Eventi

Google celebra lo sblocco del Canale di Suez con un Easter Egg

Il Canale di Suez è stato finalmente sbloccato dopo che gli equipaggi dei vari mezzi di soccorso sono riusciti a rimuovere la nave da carico, la Ever Given, che aveva causato un grande trambusto nei giorni scorsi. Quest’ultima, infatti, aveva bloccato interamente il commercio dal Mar Mediterraneo all’Oceano Indiano e viceversa.

Nella giornata di ieri, dopo cinque giorni di preoccupazioni internazionali, la grande nave è stata sbloccata e la Ever Given della Evergreen Marine Corporation ha potuto riprendere il suo viaggio e il Canale di Suez ha visto la riapertura al regolare traffico marittimo assicurando che la preziosa linfa vitale dei commerci possa continuare a fluire liberamente.

Google

Sebbene a molti possa sembrare un evento di poca importanza, in realtà è stata la dimostrazione emblematica di come un “semplice” incidente possa bloccare un intero commercio globale con forti perdite economiche e difficoltà produttive da parte delle numerose aziende interessate. Google ha, quindi, deciso di celebrare questo momento epocale e allo stesso tempo assurdo della storia dell’umanità in un modo alquanto originale: tramite un Easter Egg.

Google

Se, infatti, cercate le parole “Suez Canal” e “Ever Given”, potrete osservare una piccola parata di graziose emoji di barche che si muovono sullo schermo, proprio come le barche (certamente più grandi) che adesso fluiscono attraverso il suddetto canale. Volendo essere più filosofici, potremmo intendere questo messaggio di Google come la metafora che il flusso di informazioni su Internet e le strutture di ricerca di Google sono esattamente come le flotte di navi merci che si muovono nel mondo reale e un eventuale incidente porterebbe a un blocco comunitario di proporzioni inimmaginabili. Ma senza pensare al peggio, potete godervi semplicemente le barchette.

Se avete seguito la vicenda della nave incagliata nel canale di Suez con molta apprensione, vi consigliamo l’acquisto della T-Shirt commemorativa a questo link.