Eventi

A parole son bravi tutti: i giochi di parole a Lucca Changes

Un incontro legato alle parole e al modo di utilizzarle, specialmente nei giochi di parole, si è svolto nella giornata del 30 ottobre a Lucca Changes, condotto da Andrea Angiolino, creatore di libri-gioco, giochi di ruolo e giochi da tavolo, e Beniamino Sidoti, autore di diversi libri dedicati al gioco, tra cui il Dizionario dei Giochi insieme ad Angiolino. La conferenza è stata molto incentrata sull’utilizzo delle parole per giocare, parlando molto del modo di utilizzarle di Gianni Rodari, fino a passare alla Settimana Enigmistica e di come questa sia da sempre una delle riviste più vendute in Italia, soprattutto negli anni tra il ’40 e il ’60 del secolo scorso, dove l’elevato numero di copie vendute faceva capire il divertimento provato dal pubblico nel giocare con le parole.

La conferenza è poi continuata con i due relatori che hanno coinvolto il pubblico online in diversi giochi utilizzando le parole, come ad esempio il cambio di nomi e titoli di famose opere, sia letterarie che cinematografiche, per dare un senso nuovo alla frase. Ad esempio alcuni esempi Il signore degli agnelli al posto de Il signore degli Anelli, Fantagiro invece di Fantaghirò. Molti altri poi i modi presentati da Angiolino e Sidoti per utilizzare le parole in forma di gioco, sia con storpiature e cambiamenti di parole, che con nuovi modi di dire che sostituiscono quelli classici e alle volte possono formare degli ilari titoli di film come ad esempio Harry Potter e la camera con vista. La coppia di “esperti della parola” ha dunque raccontato dell’importanza che il gioco, sia in forme di parole che in generale, è sempre percepito come un elemento di serie B nella cultura, quando invece ha contribuito molto stuzzicando la mente di moltissime persone.

Siete alla ricerca delle novità in uscita proprio durante la manifestazione Lucca Changes? Sullo store dedicato di Amazon potete trovare tutto disponibile per la spedizione a portata di un click!