Ibride e Elettriche

Ferrari: il nuovo motore V6 ibrido in azione sul circuito di Maranello

L’ibrido sembra ormai essere l’unica direzione possibile per il futuro dell’automobile. Non solo per utilitarie e vetture di tutti i giorni, ma anche per modelli sportivi, esclusivi e ad altissime prestazioni. Persino Ferrari sta affrontando la sfida: dopo La Ferrari e la prima ibrida plug-in SF 90 stradale, tra le curve della pista di Maranello è stato avvistato un prototipo di V6 ibrido.

Le indiscrezioni sono molte, le conferme poche. Probabilmente il propulsore andrà a equipaggiare inediti modelli di Ferrari entro il 2022, benché al momento da Maranello non siano stati rilasciati comunicati ufficiali.

Addio V8

Il V6 ibrido, verosimilmente, andrebbe a sostituire il V8 attualmente in uso su diverse Ferrari. Una riduzione dei cilindri per un ingresso di un’architettura ibrida: non è chiaro se nel progetto finale sia previsto un solo propulsore elettrico oppure due. Sconosciuta la cilindrata, così come la potenza erogata da questa nuova struttura 6 cilindri biturbo elettrificata.

I test di collaudo si stanno volgendo su quella che sembra essere una 488 adattata. A cambiare è soprattutto il sound, mentre per quanto riguarda le prestazioni, i risultati dovrebbero comunque essere estremamente interessanti vista la predisposizione di Ferrari nel realizzare automobili ad altissime prestazioni e la presenza del sistema ibrido che aggiunge ulteriore potenza.

Nuovo modello in arrivo?

Un’altra questione riguarda le possibili applicazioni di questo nuovo propulsore. Ferrari sta realizzando un nuovo progetto ingegneristico o ha giù individuato il modello su cui debutterà?. Le indiscrezioni sembrano suggerire che a Maranello l’idea potrebbe riguarda un nome storico come la Dino, anche se l’azienda ha smentito questa ipotesi.

Comunque sia, sono ancori molti i mesi che separano il debutto di questo nuovo propulsore ibrido su di un’auto di serie del cavallino rampante. L’attesa è almeno fino al 2022. Qualche informazione in più potrebbe arrivare entro fine anno, quando Ferrari mostrerà i piani relativi al 2021.