Auto

L’angelo custode di Toyota non vi farà fare incidenti

Toyota non sta solo lavorando a tecnologie di guida autonoma come qualsiasi altro produttore di auto al mondo, ma anche a qualcosa di diverso. L'azienda lo definisce "angelo custode" (guardian angel), ed è un sistema "ibrido", in grado di prendere automaticamente il controllo della vettura, o fare sottili correzioni alle azioni del guidatore, solo in situazioni di pericolo, come un colpo di sonno o una frenata ritardata.

"Allo stesso modo dell'antibloccaggio o della frenata di emergenza, c'è un guidatore virtuale che si assicura che non abbiate un incidente togliendovi temporaneamente il controllo", ha spiegato Gill Pratt, CEO del Toyota Research Institute.

toyota guardian angel

L'azienda nipponica pensa che un approccio più graduale alla guida autonoma possa avere benefici, in quanto può essere difficile passare da un sistema autonomo al controllo totale. Secondo alcuni esperimenti sono necessari 8 o più secondi affinché i piloti ritrovino la concentrazione. I test su questo nuovo sistema saranno svolti a breve in un centro TRI vicino al Monte Fuji, e saranno avviate simulazioni negli impianti statunitensi.

Toyota avrà un approccio diverso anche alla parte di calcolo: per ottenere una maggiore efficienza energetica, l'azienda potrebbe usare chip neuromorfici altamente paralleli. Gill Pratt e James Kuffner, CTO del centro ricerche, hanno infine avanzato una "pazza idea": convincere gli altri produttori di auto a mettere insieme tutti i dati raccolti nei test sulle automobili autonome. L'obiettivo sarebbe quello di garantire la massima sicurezza delle vetture.

Elon Musk: Biography of a Billionaire Visionary Elon Musk: Biography of a Billionaire Visionary
  
Elon Musk: Tesla, SpaceX, and the Quest for a Fantastic Future Elon Musk: Tesla, SpaceX, and the Quest for a Fantastic Future