Guida all’acquisto

Migliori monopattini elettrici (marzo 2024)

Scopriamo assieme i migliori monopattini elettrici attualmente disponibili sul mercato, dal più semplice al più avanzato.

1
Il più economico
Immagine di Nilox X-Drive M1

Nilox X-Drive M1

Nilox X-Drive M1 è un monopattino elettrico economico ma di ottima qualità; sebbene non sia il più economico sul mercato, è sicuramente tra i più convenienti e rispetta tutte le normative attuali in materia di sicurezza.
2
Il più sportivo
Immagine di Ducati Pro-II EVO Advanced Safety

Ducati Pro-II EVO Advanced Safety

Ducati Pro-II EVO Advanced Safety è sicuramente uno dei migliori acquisti possibili nel setto-re dei monopattini elettrici. Questo modello vi permetterà di muovervi in città con la massima sicu-rezza grazie a leve dei freni precise e reattive. Le sue ruote da 10 pollici offrono un ulteriore suppor-to alla guida e sono progettate per ridurre al minimo il rischio di forature lungo la strada.
3
Con recupero di energia
Immagine di Segway-Ninebot F40I

Segway-Ninebot F40I

Con il suo sistema di recupero dell'energia, che permette di effettivamente raggiungere l'autono-mia dichiarata di 40 km, il Segway F40I è uno dei monopattini elettrici più avanzati a livello tec-nologico. Con questa generosa autonomia, potrete spingervi fuori città con la certezza di poter torna-re indietro senza temere che la batteria si esaurisca.
4
Il più sicuro
Immagine di Xiaomi Electric Scooter 4 Pro

Xiaomi Electric Scooter 4 Pro

Se la vostra principale preoccupazione è la sicurezza e il rischio di furto del monopattino, allora il Xiaomi Electric Scooter 4 Pro con la certificazione IoT Security di livello 3 è la scelta ideale. L'autonomia massima è di 40 km, mentre la velocità è limitata a 20 km/h.
5
Il più sofisticato
Immagine di JOYOR Y5S

JOYOR Y5S

Il monopattino elettrico Joyor Y5S è un modello pieghevole e versatile, ideale per gli spostamenti quotidiani, il tempo libero e le escursioni. È dotato di pneumatici fuoristrada da 10 pollici che offrono un'ottima trazione e ammortizzazione, anche su terreni accidentati. Il motore da 500 W consente di raggiungere una velocità massima di 40 km/h e un'autonomia fino a 70 km. Il telaio in alluminio è leggero e resistente, e la pedana è ampia e confortevole. Il manubrio è regolabile in altezza per adattarsi a diversi utenti.
Avatar di Luca Rocchi

a cura di Luca Rocchi

Managing Editor

Se le trasformazioni degli ultimi anni relative alla mobilità urbana vi stanno invogliando ad acquistare un monopattino elettrico, ma non avete la benché minima idea di quale modello sia più adatto a voi, allora siete nel posto giusto! In questa guida, infatti, approfondiremo ogni elemento che può influenzare il vostro acquisto e vi consiglieremo una serie di modelli adatti alle vostre esigenze, tenendo in considerazione il peso, le dimensioni delle ruote, l'autonomia, la qualità dei freni e la presenza o meno di ammortizzatori.

Facciamo sempre in modo che le nostre guide all'acquisto siano aggiornate secondo gli ultimi sviluppi del settore e le ultime tendenze di mercato, ed ecco perché nell'ultimo aggiornamento abbiamo controllato la lista prodotti.

Nati come mezzi ecologici e divertenti, oltre che semplici da utilizzare, un po' come le biciclette elettriche, i monopattini elettrici hanno conquistato il mercato negli ultimi anni. Oggi molte persone utilizzano questi dispositivi per spostarsi in città, preferendoli ai mezzi pubblici, poiché offrono sensazioni divertenti alla guida, unite a un basso impatto ambientale. A spingere le vendite è stato merito anche dell'introduzione del bonus mobilità da parte del governo che, in alcuni casi, può essere sfruttato anche nel 2023.

Se un tempo i monopattini elettrici potevano essere progettati in modo semplice, senza accortezze lato sicurezza, oggi anche questi dispositivi devono sottostare a precisi obblighi. Ad esempio, la velocità massima raggiungibile non deve superare i 20 Km/h, devono avere due freni indipendenti e una serie di indicatori luminosi. Grazie a queste regole, oggi si ha la certezza di acquistare monopattini elettrici sicuri, a patto che siano prodotti dopo settembre 2022, visto che tali obblighi sono entrati in vigore da quella data. I modelli entrati in commercio precedentemente dovranno adeguarsi entro la fine del 2023.

A differenza di un auto o di un motorino, con un monopattino elettrico farete un investimento minimo e beneficerete di una manutenzione molto ridotta, a patto di acquistare un modello affidabile, come quelli che vi illustreremo nella seconda parte della guida.

Prima di scoprire i nostri consigli sull'acquisto, vi anticipiamo che troverete al fianco di ogni prodotto un estratto delle caratteristiche principali, accompagnate da motivazioni che vi aiuteranno a comprendere le ragioni per cui abbiamo selezionato quel particolare prodotto. Troverete inoltre uno o più link che vi porteranno a vari store online, dove acquistare uno specifico monopattino o reperire altre informazioni tecniche.

Perché scegliere un monopattino elettrico

Ci sono diverse ragioni per scegliere un monopattino elettrico come mezzo di trasporto. In primo luogo, i monopattini elettrici offrono un modo rapido ed efficiente per spostarsi in città, soprattutto nelle aree congestionate del traffico, consentendo di evitare il traffico e di raggiungere facilmente destinazioni altrimenti difficili da raggiungere con mezzi tradizionali. Inoltre, sono un'opzione di trasporto ecologica, poiché non emettono gas nocivi e non producono rumore, contribuendo così a ridurre l'inquinamento atmosferico e acustico.

I monopattini elettrici sono anche economici da utilizzare, poiché richiedono solo una piccola quantità di energia elettrica per la ricarica e possono essere una soluzione più conveniente rispetto all'utilizzo di auto o mezzi pubblici su lunghe distanze.

Monopattino elettrico e Codice della Strada 

Attualmente, l'utilizzo dei monopattini elettrici comporta una serie di obblighi e regolamenti che variano da luogo a luogo, ma che generalmente mirano a garantire la sicurezza stradale e il rispetto dell'ambiente. In linea generale, un monopattino elettrico per essere conforme al CdS e girare quindi su strade pubbliche deve avere:

  • assenza di posti a sedere;
  • motore elettrico di potenza nominale continua non superiore a 0,50 kW;
  • segnalatore acustico;
  • regolatore di velocità;
  • la marcatura 'CE' prevista dalla direttiva 2006/42/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 maggio 2006
  • indicatori luminosi di svolta e di freno su entrambe le ruote per i monopattini a propulsione prevalentemente elettrica già in circolazione entro il 1° gennaio 2024;
  • indicatori luminosi di svolta e di freno su entrambe le ruote per i monopattini commercializzati in Italia a decorrere dal 1° luglio 2022.

Monopattino elettrico e assicurazione

Attualmente, l'obbligatorietà dell'assicurazione per i monopattini elettrici non è presente in Italia ma si prevede che la situazione possa modificarsi. La tendenza generale sta virando verso una maggiore regolamentazione e controllo sui monopattini elettrici, quindi è possibile che in futuro un'assicurazione diventi obbligatoria in un numero sempre maggiore di luoghi. Ciò potrebbe essere motivato dal desiderio di garantire una maggiore sicurezza stradale e una migliore protezione per gli utenti dei monopattini elettrici, nonché per gli altri utenti della strada.

Monopattino elettrico e casco

L'evoluzione del mercato della mobilità urbana ha conosciuto una crescita esplosiva negli ultimi anni, ma finora utenti e produttori hanno dovuto affrontare una giungla di incertezze riguardo all'utilizzo, agli obblighi e ai diritti relativi ai monopattini elettrici e alle biciclette a pedalata assistita. La burocrazia ha faticato a tenere il passo con questa nuova realtà, limitandosi a interventi frammentati anziché creare un sistema normativo completo.

Tuttavia, una svolta sembra essere all'orizzonte: il Consiglio dei Ministri ha recentemente dato il via libera a una nuova disposizione che rende obbligatorio l'uso del casco durante la guida dei monopattini elettrici. Sebbene sia ancora in fase preliminare, l'ampio consenso ricevuto indica la volontà di prendere decisioni concrete per regolare questo settore in futuro.

In base alla nuova normativa, l'obbligo del casco si applica esclusivamente ai conducenti minorenni, riconoscendo l'importanza della sicurezza stradale indipendentemente dal mezzo utilizzato. È da sottolineare che l'età minima per guidare un monopattino elettrico è di 14 anni.

Come scegliere un monopattino elettrico

I monopattini elettrici sono strumenti relativamente semplici il cui unico scopo è quello di portarci da un punto A ad un punto B della nostra città in totale comfort e sicurezza. Proprio per garantire a noi stessi che questi due importanti aspetti vengano rispettati al momento dell'acquisto di un monopattino elettrico, dobbiamo esaminare le componenti fondamentali di tali prodotti e scegliere, anche in base alle nostre esigenze ed aspettative, quali caratteristiche privilegiare e con quali invece siamo disposti a scendere a compromessi per non sforare troppo dal nostro budget prefissato. 

Batteria di un monopattino elettrico

Al momento dell'acquisto del nostro nuovo monopattino elettrico la prima cosa che andremo a guardare sarà sicuramente l'autonomia in termini di chilometri percorribili. Da un punto di vista "sicurezza", i monopattini che vi abbiamo consigliato nel nostro articolo sono tutti costruiti, progettati e testati da marchi affidabili: acquistando uno di loro, non correrete il rischio di spiacevoli surriscaldamenti. Potrebbe sembrare un'eventualità remota, ma con prodotti di dubbia provenienza e serietà non è raro si siano verificati incendi.

Messa in chiaro la questione sicurezza, possiamo quindi parlare delle batterie in sé. L'autonomia dichiarata dal costruttore, esattamente come accade per le automobili, è influenzata da tanti fattori tra cui il peso, la velocità adottata, la quantità di salite affrontate e la loro pendenza, il livello di carica e, per i modelli che lo supportano come vedremo nel prossimo paragrafo, la forza della frenata rigenerativa che andremo ad impostare secondo le nostre preferenze. In generale, i valori previsti dalla casa madre non si discostano di molto dalla realtà e lasciandosi un paio di chilometri di autonomia come limite margine, non dovremmo aver alcun problema a recarci a destinazione e tornare a casa.

Alcuni modelli, a fronte di un peso maggiore, offrono batterie estremamente capienti che consentono percorrenze che superano agevolmente i 50 Km, in questo caso però ne risente la maneggevolezza e il trasporto e se questi dovessero essere fattori per noi importanti, sarebbe meglio orientarsi verso altre soluzioni.

Quali? Il mercato è fortunatamente vario e offre prodotti per tutti i gusti, alcuni monopattini elettrici consentono l'inserimento di una batteria aggiuntiva che può essere agganciata al monopattino e rimossa quando invece i tratti da percorrere sono più brevi. Per chi ha bisogno di mantenere una certo grado di trasportabilità, ma non ha intenzione di privarsi del suo nuovo mezzo di trasporto green per raggiungere destinazioni più lontane del solito, è sicuramente questa la categoria di prodotti da ricercare.

Freni di un monopattino elettrico

L'unico limite tra noi e il cocente e duro asfalto, il muro del palazzo, il palo o il gatto che spunta all'improvviso, sono i freni. Anche in questo caso, è importante rivolgersi a marchi affidabili durante l'acquisto di un monopattino elettrico perché fidatevi, non vorreste mai avere la sensazione che qualcosa vada storto con la frenata quando a 30Km/h vi ritroverete un ostacolo improvviso e impossibile da aggirare.

Per quanto riguarda i monopattini elettrici, il tipo di freni disponibile ricade solitamente in tre categorie: meccanico, a disco ed elettrico. Il primo non è nient'altro che il classico freno con cui, tramite il piede posteriore, andiamo a rallentare la cosa del monopattino premendo verso il basso una sorta di "parafango" che avvolge superiormente la ruota. Questo tipo di freno è detto "Flex Fender".

Il freno a disco non ha bisogno di presentazioni. Tra i 3 è sicuramente il tipo di freno più efficace e come per il Flex Fender, risulta facilmente modulabile. Considerano che la frenata avviene tramite una leva posta sul manubrio e che, se già possessori di biciclette, dovremmo aver una certa sensibilità nell'applicare la giusta forza per ridurre gli spazi di frenata al minimo senza inchiodare, il freno a disco potrebbe essere senza ombra di dubbio una giusta scelta.

Il freno elettrico è ovviamente il più tecnologico tra quelli citati, il più utile, ma anche il più difficile da gestire i primi tempi. Questo modalità di frenata si attua tramite un "pulsante" montato sul manubrio che, agendo come una piccola leva da attuare col pollice, rallenta la corsa del monopattino elettrico sfruttano direttamente l'enorme forza di frenata che solo i motori elettrici sono in grado di garantire. Abbiamo definito questo tipo di frenata come "utile" perché contribuisce alla ricarica della batteria.

Capitolo a parte lo merita la frenata rigenerativa che avviene al rilascio dell'acceleratore. Questa ricarica la batteria rallentando il monopattino senza alcun tipo di intervento da parte nostra su alcun pulsante. Se da un punto di vista energetico potrebbe sembrare una soluzione allettante, in realtà, prima di impostarla tramite applicazione sui monopattini che la supportano, va ponderata molto bene la decisione sul suo grado di incisività, soprattutto in base ai percorsi da noi intrapresi quotidianamente. Se infatti i nostri tragitti fossero tutti in pianura, una impostazione che al rilascio dell'acceleratore consenta la planata, sarebbe sicuramente molto più interessante di una frenata invasiva anche quando non richiesta. In aggiunta a ciò, per esperienza personale, posso assicurarvi che prima di decidere di impostarla sia su una forza media, sia su una forza elevata, è bene prendere confidenza con questa modalità di guida: rilasciare tutto l'acceleratore a 35 Km/h e trovarsi praticamente a rallentare nello spazio di pochi metri a causa di un'elevata frenata rigenerativa, è tutto tranne che un'esperienza piacevole.

Molti monopattini di fascia medio-alta adottano un mix di questi tre tipi di frenata, sta a voi trovare quello che più vi aggrada e quello con cui più vi sentite a vostro agio.

Ruote di un monopattino elettrico

Nonostante si tratti di un componente di primaria importanza, la decisione sul tipo di ruota che vorremo per il nostro monopattino è del tutto personale. Potremo optare per due principali modelli: ruote con camera d'aria e ruote Flat Free, ovvero ruote "piene".

Gli pneumatici con camera d'aria sono sicuramente più confortevoli rispetto ai Flat Free. Quest'ultimi però non richiedono alcun tipo di manutenzione e non sono per nulla soggetti a forature. Prima di orientarvi su quelli muniti di camera d'aria a causa delle innumerevoli buche presenti nella vostra città, valutate attentamente anche il sistema di ammortizzamento dei monopattini elettrici dotati di ruote piene: se abbastanza performante da compensare la mancanza di una camera d'aria, cercate di preferire questo tipo di prodotti in quanto una foratura a svariati chilometri da casa che vi rovinerebbe la giornata, potrebbe essere sempre dietro l'angolo.

Accessori e applicazioni di un monopattino elettrico

Altri elementi che potrebbero interessarvi durante l'acquisto di un monopattino elettrico sono la trasportabilità, la maneggevolezza e tutte le svariate chicche che un prodotto del genere può offrire.

Se ad esempio voleste un monopattino facile da trasportare, oltre a guardare il peso, dovreste informarvi sui meccanismi di aggancio/sgancio rapido del manubrio con la pedana. Alcuni monopattini sono più facili da ripiegare rispetto ad altri, ma questo non vuol dire dover rinunciare a una grande stabilità e sensazione di robustezza una volta aperti.

Molti produttori offrono accessori ufficiali che ben si adattano alle dimensioni del manubrio. Ad esempio, immaginando di voler utilizzare il cellulare come navigatore, sarebbe utile informarsi su chi offre gli accessori più comodi, ma soprattuto su chi presenta sullo store delle app del nostro smartphone, l'applicazione che meglio si interfaccia col monopattino e che offre le funzioni di cui abbiamo esattamente bisogno. Non dimenticate che lo spazio sul manubrio è limitato, agganciare il cellulare e perdere di vista le informazioni principali sulla velocità e la batteria, non è esattamente una buona idea, meglio quindi utilizzare accessori ufficiali ed applicazioni che ci mostrino tutto ciò di cui abbiamo bisogno.

Infine, per chi volesse utilizzare il monopattino nelle ore più buie, sarebbe utile dare un'occhiata ai dispositivi di sicurezza venduti come optional o presenti di fabbrica come i catarifrangenti e il faro installato sul manubrio per illuminare la strada di fronte. Anche i led, a parte il donare appariscenza per chi ne fosse interessato, soprattutto la sera possono trasformarsi in dispositivi salvavita aiutando gli altri ad individuarci più facilmente nel buio.

1. Nilox X-Drive M1

Immagine di Nilox X-Drive M1

Il più economico

Nilox X-Drive M1 è un monopattino elettrico economico ma di ottima qualità; sebbene non sia il più economico sul mercato, è sicuramente tra i più convenienti e rispetta tutte le normative attuali in materia di sicurezza.
  • Ottimo rapporto qualità prezzo , Frenata sicura , Guida confortevole
  • Autonomia limitata , Ruote da 8"

Nonostante non sia il monopattino più economico sul mercato, è senza dubbio uno dei più convenienti e rispetta tutte le attuali normative di sicurezza. Questo monopattino è dotato di importanti sistemi di sicurezza, tra cui ruote di dimensioni minime di 8 pollici e un sistema frenante doppio e indipendente; il freno posteriore è a disco, garantendo una frenata pronta ed efficace in caso di emergenza. Inoltre, le gomme sono pneumatiche e riempite d'aria, il che significa che sono progettate per assorbire gli urti e le vibrazioni, offrendo una guida sicura e confortevole anche su superfici irregolari o accidentate. Questa caratteristica non è comune a tutti i modelli, dato che alcuni monopattini hanno ruote solide che possono risultare meno stabili su terreni sconnessi.
Il motore da 350W permette di raggiungere una velocità massima di 25 km/h, ma è anche disponibile una modalità di limitazione della velocità a 20 km/h, in conformità con le ultime normative. La batteria si ricarica completamente in soli 4 ore e consente di percorrere fino a 25 km con una singola carica, in linea con altri monopattini della stessa fascia di prezzo.
Un ulteriore vantaggio di questo monopattino è la possibilità di sbloccarlo in modo sicuro tramite NFC. Questa caratteristica, unita alle altre specifiche tecniche, lo rende una scelta eccellente per chi cerca un monopattino elettrico moderno ma accessibile dal punto di vista economico.

2. Ducati Pro-II EVO Advanced Safety

Immagine di Ducati Pro-II EVO Advanced Safety

Il più sportivo

Ducati Pro-II EVO Advanced Safety è sicuramente uno dei migliori acquisti possibili nel setto-re dei monopattini elettrici. Questo modello vi permetterà di muovervi in città con la massima sicu-rezza grazie a leve dei freni precise e reattive. Le sue ruote da 10 pollici offrono un ulteriore suppor-to alla guida e sono progettate per ridurre al minimo il rischio di forature lungo la strada.
  • Autonomia superiore alla media , App dedicata , Ruote da 10" per una guida più precisa
  • Colorazione total black che potrebbe non piacere , Display ingombrante

Per gli appassionati di motorsport, il Ducati Pro-II EVO Advanced Safety rappresenta sicuramente uno dei migliori investimenti nel mondo dei monopattini elettrici. Questo modello offre un livello di sicurezza eccezionale per gli spostamenti in città, grazie a leve dei freni precise e ben calibrate. Le sue robuste ruote da 10 pollici forniscono un ulteriore supporto alla guida e sono progettate per minimizzare il rischio di forature lungo il percorso. Inoltre, la doppia sospensione garantisce un elevato confort di guida, rendendolo perfetto per affrontare strade non perfettamente lisce.
Questo monopattino offre un'autonomia superiore alla media, consentendo di coprire fino a 40 km con una sola carica. Questa prestazione lo rende ideale per gli spostamenti su distanze più lunghe senza preoccupazioni sulla durata della batteria. 
L'applicazione dedicata al monopattino è altamente funzionale e ben progettata. Oltre a monitorare lo stato del monopattino, offre anche la possibilità di richiedere assistenza in tempo reale attraverso una pratica funzione di chat. Questo rende l'esperienza di utilizzo ancora più semplice e comoda.

3. Segway-Ninebot F40I

Immagine di Segway-Ninebot F40I

Con recupero di energia

Con il suo sistema di recupero dell'energia, che permette di effettivamente raggiungere l'autono-mia dichiarata di 40 km, il Segway F40I è uno dei monopattini elettrici più avanzati a livello tec-nologico. Con questa generosa autonomia, potrete spingervi fuori città con la certezza di poter torna-re indietro senza temere che la batteria si esaurisca.
  • Sistema di recupero di energia , Display compatto , Stabile in tutte le condizioni
  • Indicatori di direzione ingombranti , Nessun ammortizzatore

Grazie al suo innovativo sistema di recupero dell'energia, che consente di raggiungere effettivamente l'autonomia dichiarata di 40 km, il Segway F40I è uno dei monopattini elettrici più avanzati dal punto di vista tecnologico. Questa generosa autonomia offre la sicurezza di poter esplorare la città senza preoccuparsi di rimanere a corto di batteria durante il percorso di ritorno.
La serie F di monopattini elettrici di questo rinomato produttore è stata progettata per offrire un'esperienza di guida piacevole e sicura, rendendo gli spostamenti in città efficienti ed ecologici. Oltre all'eccezionale autonomia, il Segway F40I offre anche una potenza considerevole. Il motore può affrontare pendenze fino al 20%, eliminando le preoccupazioni per le salite. 
Quanto alla sicurezza, il Segway F40I è tra i migliori della sua categoria. Le ruote da 10 pollici garantiscono stabilità e aderenza sulla strada, mentre il sistema di freni a doppio disco assicura un arresto tempestivo e sicuro. Inoltre, il monopattino è dotato di luci e indicatori per aumentare la visibilità sulla strada, migliorando così la sicurezza durante gli spostamenti. 

4. Xiaomi Electric Scooter 4 Pro

Immagine di Xiaomi Electric Scooter 4 Pro

Il più sicuro

Se la vostra principale preoccupazione è la sicurezza e il rischio di furto del monopattino, allora il Xiaomi Electric Scooter 4 Pro con la certificazione IoT Security di livello 3 è la scelta ideale. L'autonomia massima è di 40 km, mentre la velocità è limitata a 20 km/h.
  • Autonomia , Codice QR univoco , Motore potente
  • Ingombrante , Ancora non conforme al CdS

Se la vostra principale preoccupazione è la sicurezza e la protezione dal furto del monopattino, allora il Xiaomi Electric Scooter 4 Pro con certificazione IoT Security di livello 3 è la scelta ideale. Questo modello è stato progettato con una particolare attenzione alla sicurezza delle connessioni e dei dati personali dell'utente.
Una caratteristica chiave è la presenza di un codice QR univoco che garantisce che solo voi possiate autenticare l'accesso al monopattino, riducendo al minimo il rischio di furto. Oltre alla sicurezza, il Xiaomi Electric Scooter 4 Pro offre prestazioni tecniche eccellenti. Con un potente motore da 700W, è in grado di gestire agevolmente la velocità autolimitata a 20 km/h.
Inoltre, l'autonomia di questo modello è eccezionale, con una distanza massima di percorrenza che può arrivare fino a 40 km. Questo risultato è reso possibile non solo grazie all'efficienza della batteria, ma anche grazie al telaio super leggero realizzato in alluminio di grado aerospaziale. 

5. JOYOR Y5S

Immagine di JOYOR Y5S

Il più sofisticato

Il monopattino elettrico Joyor Y5S è un modello pieghevole e versatile, ideale per gli spostamenti quotidiani, il tempo libero e le escursioni. È dotato di pneumatici fuoristrada da 10 pollici che offrono un'ottima trazione e ammortizzazione, anche su terreni accidentati. Il motore da 500 W consente di raggiungere una velocità massima di 40 km/h e un'autonomia fino a 70 km. Il telaio in alluminio è leggero e resistente, e la pedana è ampia e confortevole. Il manubrio è regolabile in altezza per adattarsi a diversi utenti.
  • Autonomia elevata , Motore potente , Versatile
  • Pesante , Ingombrante

Joyor Y5S è un monopattino elettrico pieghevole che offre una combinazione di prestazioni, versatilità e comfort. È dotato di pneumatici fuoristrada da 10 pollici che offrono un'ottima trazione e ammortizzazione, anche su terreni accidentati. Il motore da 500 W consente di raggiungere una velocità massima di 40 km/h e un'autonomia fino a 70 km.
Il telaio in alluminio è leggero e resistente, e la pedana è ampia e confortevole. Il manubrio è regolabile in altezza per adattarsi a diversi utenti. Grazie alla sua versatilità, il Joyor Y5S è ideale per gli spostamenti quotidiani, il tempo libero e le escursioni. È perfetto per chi cerca un monopattino elettrico affidabile e confortevole, che possa essere utilizzato in diverse condizioni.