ID3. Versatile, permette proporzioni da compatta due volumi senza sacrificare esigenze di spazio e vita a bordo. Il debutto è atteso nel 2021; le El-Born sarà assemblata presso lo stabilimento tedesco di Zwickau.

Fino a 500 km di autonomia

Cupra ha già comunicato la scheda tecnica del veicolo: batteria da 82 kWh (solo 77 kWh utilizzabili) per un’autonomia di circa 500 km con una carica. Un valore ambizioso. La struttura supporta la ricarica da colonnine veloci, permettendo un recupero di 260 km in circa 30 minuti. La tradizione sportiva Cupra dovrebbe essere mantenuta: l’unico dato comunicato è sull’accelerazione da 0…a 50 km/h. Un valore insolito, coperto in 2,9 secondi.

Merito della brillantezza e reattività dell’elettrico, che rende disponibile sin da subito tutta l’energia disponibile. Annunciata la presenza di un sistema di controllo dell’assetto (DCC Sport) realizzato su misura per la vettura. Restano ancora da chiarire le specifiche su assetto ed erogazione di potenza.

Gli interni sono minimalisti e tecnologici con la presenza al centro della plancia di un grosso schermo per il sistema di infotelematica. Completamente digitale anche la strumentazione. Molto probabile la presenza di specifici programmi di guida sportiva per El-Born, anche se nulla in merito è stato ancora confermato o comunicato.

5 miliardi fino al 2025 per elettrificazione Seat

Seat, oltre a El-Born, ha annunciato un ambizioso piano di elettrificazione: 5 miliardi di euro di investimento fino al 2025. La strategia industriale permetterà al marchio di guardare al futuro, sviluppando nuove soluzioni a zero emissioni per le proprie automobili oltre a strutture e tecnologie.

Inoltre, parte dell’investimento sarà destinata a modernizzare gli stabilimenti produttivi per accogliere la produzione delle automobili elettrificate, oltre alla realizzazione di nuovi centri dedicati all’innovazione. Una sfida a tutti gli effetti, visto anche il momento particolarmente difficile per il mercato dell’automobile.