Tom's Hardware Italia
Auto

Tesla non pagherà l’imposta sulle vendite dei veicoli in Cina

Tesla riceve un'esenzione dalle imposte sulle vendite dal governo cinese in risposta alla continuativa guerra commerciale tra le due superpotenze.

Tesla ha ottenuto da parte del governo cinese un’esenzione dall’imposta sulle vendite dei suoi veicoli. La Cina ha quindi inserito i veicoli Tesla, tra cui Model S, Model X e Model 3, all’elenco di veicoli elettrici che beneficiano di esenzioni dall’imposta sulle vendite di veicoli del 10%.

Ricordiamo che fin ora i veicoli inclusi nella lista erano solamente quelli prodotti nella stessa Cina. Da parte del governo non ci sono state spiegazioni sulla decisione presa.

L’esenzione arriva proprio nel periodo in cui Tesla ha “dovuto” aumentare i prezzi dei veicoli di circa il 3% a causa dei tassi di cambio e soprattutto alla guerra commerciale in corso tra Cina e Stati Uniti. L’azienda di Elon Musk ha però annunciato che l’esenzione potrebbe far risparmiare ai futuri acquirenti fino a 99.000 Yuan ( circa 12.564 euro) per l’acquisto di un nuovo veicolo.

Come sottolineato dallo stesso Fred Lambert di Electrek, la decisione presa dal governo cinese potrebbe essere di grande aiuto per un ulteriore sviluppo di Tesla: non ci sarà solamente un numero maggiore di potenziali acquirenti, ma di conseguenza anche un gran numero di veicoli da produrre. Se tutto andrà per il verso giusto, il brand Tesla raggiungerà numeri di maggiore crescita, confermandosi come uno dei più forti sul mercato locale.