IT Pro

Maggiori prestazioni per lo storage ETERNUS di Fujitsu

Fujitsu ha reso noti i miglioramenti introdotti nella famiglia di sistemi storage ETERNUS DX basati su disco. e apportati alla piattaforma al fine di potenziare la possibilità di supportare scenari che necessitano di altissime performance come quelli relativi alla business analytics, i database e le applicazioni OLTP (Online Transaction Processing).

Per supportare al meglio i picchi di carico della quotidianità operatività e rispettare i Service Level Agreement delle applicazioni business-critical, i miglioramenti apportati possono essere scaricati gratuitamente per il sistema ETERNUS DX8700 S2, le cui prestazioni possono così aumentare, afferma Fujitsu, finanche del 50%, arrivando a un milione di operazioni di I/O al secondo.

Fujitsu Eternus DX

Ora disponibili su tutta la gamma di prodotti ETERNUS DX, le novità includono il supporto delle unità SSD multi-level-cell, oltre a una serie di nuove funzionalità inerenti il sistema di gestione ETERNUS Storage Foundation v15.3. I nuovi aggiornamenti sono disponibili e possono essere applicati a caldo anche ad un sistema funzionante, senza bisogno di interromperne le operazioni.

Più in dettaglio, i miglioramenti dlel prestazioni di sino al 50% dipendono dal livello RAID, dal tipo di volumi usati e dalle dimensioni dei blocchi dati utilizzati. Un nuovo routing del flusso dati inter-controller accelera anche sensibilmente i tempi di accesso e di risposta, e dà la possibilità di gestire carichi più elevati senza costi aggiuntivi.

Su tutti i sistemi Eternus sono poi disponibili dischi SSD con tecnologia Multi-Level-Cell da 400 GByte e 800 GByte, che permettono di accelerare applicazioni critiche come la business analysis, le applicazioni OLTP su vasta scala e il trattamento dei Big Data.

Disponibile anche una novità per la funzione di Automated Storage Tiering (AST), che è ora in grado di definire automaticamente le soglie sulla base di best practice per il bilanciamento di capacità e performance. È inoltre possibile definire un ulteriore set di parametri relativi a soglie e quote per l'allocazione della capacità, cosa che permette di far meglio fronte a service level agreement prestabiliti.