Motorsport

Pauroso incidente alla 24 ore di Spa: 4 vetture distrutte

Moltissima paura alla 24 ore di Spa-Francorchamps del weekend che si è appena concluso dove si è registrato un violento incidente che ha coinvolto Lamborghini, Ferrari e Porsche da gara. L’impatto è avvenuto durante il terzo appuntamento del Campionato GT World Challenge Europe, più precisamente dopo pochi minuti dalla partenza, quando le vetture di quattro piloti, Jack Aitken (Lamborghini numero 114 del team Emil Frey Racing), Davide Rigon (Ferrari numero 71 Iron Lynx), Kevin Estre (Porsche 911 GT3 numero 21) e Franck Perera (Lamborghini del team Emil Frey Racing), si sono toccate provocando un violento incidente.

emilfreyracing

Obbligatorio l’ingresso in pista della Safety Car per permettere ai soccorritori di intervenire in totale sicurezza e valutare le condizioni dei driver coinvolti. La gara è stata sospesa per 40 minuti per consentire anche la pulizia del circuito belga e la rimozione di tutti i detriti. Fortunatamente nessuna seria conseguenza per i quattro piloti che sono usciti quasi illesi dall’impatto; il più grave è Aitken che ha riportato fratture alla clavicola e a una vertebra. Le ferite del pilota britannico hanno incluso anche una lieve contusione polmonare. Gli altri piloti invece sono stati dimessi dall’ospedale dopo i controlli e le verifiche di rito.

A giudicare dalle numerose immagini a disposizione, sembra che Aitken abbia perso il controllo in uscita dal Raidillon, uno dei punti più ostici del tracciato, fermandosi davanti alla traiettoria di un’altra vettura. Forse anche a causa della visibilità limitata dovuta proprio all’incidente, altre due vetture si sono scontrate provocando un colpo agghiacciante simile a quello registrato in Formula 2 nel 2019, quando perse la vita il francese Antoine Hubert.

Aitken, in un post su Twitter, ha ringraziato Lamborghini Squadra Corse per aver realizzato un telaio così solido capace di resistere ad un urto imprevedibile come quello registrato nel tracciato. Difficile capire quando i piloti potranno tornare a correre.