Scenario

Trend Micro, l’Italia è tra i più colpiti al mondo da malware e ransomware

I malware e i ransomware continuano a prendere di mira l’Italia, dove nel 2019 si sono contati numeri tali da porre il paese al secondo posto dei più colpiti in Europa dalla tipologia di attacco.

Nelle classifiche mondiali invece, l’Italia è settima per attacchi malware subiti e quarta per macromalware. Questi dati emergono da “The Sprawling Reach of Complex Threats” il report di Trend Micro Research sulle minacce informatiche riguardanti il 2019.

La società di sicurezza evidenzia come, in tutto il mondo, tornino a crescere i ransomware, che in Italia non si erano mai fermati. Nel 2018 il nostro paese era infatti primo per attacchi in Europa.

trend micro

A livello generale Trend Micro ha rilevato nel 2019 un aumento del 10% di questo genere di attacco, nonostante una decrescita delle nuove famiglie del 57%, bloccando un totale di oltre 61 milioni di ransomware.

Il settore più colpito rimane quello della sanità, con oltre 700 organizzazioni attaccate in tutto il mondo. Un altro trend che si mantiene in costante crescita è quello delle vulnerabilità: nel 2019 la Zero Day Initiative Trend Micro ha scoperto il 171% di vulnerabilità critiche in più rispetto all’anno precedente.

Andando più a fondo, nel 2019 l’Italia è stato il secondo Paese più colpito in Europa, con il 12,68% dei ransomware di tutto il continente e una percentuale uguale a quella del 2018. Al primo posto l’Italia è preceduta dalla Germania mentre segue la Francia.

Il numero totale di malware intercettati in Italia nel 2019 è stato di 17.120.526. con questo dato siamo settimi a livello globale. In generale, nel 2019 le visite ai siti maligni sono state 7.915.566; 851.725 i portali ospitati in Italia e già bloccati.

Le minacce arrivate via mail sono state 384.376.157 mentre i malware di online banking intercettati sono stati 4.326. Il numero di app maligne scaricate nel 2019 è stato di 185.747 e gli attacchi Exploit Kit ben 4.222. In tutto, Trend Micro ha bloccato nel 2019 un totale di 52 miliardi di minacce (52.265.509.014).