Eventi

Inuyasha vs. Ranma: Rumiko Takahashi svela il vincitore

Rumiko Takahashi, conosciuta a livello internazionale come la creatrice di Inuyasha, ma con alle spalle moltissime altre opere quali Lamù, Ranma 1\2, Maison Ikkoku, Rinne, Mao, A Cena con la Strega, pubblicate in Italia dalla casa editrice Star Comics (recuperate Mao su Amazon), è anche una grande appassionata del wrestling professionistico.

Proprio per questo ha iniziato a ragionare su chi, tra i suoi personaggi più famosi come Inuyasha e Ranma 1/2, in una possibile battaglia all’ultimo colpo, sarebbe risultato il vincitore. Bene, ecco le conclusione alla quale l’artista è giunta.

La Royale Battle tra i personaggi di Rumiko Takahashi 

Rumiko Takahashi ha deciso di pubblicare la sua teoria con i fan attraverso il suo account Twitter lanciato di recentemente, iniziando ad elencare i combattenti:

Rumiko Takahashi t

Ataru Moroboshi da Urusei Yatsura, Ranma Saotome da Ranma 1/2, Inuyasha da Inuyasha, Rinne Rokudo da Rin-ne e Mao da Mao.

Naturalmente servono delle regole. Innanzitutto, come in un incontro di boxe o di wrestling, il combattimento si svolgerà in un ring chiuso ma non è importante quante volte un combattente viene messo a terra: finché i combattenti sono sul ring e hanno abbastanza forza per muoversi, la battaglia continua. Infine, poiché questa è una gara tra i personaggi, non tra le loro armi, tutti devono combattere a mani nude, e questo significa niente Tessaiga per Inuyasha, falce Shinigami per Rin-ne, o katana per Mao.

Che la battaglia abbia inizio!

A quanto pare, il primo a perdere è Inuyasha, perché, come spiegato dalla Takahashi, nonostante i vantaggi della sua forza da mezzo yokai, è un po’ carente in termini di potere mentale:

“È probabile che Inuyasha non sarebbe in grado di capire bene le regole, e verrebbe rapidamente squalificato per non essere riuscito a rimanere all’interno del ring.”

Chi conosce il manga può dare ragione alla Takahashi.

inuyasha

Il secondo combattimento vede in gioco Mao, un combattente efficiente che non può davvero morire. Tuttavia, secondo Rumiko Takahashi, proprio a causa della sua natura stoica non sarebbe interessato a questo tipo di gara, e finisce per ritirarsi volontariamente.

Rimangono allora Ranma, Rinne e Ataru, i primi due abili nelle arti marziali, il secondo un liceale molto arrapato. Ma a quanto pare Ataru esce subito dai giochi:

“L’intensità della battaglia dipendeva dal fatto che ci fosse o meno una sorta di premio per il vincitore. Se stessero combattendo per una ragazza, allora Ataru sarebbe molto forte.”

In fondo Ataru è dotato di sorprendenti capacità di recupero, si riprende egregiamente dalle centinaia di scosse elettriche subisce per mano della sua (spesso giustamente) gelosa co-star aliena Lum.

Ataru

Ma visto che non c’è nessuna ragazza a guardarlo combattere la cosa non fa per lui.

Rinne lotterebbe duramente se ci fosse un premio in denaro, vi ricorderete infatti che Rinne è sempre al verde, invece Ranma, orgoglioso come un leone e testardo come un mulo, odia perdere, quindi non smetterebbe di combattere finché non vince.

Quindi Ranma risulta il vincitore della battaglia! Ma è il personaggio più forte di Rumiko Takahashi? Visto che né Ataru né Rinne si arrenderebbero se ci fosse un premio, non può dire con certezza come andrebbe a finire la gara.

E voi cosa ne pensate?