Reseller

Icecat conferma la crescita del canale online

Icecat, la società specializzata nella pubblicazione di schede tecniche (data-sheet) di prodotti, ha realizzato uno studio sulla base dei dati a sua disposizione in cui è emerso l'andamento nel terzo trimestre del 2014 del canale online.

Innanzitutto secondo Icecat il canale online è cresciuto del 76% nel 3Q del 2014, dato che deriva dal numero di download delle schede tecniche che è aumentato della stessa percentuale e dal numero di partner di canale connessi che è cresciuto del 24%.

In dettaglio nel trimestre considerato Icecat ha raggiunto il record di 966 milioni di download di data-sheet relativi ai prodotti di 9.247 marche diverse in 157 Paesi. Il numero dei brand descritti e le categorie supportate sono aumentati rispettivamente del 36% e del 16%.

A livello di Paese c'è stato un incremento dei download dalla Polonia (+ 9,7%), dai Paesi Bassi (+ 7,2%) e dalla Germania (+ 7,2%). La Cina, come prevedibile, rimane il Paese che sta crescendo più velocemente nell’Est-asiatico secondo l'indice Icecat, mentre la Russia è uscita dalla classifica dei Top 20 (mercati di e-commerce), presumibilmente a causa della situazione economica resa più instabile dai difficili rapporti con l’Ucraina. In calo è anche la Svezia che ha ridotto il numero di schede scaricate (-0,3%), probabilmente per una tendenza al consolidamento del settore e-commerce.  

In definitiva sono l'Europa, la Cina e Gli Stati Uniti a formare i primi 20 mercati dell'e-commerce con una tendenza a rafforzare la propria posizione.

Andamento del settore informatico

Apple (+ 419%), Lenovo (+ 271%) e Acer (+ 120%) sono i marchi che stanno andando meglio nel settore dell'informatica con crescite progressive nei download dei data-sheet di anno in anno. Apple sta beneficiando soprattutto dalla linea di iPhone 5. Lenovo, invece, guadagna la seconda posizione nel canale online globale scavalcando Samsung e Sony nelle categorie di pc e notebook.

Si tratta di un periodo di  ristrutturazione che caratterizza la produzione di pc e che porta persino Hp, finora regina incontrastata, a una crescita del 102%, mentre Philips sperimenta per la prima volta una battuta di arresto (-16%) nella popolarità online.

Tra i marchi più in crescita nel canale online del trimestre in questione ci sono rispettivamente i Do-It-Yourself fornitore Proxxon, il fornitore di connettività di Blackbox e gli smartphone a marchio accessorio MusicSkins. Apple è l'unica grande marca che non smette di avere una crescita consistente.

Un risultato interessante lo sta facendo il settore degli strumenti a supporto del  lavoro e in particolare quello dei pc/workstation (+ 381%) e dei servizi di co-locazione (+ 274%). A quanto pare, quindi, il pc non è ancora morto, nonostante sia evidente la crescita di interesse per le categorie notebook (+ 127%) e tablet (+ 125%).