Parchi divertimento

Godzilla: nel 2020 invaderà il Giappone

È di qualche giorno fa l’annuncio da parte del parco a tema Nijigen no Mori, situato sull’isola di Awaji in Giappone, dell’apertura nell’estate del 2020 di una grande attrazione a tema Godzilla, il più celebre mostro del cinema, divenuto negli anni una vera e propria icona pop, fin dal primo lungometraggio che lo ha visto protagonista nel 1954.

Godzilla Interception Operation – National Godzilla Awajishima Research Center, questo il probabile nome che avrà l’attrazione, rappresenterà il re dei mostri, in scala 1:1, emergere dal suolo con le fauci spalancate, pronte a inghiottire gli improvvidi visitatori. Il design dell’attrazione sarà basato sul mostro apparso nella pellicola giapponese Shin Godzilla (2016), diretta da Hideaki Anno e Shinji Higuchi.

Il modello in scala rappresentate l'attrazione
Godzilla

L’attrazione sarà lunga ben 120 metri e permetterà ai visitatori di accedervi attraverso la bocca oltre a poter partecipare a una serie di giochi e missioni, come ad esempio una sorta di tiro al bersaglio per distruggere alcune cellule del re dei mostri. Durante la conferenza stampa, Hiroshi Sadamatsu, presidente e direttore rappresentante del parco di Nijigen Nomori, ha commentato: “Penso che arriveranno molti clienti anche dall’estero, non solo dal Giappone“.

Inoltre, Shinji Ota, direttore di Toho e Chief Godzilla Officer (CGO), ha dichiarato: “La testa di Godzilla sarà alta 50 metri dal suolo. Avrà le dimensioni dell’originale e si potrà davvero sentire la potenza travolgente del mostro. Anche la parte originale della storia è molto ben fatta: Godzilla è inerme e non fa paura, ma lo si sta monitorando in questo momento che ha smesso di agire. Sarà quindi una vera sfida entrare nella bocca e saltare nel corpo del re dei mostri“.

Godzilla

L’attrazione, infatti, sarà fornita di una storia alla base, che aiuterà i visitatori a calarsi completamente nell’atmosfera di un film di Godzilla e a viverne appieno le emozioni. Ecco come sarà, a grandi linee, il background narrativo.

La storia dietro l’attrazione

La leggendaria figura di Godzilla fu confermata per la prima volta all’inizio dell’era Meiji quando un tifone colpì l’isola di Awaji. Il mostro, che apparve tra le altissime onde, scateno uno tsunami sull’isola, causando danni enormi. Il governo fece di tutto per prepararsi a un altro eventuale attacco della creatura.

Il temuto evento divenne realtà e Godzilla approdò di nuovo sull’isola di Awaji; la risposta del governo fu immediata. Quando il re dei mostri fu spinto fino a Nijigen no Mori, i suoi movimenti furono bloccati grazie a una trappola esplosiva che ne sigillò il corpo. Inoltre, gli venne sparato in bocca un missile caricato con delle droghe sedative e la creatura cadde in uno stato comatoso.

Godzilla

Attualmente, è sotto la supervisione del National Godzilla Awajishima Research Center, ma l’interruzione delle attività del re dei mostri è sicuramente solo temporanea e molto presto inizierà a muoversi nuovamente. I visitatori dell’attrazione impersoneranno dei membri del Centro di Ricerca e avranno il compito di monitorare il comportamento della creatura e, armatisi di coraggio, dovranno entrare nel suo corpo, attraverso la bocca, per poterla meglio studiare.

Vi lasciamo con il trailer dell’attrazione rilasciato in occasione della presentazione.

Siete appassionati di Godzilla? Su Amazon potete trovare di tutto, relativo al re dei mostri, dai film ai gadget più impensabili.