Cinema e Serie TV

Le colonne sonore indimenticabili dei film

È facile talvolta ricordare un determinato film solo grazie alle note della sua colonna sonora. Le musiche che accompagnano certe scene sono spesso le vere protagoniste della pellicola, composte in maniera tale da ritagliarsi un posto particolare nella nostra memoria, fino a diventare indimenticabili. Alcune sono diventate nel tempo talmente iconiche nella nostra cultura pop da poter essere definite talvolta dei piccoli tormentoni, che identificano alcuni titoli filmici in maniera intuitiva e ben distinguibile.

Non è semplice tracciare una lista che comprenda tutte le colonne sonore indimenticabili dei film senza tralasciare alcune delle più belle (basti pensare a The Mission, La La Land o Aladdin, solo per citarne alcuni); tuttavia, proviamo qui a delineare alcune delle più significative, componendo un best of musicale comprensivo dei titoli più memorabili all’interno della cultura pop. Ecco la nostra lista.

colonne sonore indimenticabili dei film

Le colonne sonore indimenticabili dei film

Il Re Leone

Guardare i film Disney significa spesso imparare canzoni che difficilmente verranno dimenticate. Sono in molti a ricordare tutti i brani di determinati titoli, parola per parola, ed è anche questo che nel tempo ha garantito il successo dei film d’animazione Disney. Vi è tuttavia una colonna sonora su tutte che può essere considerata davvero immortale: quella de Il Re Leone. Ad oggi si tratta della colonna sonora di una pellicola d’animazione ad aver venduto di più nel mondo e nel 1994 si è anche aggiudicata un Premio Oscar e un Golden Globe per la migliore canzone, grazie al titolo Can You Feel the Love Tonight, entrando di diritto nella lista delle colonne sonore indimenticabili dei film.

colonne sonore indimenticabili dei film

Le musiche sono state realizzate da Hans Zimmer, celebre compositore nel mondo cinematografico ad aver firmato le colonne di tanti altri grandi film, mentre i testi sono stati scritti da Elton John e Tim Rice: non stupisce che con nomi di tale levatura i brani de Il Re Leone abbiano ottenuto un successo così strepitoso. Non solo gli autori, ma anche gli interpreti hanno contribuito a fornire maggior prestigio a questa indimenticabile colonna sonora: oltre alle voci dei cantanti Carmen Twillie e Jason Weaver, anche i doppiatori hanno infatti interpretato i brani scritti per il film e tra essi troviamo Jeremy Irons, Whoopi Goldberg, Rowan Atkinson, Nathan Lane. In Italia, la versione nella nostra lingua di Circle of Life (Il Cerchio della Vita) è stata affidata alla voce di Ivana Spagna. C’è chi a questo punto ha già iniziato a cantarla e chi mente.

The Blues Brothers

Un titolo che non può mancare nella nostra lista, film che non può prescindere dalla musica grazie ai brani soul, blues e R&B presenti al suo interno che lo rendono di fatto una vera e propria commedia musicale. The Blues Brothers è infatti un prodotto brillante che ancora oggi, a distanza di quarantuno anni, tiene gli spettatori incollati allo schermo con le sue gag, ma soprattutto con la sua eccezionale e memorabile colonna sonora. I due fratelli Blues “in missione per conto di Dio” sono infatti i due protagonisti del film che, con l’obiettivo di salvare l’orfanotrofio in cui sono cresciuti, sono determinati a raccogliere i fondi necessari sfruttando le loro doti musicali. Per farlo, riuniscono la vecchia Blues Brothers Band per esibirsi in concerto, con risvolti musicali degni di nota e rocambolesche scene che vedono la distruzione di innumerevoli automobili.

Complice la presenza di nomi celebri della musica soul, la colonna sonora di The Blues Brothers è considerata in maniera unanime una delle più indimenticabili del cinema. Accanto a Dan Aykroyd e John Belushi troviamo infatti star della levatura di Aretha Franklin, Ray Charles, James Brown, John Lee Hooker, Cab Calloway, Big Walter Horton e Pinetop Perkins. Come dimenticare quindi la performance di Aretha Franklin al diner con la potenza della sua voce all’opera su Think? O l’ingresso in scena di Ray Charles con la sua Shake a Tail Feather? Quella che resterà però forse scolpita più di tutte nella memoria è la scena del concerto che vede sul palco proprio i due fratelli, con Everybody Needs Somebody to Love. Tra le colonne sonore indimenticabili dei film che negli anni si è guadagnata un posto di prestigio, essa è stata racchiusa in diversi album, di cui quello più completo attualmente è The Blues Brothers: Original Soundtrack Recording.

Harry Potter e la Pietra Filosofale

Una melodia che parla di magia e mistero, evocando nella mente di chi l’ascolta le atmosfere di Hogwarts. La colonna sonora del primo film che compone la saga, Harry Potter e la Pietra Filosofale, è una delle più suggestive del cinema e ascoltare anche solo le prime note del main theme significa rievocare i magici luoghi ideati da J.K. Rowling. Il brano più celebre della composizione è infatti Hedwig’s Theme ed è possibile ascoltarlo all’inizio di tutti i film della fortunata saga cinematografica.

Civette che consegnao lettere, scope volanti all’inseguimento di boccini dorati, pozioni in grado di modificare totalmente l’aspetto fisico e creature mitologiche fiere e coraggiose. Le note della colonna sonora che accompagna i film di Harry Potter raccontano questo e tanto altro ancora. Composta da John Williams, ha ricevuto una nomination agli Oscar del 2002 come miglior colonna sonora: basti pensare che l’autore è lo stesso ad aver firmato quella di Star Wars e ad essersi aggiudicato diversi premi tra Oscar, Grammy e Golden Globe oltre a numerose candidature. Se ciò non dovesse bastare, esiste anche un tour in giro per il mondo che prevede la visione del film in contemporanea con l’ascolto dal vivo della colonna sonora eseguita dall’Orchestra Italiana del Cinema: ottanta musicisti che, in sincrono con le immagini, eseguono la partitura dell’opera in un’esperienza emozionante.

Mamma Mia!

Che i brani degli ABBA facciano ballare intere generazioni sin dagli anni ’70 è fuor di dubbio, ma se questi accompagnano le divertenti e frenetiche scene di un film come Mamma Mia!, il risultato è semplicemente esplosivo. Si tratta della pellicola diretta da Phyllida Lloyd, sulla base dell’omonimo musical sceneggiato da Catherine Johnson; il film vede come protagonisti Meryl Streep, Pierce Brosnan, Colin Firth, Stellan Skarsgard, Amanda Seyfried e Dominic Cooper, in quello che è diventato uno dei più entusiasmanti musical degli ultimi anni. Mamma Mia! è infatti attualmente il musical che detiene il record di incassi nella storia del cinema, con più di 144 milioni di dollari al botteghino solo negli Stati Uniti.

La trama si svolge sull’isola di Kalokairi, nell’assolata Grecia, dove la giovane Sophie sta per convolare a nozze con l’amato Sky. Tuttavia, pochi giorni prima del matrimonio, la ragazza legge il diario segreto che la madre aveva scritto in gioventù e scopre di avere ben tre possibili padri. Sophie quindi li rintraccia e li invita tutti al suo matrimonio, per poter finalmente svelare l’identità del padre che non ha mai conosciuto e lasciarsi così accompagnare all’altare dopo il ricongiungimento. Il tutto, avviene sulle note delle più belle canzoni degli ABBA, i cui testi ricalcano perfettamente le scene narrate, raccontando una storia in musica che ha appassionato milioni di spettatori: in Gran Bretagna Mamma Mia! ha all’attivo cinque milioni di copie vendute nella sua versione DVD. Se state già intonando Dancing Queen e vi è venuta voglia di ballare, niente paura: è solo l’effetto Mamma Mia!

Lo Squalo

Se pensiamo a delle note che creano tensione, probabilmente una tra le prime colonne sonore indimenticabili dei film che ci verranno in mente è quella della pellicola di Steven Spielberg Lo Squalo. Due sole note che nella storia del cinema sono state in grado di creare una grande suspense, utilizzate poi innumerevoli volte in altre pellicole, parodie, programmi televisivi. Impossibile non associare la celebre musica all’arrivo del famigerato squalo sulle coste dell’isola Amity: il tema principale della colonna sonora del film ha reso quindi la pellicola una delle più celebri nella nostra cultura pop.

Anche stavolta c’è lo zampino del compositore John Williams, il quale ebbe uno slancio nella sua carriera proprio grazie a Lo Squalo, benché inizialmente lo stesso Steven Spielberg fosse scettico: quando il musicista fece ascoltare al regista la colonna sonora che aveva realizzato, pare che quest’ultimo gli rise in faccia, salvo poi ammettere in seguito al successo della sua pellicola che questa non sarebbe stata la stessa senza l’inconfondibile musica ad accompagnarla. Una tensione visiva che si accresce grazie proprio al climax dato dalle note, nel momento in cui queste compongono un crescendo in occasione dell’arrivo dello squalo. Nel 1976 la colonna sonora del film fece guadagnare a John Williams un Premio Oscar, un Golden Globe e un Premio BAFTA.

Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello

Nel 2002 c’era invece un altro film a portare a casa un Oscar per la miglior colonna sonora, e a ragione. Inconfondibili infatti le musiche del film che porta su pellicola il romanzo fantasy più celebre di tutti i tempi di J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli, con note che ci conducono direttamente nella Terra di Mezzo al fianco dei suoi avventurosi protagonisti. Diretta da Peter Jackson, la trilogia è entrata a far parte di diritto della storia cinematografica grazie alle sue atmosfere fantastiche e alle peripezie che i suoi personaggi affrontano, ma la sua portata nell’immaginario collettivo probabilmente non sarebbe stata la stessa senza la colonna sonora che la caratterizza.

Questa è stata composta da Howard Shore che, solo per Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello, impiegò un intero anno per la sua scrittura. Una composizione che, soprattutto grazie al suo main theme, rievoca nella nostra mente i luoghi d’incanto visibili all’interno del film e ci porta tra le abitazioni di Hobbiville. La sua esecuzione è stata affidata alla London Philharmonic Orchestra e alla New Zealand Symphony per quanto riguarda le musiche e a voci soliste per ciò che concerne le parti cantate con un brano, quello intitolato May It Be di Enya, a riscuotere un grande successo. Ascoltare le note di questa colonna sonora ha però un effetto collaterale: vi farà venire voglia di ricominciare una maratona de Il Signore degli Anelli.

Grease

Ancora un altro film musical nella nostra lista delle colonne sonore indimenticabili dei film, con un titolo tra i più celebri della storia: Grease. Impossibile infatti non ricordare la storia d’amore tra Sandy Olsson e Danny Zuko che si sviluppa sullo schermo attraverso le note delle canzoni interpretate da Olivia Newton-John e John Travolta, sullo sfondo di un’ambientazione anni ’50 fatta di diner, drive-in e (immancabilmente) brillantina.

Diretto da Randal Kleiser sulla base dell’omonimo musical di Jim Jacobs e Warren Casey, Grease è uno dei film più celebri di tutti i tempi e la sua colonna sonora ha scalato per diverso tempo le classifiche musicali proprio grazie ai brani interpretati dai protagonisti. Già a partire dal brano d’apertura cantato da Frank Valli, Grease, passando per Summer Nights fino ad arrivare a You’re the One that I Want, la colonna sonora di questo film rappresenta un capolavoro da riascoltare e intonare: una serie di brani che ricalcano perfettamente lo spirito rock’n’roll dell’epoca e che solo nel 1978, anno dell’uscita della pellicola, è rimasta al primo posto in classifica per ben dodici settimane.

Pirati dei Caraibi – La Maledizione della Prima Luna

Dal 2003 questa saga cinematografica ci porta a bordo di vascelli, oltre i confini degli oceani e dell’immaginazione, in compagnia di bizzarri e avventurosi pirati. Il primo titolo della serie filmica in particolare è quello che, con il suo tema principale, si è imposto nel nostro immaginario ed è diventato quasi un elemento imprescindibile della cultura pop odierna. Pirati dei Caraibi – La Maledizione della Prima Luna è il film diretto da Gore Verbinski e prodotto da Jerry Bruckheimer che vede protagonisti Johnny Depp, Orlando Bloom, Keira Knightley e Geoffrey Rush nel ruolo dei pirati che, con le loro scorribande tra le onde, girano il mondo alla ricerca di tesori e manufatti perduti.

La colonna sonora di questo primo capitolo della serie è stata composta da Klaus Badelt ed è quella che ha dato il La per realizzare i brani dei successivi film sulla stessa scia, composti tuttavia in questo caso dal celebre Hans Zimmer. L’esecuzione è stata affidata alla Hollywood Studio Orchestra e l’impronta dei brani è tipicamente avventurosa, con note ora di mistero ora di comicità, che parlano di combattimenti in mare a bordo di grandi vascelli, ricerche pericolose volte a scovare strani tesori, ma anche magia, inganni, creature marine e maledizioni. Difficile non associare la colonna sonora di Pirati dei Caraibi – La Maledizione della Prima Luna alla figura del pirata, di cui quello interpretato da Johnny Depp con il suo Jack Sparrow è forse quella più celebre di sempre.

Highlander

Un film che parla di individui immortali, la cui colonna sonora può essere considerata allo stesso modo eterna e leggendaria. Highlander, film diretto da Russell Mulcahy, fu un mezzo flop al botteghino in occasione della sua uscita al cinema tuttavia oggi, a distanza di più di trent’anni, è considerato un vero cult indimenticabile del cinema. Esso narra la storia di Connor MacLeod, guerriero delle Highlands nato nel 1536 che scopre di non poter morire: si tratta di un immortale e come lui nel mondo ve ne sono altri, tuttavia solo uno di essi può continuare a vivere e camminare su questa Terra. La sua è quindi una lotta alla sopravvivenza che giunge fino alla New York del 1985 dove Kurgan, un altro immortale, gli dà la caccia per ucciderlo.

Ad accompagnare questa avventura lunga secoli, il cui cast comprende Christopher Lambert e Sean Connery, vi è una colonna sonora di tutto rispetto i cui brani sono ancora oggi celebri e cantati in tutto il mondo. Il segreto? Sono stati composti e realizzati interamente dai Queen, leggendaria band inglese che, dopo aver composto le musiche del film Flash Gordon nel 1980, ci ha riprovato vincendo su tutti i fronti. Princes of the Universe, Who Wants to Live Forever e Kind of Magic sono solo alcuni dei più celebri, i quali possono contare sull’esecuzione impeccabile dei Queen e la potenza vocale di Freddie Mercury. Un viaggio reso ancor più emozionante dalle atmosfere musicali delle sue musiche, che compongono una tra le più belle colonne sonore indimenticabili dei film.

Star Wars

Ultima ma non per importanza, la serie di film fantascientifica per antonomasia che da circa quarant’anni occupa un posto di rilievo nella cultura pop e nei cuori dei fan. L’opera cinematografica di George Lucas è riuscita infatti a costruire un intero universo che coinvolge il pubblico sin dalla sua prima uscita in sala, ampliandosi in un franchise che coinvolge anche videogiochi, libri e fumetti. C’è però un elemento, accanto ad astronavi, spade laser e robot, che rende inconfondibile Star Wars: la sua colonna sonora.

John Williams nel 1978 si è portato a casa un altro Oscar grazie alla sua composizione della colonna sonora per Star Wars e ad oggi può essere considerata un vero capolavoro orchestrale. Anche in questo caso, infatti, il compositore si è concentrato su brani di stampo classico, ispirandosi soprattutto ad artisti quali Stravinsky, Puccini, Holst e Walton: un’opera geniale che nel nostro immaginario rievoca inevitabilmente gli elementi salienti di questa fenomenale saga sci-fi, tanto che a Williams è stata affidata la composizione delle musiche per tutti i nove film. Il brano più celebre tra tutti è forse la Marcia Imperiale, il quale rappresenta un leitmotiv per l’intera saga identificandola in maniera inequivocabile.

La colonna sonora completa de Il Re Leone, da riascoltare e cantare, disponibile a questo link.