Tom's Hardware Italia
IT Pro

Lo storage enterprise di IBM si indirizza verso modelli software defined

Annunciata a Las Vegas una direzione strategica che accelera lo spostamento del focus dallo storage tradizionale verso quello basato sul software

L'adozione dello storage basato sul software continua a crescere sotto la spinta dalle evoluzioni nelle tecnologie cloud, analytics, mobile, social e di sicurezza.

Mano a mano che le infrastrutture storage e data-centriche diventano il fulcro per fornire il livello di velocità e automazione necessario per estrarre valore di business utilizzando gli strumenti di analytics, IBM ritiene il modello storage di tipo tradizionale basato sull'hardware debba evolvere per aprire la strada a modelli di tipo software defined.

IDC ha riconosciuto a IBM la leadership globale per fatturato nel Q2 2014 nell'area delle Software Defined Storage Platforms (SDS-P) e, dal lato suo, IBM si prepara a mantenere a lungo questo primato annunciando che il suo business per lo storage si focalizzerà attorno a un modello di enterprise data storage costruito sul proprio portfolio di soluzioni software defined, ottimizzate per l'interoperabilità con le altre soluzioni hardware e software.

Il nuovo modello basato sul software fornirà, secondo IBM, una maggiore flessibilità di scelta nel modo di gestire il proprio archivio dati e, nel contempo, offrirà una migliore capacità di analisi e di interpretazione degli stessi.

Il lancio di IBM Elastic Storage Server, che combina la potenza di calcolo del processore IBM Power 8 con la flessibilità offerta dal file system parallelo GPFS (General Parallel File System) è stato un passo recente e importante e ora la multinazionale americana è pronta per il prossimo step che prevede un'offerta di software defined storage disponibile attraverso tre differenti modelli di delivery flessibili:

  • soluzioni storage definite dal software attraverso IBM Elastic Storage, SAN Volume Controller e Virtual Storage Center,
  • soluzioni storage integrate software e hardware basate su IBM Elastic Storage Server,
  • storage via cloud basato sull'offerta IBM Elastic Storage on SoftLayer.

"Molti nostri clienti soffrono da un sovraccarico di informazioni e I data center sentono questa pressione – ha osservato Jamie Thomas, General Manager, Storage and Software Defined Systems di IBM -. Per alleggerire questa pressione stiamo fornendo la flessibilità necessaria per consentire ai client di scegliere la soluzione che meglio si adatta alle loro esigenze, sia che si tratti di una soluzione integrata hardware/software tramite IBM, sia che si tatti di software di classe enterprise collocato "on top" all'infrastruttura esistente sia storage-as-a-service tramite il cloud".