Auto

Nasce Estrema Fulminea, l’hypercar elettrica italiana da oltre 2.000 cavalli

Il mercato delle hypercar e più in particolare di quelle spinte con un propulsore green sembra in forte crescita; nell’ultimo periodo abbiamo assistito ad una vera e propria esplosione da parte sia di costruttori storici, come Lotus con Evija, sia di volti completamente nuovi, come ad esempio Aspark.

Alla lunga lista si aggiunge anche Fulminea, la nuova vettura del brand Estrema nata dalle volontà di Gianfranco Pizzuto, pioniere nel settore della mobilità elettrica e cofondatore del marchio Fisker. Estrema Fulminea è nome decisamente accattivante che ci ricorda Intensa Emozione, un’altra hypercar nata negli ultimi anni dotata tuttavia di un motore endotermico V12 di derivazione (o ispriazione) Ferrari.

Estrema Fulminea è una vettura completamente elettrica e caratterizzata da un design estremamente aerodinamico, vicino quindi al concetto di hypercar esterma al quale siamo abituati. Purtroppo le informazioni a riguardo sono ancora ben poche e troviamo difficile poter scorgere le reali forme e soluzioni adottata dal costruttore per rendere la vettura veloce, sicura e precisa nei movimenti. Nonostante l’aspetto poco chiaro e definito, Fulminea sembra seguire tutti i principali stilemi delle vetture del suo segmento, come ad esempio la carrozzeria in carbonio costruita intorno ad un telaio monoscocca sempre in fibra di carbonio.

Il powertrain è gestito da quattro motori elettrici sincroni a magneti permanenti, capaci di generare complessivamente una potenza di 2.040 CV. Le prime informazioni condivise suggeriscono un’autonomia di circa 520 Km (nel ciclo WLTP) assicurato da una batteria da 100 kWh. Nessuna indiscrezione riguardante la potenza frenante anche se è lecito supporre la presenza di dischi carbo-ceramici ad alte prestazioni.

La vera punta di diamante è rappresentata dal pacco batterie, sviluppato in collaborazione con il gruppo ABEE (Avesta Battery & Energy Engineering) e con la Imecar Elektronik, caratterizzato da una densità energetica di 450 Wh/kg e un peso complessivo di poco inferiore ai 300 Kg. Numeri importanti che suggeriscono una vera e propria innovazione nel settore; per fare un paragone, la batteria da 42 kWh della Fiat 500e raggiunge un peso del tutto analogo.

Complice il peso di circa 1.500 Kg, la vettura assicura prestazioni da record con uno scatto da 0 a 320 Km/h inferiore a 10 secondi: praticamente prestazioni vicine a quelle di una MotoGP. Prodotta in 61 esemplari e proposta ad un prezzo ancora non comunicato, Estrema Fulminea sarà omologata per uso cittadino e l’arrivo è previsto per la fine del 2023.