Auto

Volvo XC40 Recharge, il primo SUV elettrico di Göteborg

Volvo ha svelato la nuova XC40 Recharge, il primo veicolo completamente elettrico del brand che vanta ben 408 CV ed un’autonomia di 400 km.

Come molte altre azienda automobilistiche, Volvo ha deciso di lanciare XC40 Recharge impegnandosi a ridurre le emissioni legate alla produzione dei veicoli in previsione del raggiungimento del celebre “impatto zero”, previsto per il 2040. Ponendo in cima alla propria lista questo obbiettivo, la casa svedese ha annunciato che da qui al 2025 l’intera gamma sarà rappresentata da nuovi veicoli elettrici e ibridi (nelle tre declinazioni) marchiati, appunto, “Recharge”.

Hakan Samuelsson, amministratore delegato di Volvo, ha mostrato grande entusiasmo per l’obiettivo prefissato, aprendo in tal modo la strada alla mobilità elettrica:

L’abbiamo detto più volte: per Volvo Cars il futuro è elettrico. Oggi facciamo un nuovo importante passo in quella direzione con il lancio della nostra XC40 completamente elettrica e della linea di ricarica per auto.

La nuova XC40 è quindi la capostipite della futura linea elettrificata di Volvo. XC40 Recharge è inoltre la prima Volvo ad integrare il sistema di infotainment basato su Android ed in grado di ricevere degli aggiornamenti software over-the-air (OTA).

Il SUV integra un doppio motore elettrico, suggerito dalla sigla aggiuntiva P8, che sviluppa una potenza totale di 408 CV. L’autonomia, stimata ad oltre 400 km, viene resa possibile dalla  presenza di un pacco batteria da 78 kWh, che potrà essere ricaricato, utilizzando una potenza continua di 150 kW, fino all’80% in soli 40 minuti. Con il pacco batteria da 78 kWh la Volvo XC40 sviluppa, inoltre, 660 Nm di coppia, una caratteristica che permette al SUV di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi, raggiungendo una velocità massima di 180 km/h.

Il design rimane pressoché simile all’XC40 “tradizionale”, le differenze infatti sono davvero minime, come la presenza del logo Recharge e una calandra anteriore orstruita per migliorare l’efficienza aerodinamica. Il peso varia tra 2150 e 2250 kg (a seconda delle opzioni). Nella versione elettrica si è riuscito ad ottenere maggiore spazio anteriore a fronte di un restringimento del volume di carico al posteriore, finalizzato a  413 l.

Per il momento non sono stati ufficializzati prezzi e data di lancio sul mercato, nonostante sia probabile che la prima elettrica di Volvo venga commercializzata al di sopra del tetto dei 50mila euro. A mitigare il prezzo c’è il programma di rimborso totale, ideato da Volvo per rendere gratuite le ricariche effettuate dai propri clienti durante il primo anno di utilizzo.