Ibride e Elettriche

Fiat 500e, la produzione rallenta per mancanza di batterie

Le attività produttive della 500 elettrica sembrano essere destinate ad una “momentanea” riduzione: a confermarlo sono alcune informazioni giunte dallo stesso stabilimento di Mirafiori. Presentata lo scorso anno, la nuova city car elettrica sta vedendo ridurre i ritmi di produzione, e si allontana sempre di più dal precedente target delle 300 unità prodotte al giorno. Stando a quanto dichiarato da Stellantis, la riduzione dei numeri di produzione è legata alla mancanza di componenti fondamentali per produrre l’elettrica Fiat.

La crisi del settore automobilistico legata alla pandemia da Covid-19 che da un anno a questa parte sta interessando il mondo intero, sembra non risparmiare nemmeno la nuova 500 elettrica. La causa della contrazione è infatti da ricondursi all’approvvigionamento delle batterie e, come conseguenza, dal prossimo 19 aprile le attività produttive che si dedicano alla 500e si ridurranno ad un solo turno di lavoro.

La ripartenza produttiva della 500 elettrica a inizio 2021 non è stata abbastanza robusta da sostenere e garantire la proroga dei 160 somministrati, con scadenza nel mese di gennaio, che erano stati inseriti nel mese di ottobre. Completare gli investimenti previsti nel vecchio piano Fca: nello specifico diventa necessaria la partenza nei prossimi mesi della produzione delle due Maserati Gc e Gt e completare il processo di elettrificazione; successivamente il nuovo piano industriale di Stellantis dovrà intervenire a rafforzare ulteriormente la capacità produttiva del Polo torinese anche con nuovi altri modelli, ha dichiarato Ferdinando Uliano, segretario nazionale della Fim Cisl.

Proseguiamo aggiungendo inoltre che l’attuale produzione della 500 elettrica è di circa 210 unità al giorno, dunque piuttosto inferiore rispetto alle unità previste dal target che la società aveva annunciato. Inevitabilmente, la carenza di batterie e la riduzione delle linee di produzione comporteranno un conseguente calo della disponibilità sul mercato della vettura. Guardando inoltre ai dati complessivi dei volumi produttivi del polo di Torino, la Fiat 500e ha chiaramente avuto un ruolo chiave nella ripresa: nel Q1 del 2021 sono stati infatti prodotti 18.311 veicoli, contro i 2.325 relativi allo stesso periodo dell’anno precedente, con la 500 che ha raggiunto le 13.002 unità.

Il libro “Fiat 500. La storia di una leggenda dal 1936 a oggi” è disponibile su Amazon.