Tom's Hardware Italia
Giochi in scatola

Kingsburg Seconda Edizione, la recensione. Governatori ai confini del Regno.


Kingsburg Seconda Edizione
Autore
Andrea Chiarvesio e Luca Iennaco
Editore
Giochi Uniti
N° Giocatori
2-5
Età consigliata
10+
Durata Media
90 - 120 minuti
Kingsburg Seconda Edizione edito da Giochi Uniti è un nuovo classico dei giochi in scatola che ritorna in una versione corretta ed espansa. Scopriamolo nella nostra rcensione

Giochi Uniti nel 2017 ha riportato sugli scaffali Kingsburg con una seconda edizione ampliata nei contenuti e migliorata nei materiali, un piazzamento dadi/gestione risorse dalle tinte medioevali uscito nella sua prima edizione nel lontano 2007.
Da due a cinque governatori devono conquistare la fiducia di Re Tritus ampliando i propri villaggi di confine con nuove costruzioni e cacciando gli invasori che ogni anno arriveranno a minacciare il regno.

Il gioco si sviluppa su cinque anni (turni) nei quali i giocatori devono, tramite la gestione del valore dei dadi che ad ogni stagione produttiva vengono lanciati, andare ad influenzare i consiglieri recuperando le risorse e i bonus offerti per poi costruire edifici che forniranno punti vittoria fondamentali per trionfare e nuovi bonus permanenti.
Le tre stagioni produttive si alternano a quattro sottofasi nelle quali chi soddisfa determinati requisiti ottiene i favori elargiti dal sovrano, per poi arrivare alla fase della battaglia che decreta la fine dell’anno (turno).

Stagione dopo stagione ..

Il setup richiede pochi minuti e una volta piazzato il tabellone al centro del tavolo, si dividono le merci e i segnalini, si distribuiscono ai giocatori i dadi e i Tabelloni Provincia e la partita può iniziare.

Ecco in breve le otto fasi del gioco che troverete dettagliate nel regolamento:

Fase 1: Aiuto del Re
Il giocatore che ha costruito meno edifici lancia un dado bianco in aggiunta ai propri nella successiva stagione produttiva: la Primavera. Se più giocatori avranno lo stesso numero di edifici costruiti viene premiato il giocatore con meno merci. In caso di ulteriore pareggio nessuno ottiene il dado extra ma una merce a scelta.

Fase 2: Primavera – Stagione Produttiva
In questa fase i giocatori lanciano i dadi e a seconda del valore ottenuto si determina l’ordine di gioco (dal totale più basso al più alto) andando poi ad influenzare i consiglieri.
Questa fase si risolve andando ad incassare le merci e i bonus e costruendo un edificio.

Fase 3: Premio del Re
Il giocatore che ha costruito più edifici viene premiato con un punto vittoria e in caso di pareggio tutti i giocatori saranno premiati.

Fase 4: Estate – Seconda Stagione Produttiva
Si svolge esattamente come la Fase 2 (lanciare i dadi, determinare l’ordine di gioco, influenzare i consiglieri e riceverne l’aiuto,costruire)

Fase 5: Agente del Re
Il giocatore che ha meno edifici riceve l’aiuto dell’Agente del Re (in caso di pareggio nessuno ottiene l’aiuto).
Il segnalino può essere utilizzato in due modi, ovvero influenzare un consigliere già influenzato da un altro giocatore oppure costruire due edifici.

Fase 6: Autunno – Terza Stagione Produttiva
Si svolge esattamente come la Fase 2 e la Fase 4 (lanciare i dadi, determinare l’ordine di gioco, influenzare i consiglieri e riceverne l’aiuto,costruire)

Fase 7: Reclutare i soldati – Mercenari
Pagando due merci si recluta un soldato da utilizzare nella battaglia imminente. Questa operazione può essere eseguita più volte ( con quattro merci si potranno reclutare due soldati e così via)

Fase 8: Inverno – La Battaglia
Viene rivelata la carta invasore, si lancia un dado bianco per determinare la quantità di truppe inviate dal Re in aiuto dei giocatori.
Poi si controlla il risultato: se la forza degli invasori è superiore alla forza militare si subiranno i malus (perdita di merci, distruzione di edifici o perdita di punti vittoria), in caso di pareggio non ci sarà nessun bonus e nessuna penalità, in caso di vittoria si ricevono i premi (merci e/o punti vittoria).
Chi schiera l’esercito più numeroso viene premiato con un punto vittoria aggiuntivo.

Le Espansioni e gli Scenari

In questa seconda edizione di Kingsburg sono implementati sei moduli di espansione, utilizzabili uno alla volta o anche insieme, utili a dare variabilità alle partite, una volta padroneggiato il gioco base.

Modulo 1: Linee Edifici Addizionali
Sul retro del Tabellone Provincia sono presenti sette linee di edifici anziché le cinque pensate per il gioco base.

Modulo 2: Linee Edifici Alternative
Sono presenti quattordici linee di edifici alternative da posizionare a faccia in giù. Si pescano due linee (nel caso siano uguali se ne riposiziona una e se ne pesca un’altra) in seguito si decide se utilizzarle entrambe, solo una o nessuna.

Modulo 3: Governatori
Vengono mischiate le ventiquattro carte Governatore e distribuite tre carte ad ogni giocatore che ne sceglie una e scarta le restanti. Ogni governatore attribuisce abilità speciali che il giocatore può utilizzare nel corso della partita.

Modulo 4: Carte Fato
All’inizio della fase uno viene pescata una Carta Fato il cui effetto durerà per tutto l’anno in corso.
Sono vari eventi che vanno a modificare il gioco.

Modulo 5: Rinforzi Invernali Determinabili
Ogni giocatore riceve un set di sei gettoni Richiesta Truppe (0,1,1,2,3,4).
In inverno non viene lanciato il dado per i rinforzi del Re ma si seleziona segretamente un gettone il cui valore determina le truppe inviate in aiuto dal Re.
Il valore del gettone che rimane inutilizzato alla fine del quinto anno sarà convertito in punti vittoria.

Modulo 6: Nuovi Consiglieri (Capricci a Corte)
Durante il setup vengono mescolate e posizionate vicino al tabellone le tessere Capriccio.
All’inizio di ogni stagione produttiva viene pescata una tessera che va posizionata sul Consigliere corrispondente e che va a modificare le ricompense elargite da quel consigliere per il resto della partita.

Se questo non bastasse gli autori di Kingsburg hanno creato quattro scenari diversi con regole nuove, descritte sullo scenario stesso, che regalano esperienze di gioco diverse.

I materiali

Questa nuova edizione di Kingsburg fa sfoggio di materiali di qualità, dalle risorse in legno sagomate, ai segnalini in cartone ai dadi.
Molto curata la veste grafica che va a mettere il punto esclamativo sul prodotto.
La scatola robusta contiene tutto il materiale senza problemi e il comodo inserto in cartone aiuta ad ottimizzare al meglio gli spazi.
Il manuale risulta chiaro e di facile comprensione, con spiegazioni dettagliate e molte immagini a corredo e la sequenza di gioco sul retro risolve i dubbi durante le prime partite.

Gioco adatto per

Kingsburg è assolutamente adatto a tutte le esperienze di gioco, i giocatori alle prime armi trovano un prodotto semplice da comprendere e dalla durata limitata mentre i giocatori più rodati possono avere, nella volontà di trovare nuove strade per ottenere la vittoria, una sfida sempre viva.
I maniaci del controllo possono trovare nell’alea data dal lancio dei dadi uno scoglio difficile da superare come anche gli amanti dell’interazione diretta possono storcere il naso di fronte a questo titolo.
Per chi ama invece tirare secchiate di dadi e ragionare comunque su una strategia rimane un titolo consigliatissimo!

Conclusioni

Com’è “invecchiato”? Ha superato la prova del tempo?
Sono domande che spesso sia i giocatori che gli addetti ai lavori si pongono quando analizzano un gioco “attempato” e quale occasione migliore se non la ristampa ad un decennio dall’uscita per rispondere?
In questi anni Kingsburg si è trasformato da “bel gioco” a “classico moderno”, le meccaniche funzionano egregiamente, amalgamate ad un flusso di gioco scorrevole, semplicità nelle regole, ottima scalabilità e durata contenuta ne fanno un titolo valido oggi come nel 2007.
Le espansioni e le varianti vanno a migliorare ulteriormente il prodotto senza allungare troppo i tempi di gioco e aumentandone la longevità.

Non solo quindi la prova del tempo è stata brillantemente superata, ma Kingsburg resta un titolo da consigliare nonostante le migliaia di giochi che nell’ultimo decennio hanno invaso il mercato e perché no far sventolare con vanto la bandiera tricolore vista l’italianità degli autori.

Kingsburg Seconda Edizione

Kingsburg Seconda Edizione è un gioco in cui dovrete gestire i dadi come se fossero delle vere e proprie risorse! A seconda del loro utilizzo potrete ottenere i favori di varie personalità della corte, che vi concederanno oro, soldati o materiali da costruzione. Riuscirete a rendere la vostra provincia la più ricca del regno, difendendola allo stesso tempo dai pericoli che la minacciano?



Verdetto

Kingsburg è un ottimo introduttivo adatto a tutti, che con poche e semplici regole è in grado di mettere in competizione sia neofiti che giocatori esperti regalando serate di divertimento. Setup e spiegazione richiedono pochi minuti e l'alea, seppur presente, può essere mitigata dalla costruzione di alcuni edifici e dall'uso sapiente dei gettoni +2. L'interazione fra i giocatori è limitata al posizionamento dei dadi, il non riuscire ad utilizzare qualche dado va messo in conto, ma è pur vero che con qualche accorgimento sarà difficile rimanere bloccati. La scalabilità è ottima come anche la longevità garantita dall'aggiunta di alcuni moduli oltre a riproporre i cinque dell' “Espansione del regno” uscita nel 2009 e ad oggi quasi introvabile, che andava ad ampliare la prima edizione.

Pro

- Ottimi materiali
- Scalabilità
- Longevità

Contro

- Alea molto presente anche se "mitigabile"