IT Pro

Ibm arricchisce il DevOps con UrbanCode

L'acquisizione di UrbanCode da parte di Ibm testimonia il fermento in ambito DevOps (Development and Operations), cioè tutte le attività che vanno dallo sviluppo del software applicativo alla sua manutenzione e distribuzione.

Il dinamismo di mondi come mobile computing, social media, big data e cloud, infatti, impone che la distribuzione del software avvenga  più rapidamente e con maggiore frequenza.

A conferma di questo, uno studio condotto dall’Ibm Institute for Business Value rileva che quasi il 70% delle aziende che sviluppano software per acquisire vantaggio competitivo supera i concorrenti in termini di profittabilità.

Con la tecnologia di UrbanCode, sostengono in Ibm, le aziende possono ridurre da mesi a minuti i tempi richiesti per portare sul mercato aggiornamenti o nuove applicazioni. È così possibile ridurre costi e rischi, rispondendo ai cambiamenti delle esigenze con un aggiornamento "pronto" di servizi e applicazioni in base ai feedback ricevuti.

 

Con il software acquisito insieme a UrbanCode, Ibm prosegue nella  propria strategia DevOps, concepita per semplificare e velocizzare l’intero processo di sviluppo e distribuzione del software per le imprese.

Le nuove funzionalità vanno anche a potenziare, come evidenziano presso Ibm, le iniziative Ibm SmartCloud e Ibm MobileFirst. Più precisamente, spiegano presso la società statunitense, grazie alla combinazione del software UrbanCode con la tecnologia Ibm Worklight, le imprese possono sviluppare e rilasciare un’applicazione per qualsiasi dispositivo mobile nel giro di ore, rispetto ai giorni necessari in passato.

La soluzione UrbanCode funziona inoltre con le applicazioni tradizionali, tra cui middleware, database e business intelligence.