IT Pro

I nuovi Smart-UPS On-Line da Schneider Electric

Schneider Electric ha annunciato la nuova gamma di Smart-UPS On-Line APC by Schneider Electric da 5 – 10kVA. Le unità da 6 -10kVA sono UPS monofase dotati della funzionalità di fattore di potenza unitario, mentre l'UPS 5kVA ha un fattore di potenza pari a 0.9.

 "Con l'aumento del costo dell'energia e delle preoccupazioni legate all’efficienza, i responsabili IT e i facility manager devono poter minimizzare gli sprechi, garantendo una migliore integrazione tra infrastrutture e requisiti di carico,” ha dichiarato Bill Manning, VP Business Power Solutions, Schneider Electric.

I nuovi UPS di Schneider Electric

“La nostra serie di UPS con fattore di potenza unitario aiuta a ridurre gli sprechi e a semplificare la protezione dell'alimentazione. Il fattore di potenza unitario fornisce una maggiore potenza effettiva per gli alimentatori switching con correzione di fattore di potenza attiva (Switched Mode Power Supplies) che si trovano comunemente nella maggior parte dei server IT e apparecchiature di rete".

La società produttrice li propone come soluzione ideale per una vasta gamma di applicazioni, dalle server room, agli uffici di filiale, alla protezione dell’alimentazione.

APC Smart-UPS On-Line utilizza una topologia on-line a doppia conversione. L'inverter fornisce potenza regolata su base continuativa e permette al gruppo di continuità di essere utilizzato per proteggere le apparecchiature che non resistono alla minima caduta di tensione o variazione di frequenza (per esempio i dispositivi con alimentatori lineari, diffusissimi nell’industria di processo e di controllo).

 Inoltre, dal momento che la maggior parte di computer e apparecchiature di rete può facilmente sopportare piccole pause di tensione (> 20ms), lo Smart-UPS On-Line può funzionare anche in modalità green ad elevata efficienza operativa.

Ciò significa che, a regime, le operazioni a doppia conversione vengono bypassate per consentire all’UPS un’efficienza fino al 97% . Ciò non solo riduce il consumo di elettricità e i costi, ma, osserva l'azienda, anche la necessità di raffreddamento, dal momento che i dispositivi in questa modalità operativa disperdono meno calore. La diminuzione del calore, inoltre, favorisce anche una maggiore durata delle componenti essenziali, come le batterie.