IT Pro

Da Palo Alto Networks una Cloud Security per i provider

Palo Alto Networks ha annunciato che nel corso del suo Epic Cloud Security Event, mostrerà nuove funzionalità cloud all’interno della sua Palo Alto Networks Next-Generation Security Platform, pensate per prevenire il successo di attacchi cyber nel cloud.

Le innovazioni annunciate hanno  l’obiettivo di porre a disposizione delle aziende che operano in ambienti ibridi e multi-cloud un’offerta di sicurezza ampia e di livello costante, in grado di integrarsi direttamente con i workload e l’infrastruttura cloud.

Numerose le funzionalità per una sicurezza costante per gli ambienti cloud. Comprendono:

  • Protezione che copre cloud e location differenti: la Palo Alto Networks Next-Generation Security Platform estenderà la protezione dei workload nel cloud alla Google Cloud Platform, oltre a migliorare le funzionalità per ambienti AWS e Azure.
  • Gestione a prova di cloud: la soluzione Panorama di network security management sarà supportata su tutti i principali cloud, con  implementazione e management semplificate e gestite centralmente per tutti i next-generation firewall, fisici e virtuali della linea VM, di Palo Alto Networks.
  • Integrazione automatica per workflow lineari in ambienti multi-cloud: sono funzionalità di auto-scaling per AWS e supporto aggiuntivo ad Azure Security Center e Google Cloud Deployment Manager volte a semplificare le implementazioni e consentire una scalabilità sulla base dei variabili requisiti cloud.
  • Data security e compliance sui tre cloud principali: Ulteriori protezioni verranno fornite dal servizio di sicurezza Aperture, per consentire l’identificazione e il monitoraggio di risorse cloud, evitare la perdita di dati sensibili, consentire il monitoraggio di comportamenti rischiosi o sospetti a livello di admin e fornire protezione aggiuntiva rispetto a errate configurazioni di sicurezza e propagazione del malware.
  • Prevenzione di attacchi zero-day: la protezione avanzata Traps permette di prevenire attacchi zero-day su workload Linux su tutti i cloud principali, in aggiunta al supporto già esistente di workload Windows.

Per quanto riguarda la disponibilità effettiva, gli aggiornamenti ai next-generation firewall virtuali della linea VM, il servizio di sicurezza Aperture, Panorama e Traps saranno generalmente disponibili nel corso di marzo 2018.