Auto

Euro NCAP: svelati i nuovi test dedicati alla guida assistita

L’ente indipendente Euro NCAP (European New Car Assessment Programme) si occupa principalmente della sicurezza passiva delle auto in uscita, dando valutazioni ad alcune caratteristiche (che poi vengono spesso utilizzate anche dalle aziende per sponsorizzare i propri prodotti come sicuri). Con l’arrivo della guida autonoma, l’ente si è ovviamente predisposto per poter parlare anche di questo, dando valutazioni alla guida assistita. L’ultima trovata per giudicare le auto sembra essere l’Highway Assist, un insieme di due criteri che permette di capire come l’auto riesce a guidarsi “quasi da sola” sulle tratte lunghe.

Unendo infatti l’analisi del regolatore di velocità adattivo (in pratica quello che permette all’auto di adattarsi all’andamento della propria corsia) e il lane keep assistant (che permette all’auto di centrarsi nella sua corsia), questo test è stato programmato in due fasi per analizzare la competenza dell’assistente di marcia e la sicurezza in caso qualcosa andasse storto. Entrambe le valutazioni sono date in centesimi, e solo un voto pieno su entrambe permette all’auto di vantare una sicurezza senza precedenti.

  • Assistance Competence: parliamo dell’efficacia dell’Highway Assist, ovvero di come l’auto si comporta durante la guida assistita. Le varie prove testano la riduzione automatica della velocità a ridosso di curve, rotatorie o incroci, poi con un’altro veicolo e infine con un taglio della strada (sempre di un veicolo). La vera prova finale però mette sotto test il modo in cui l’auto reagisce ad un ostacolo, se aiuta il guidatore ad evitarlo o se non fa nulla. Nel voto rientrano anche fattori come gli alert al guidatore.
  • Safety Backup: se l’auto però commette errori, servono piani d’emergenza. Qui entra in gioco questo voto, che analizza il comportamento della vettura in caso di malfunzionamento dell’Highway Assist. Le prove sono effettuate sull’efficacia degli alert, il tempo che ci mettono ad essere lanciati e la frenata automatica, ultimo baluardo in caso qualcosa andasse storto.

Ad ora le auto con valutazione massima (molto buono) sono l’Audi Q8, BMW Serie 3 e Mercedes GLE, mentre Ford Kuga ha ricevuto un buono. A seguire con moderato ci sono Nissan Juke, Tesla Model 3, Volvo V60 e Volkswagen Passat, mentre Peugeot 2008 e Renault Clio hanno ottenuto il minimo.