Cinema e Serie TV

James Bond: per Daniel Craig non dovrebbe essere una donna

Mancano pochi giorni all’uscita di No Time to Die, l’ultimo film di 007 con Daniel Craig nei panni di protagonista, ma già iniziano a fioccare in rete alcuni rumor riguardanti il prossimo attore che vestirà i panni di James Bond. Ancora è tutto nebuloso, ma Craig nel corso di un’intervista a Radio Times ha riferito che probabilmente non sarà una donna.

Daniel Craig

Chi sarà il nuovo James Bond? I pareri sono discordanti!

Il dibattito sull’opportunità o meno di far interpretare Bond da un’attrice è emerso spesso, ma in ogni occasione la produttrice del franchising Barbara Broccoli ha cercato di mantenere Bond maschio inserendo ruoli di pari importanza interpretati da personaggi femminili. Recentemente lo stesso Craig si è dichiarato d’accordo con questa visione:

“La risposta è molto semplice: ci dovrebbero semplicemente essere parti migliori per le donne e gli attori di colore. Perché una donna dovrebbe interpretare James Bond quando dovrebbe esserci una parte altrettanto buona per lei ma che non è quella di Bond?”

Anche la stessa Broccoli, nel corso di un’intervista al The Guardian aveva dichiarato:

“È un personaggio maschile. È stato scritto come un maschio e penso che probabilmente rimarrà come un maschio. E va bene. Non dobbiamo trasformare personaggi maschili in donne. Creiamo solo più personaggi femminili e rendiamo la storia adatta a quei personaggi”.

Daniel Craig

Rosamund Pike, che per la prima volta è diventata famosa come Bond Girl nel 2002 in La morte può attendere (che potete recuperare su Amazon) al fianco di Pierce Brosnan e Halle Berry, aveva espresso sentimenti simili già nel 2018:

“Penso che il personaggio di James Bond sia un uomo. Lo è davvero. Perché non fare di lei un’agente donna eccezionale?”

Broccoli ha cercato di lanciare un franchise d’azione guidato da donne in passato con il suo previsto spin-off Die Another Day incentrato sul personaggio di Berry Jinx, ma la MGM si è rifiutata di impegnarsi per il budget di 80 milioni di dollari e il progetto è morto. Tuttavia, non tutti sono d’accordo con Broccoli, Craig e Pike. La star di No Time to Die Lashana Lynch, all’inizio del mese di settembre, sempre al The Guardian, aveva dichiarato che Bond “potrebbe essere un uomo o una donna” o “bianco, nero, asiatico, di razza mista”, aggiungendo:

“Potrebbero essere giovani o vecchi. Alla fine, anche se un bambino di due anni interpretasse Bond, tutti andrebbero al cinema per vedere cosa farà questo bambino di due anni, no?”

Per inciso, Lynch interpreta un nuovo personaggio in No Time to Die, che è anche la persona che attualmente detiene il titolo di 007. Ciò conferma che anche se Bond è stato originariamente scritto per essere un personaggio maschile, 007 può essere in realtà chiunque. Ricordiamo che No Time to Die è atteso nei cinema italiani il prossimo 30 settembre.