Cinema e Serie TV

Luca: la metamorfosi è ispirata ai cromatofori

Come molte storie fantastiche che coinvolgono specie marine antropomorfi, che trovano il coraggio di esplorare la terra oltre l’oceano, i giovani eroi di Luca della Pixar hanno la capacità di essere confusi con gli umani grazie a una trasformazione magica. È facile per Luca e il suo amico Alberto diventare uomini una volta che escono dall’acqua e si asciugano, ma ogni volta che i corpi dei pesciolini si bagnano tornano, di riflesso, alle loro apparenze squamose.

LUCA

Rivivi la magia di DISNEY+ e di questo titolo sfogliando il catalogo della piattaforma comodamente con tutta la famiglia grazie all’abbonamento annuale a 89,99 euro o mensile a 8,99 euro.

I supervisori dei personaggi di Luca, Beth Albright e Sajan Skaria, hanno spiegato come, oltre a sviluppare un linguaggio visivo per le trasformazioni che si addizionasse bene con la presenza dell’acqua del film, una delle loro grandi priorità è stata quella di utilizzare l’effetto speciale per evidenziare un messaggio più ampio sul cambiamento a tutto tondo. Gli animatori di Luca si sono presi cura di sviluppare uno stile specifico per l’acqua del film che ha raggiunto un piacevole equilibrio visivo tra la fisica del movimento realistica dell’acqua reale e i principi dell’animazione, tipicamente utilizzati in quella bidimensionale.

“Abbiamo subito concluso che la trasformazione del mostro marino non dovesse essere inquietante”, riferisce Skaria. “L’aspetto dovrebbe essere audace e grafico, per adattarsi al titolo del film. Quindi abbiamo esaminato questi cromatofori e questo è venuto da uno dei nostri artisti, Daniel Lopez, che ha detto che la trasformazione dovesse venire dall’interno”.

I cromatofori sono i tipi di cellule contenenti pigmenti che si trovano in una varietà di animali anfibi e cefalopodi, alcuni dei quali in grado di manipolare i loro cromatofori per cambiare colore, come mimetizzazione difensiva. Dopo che la direttrice artistica dell’ombreggiatura delle animazioni del film, Jennifer Chang, ha creato un ciclo di prova iniziale, il team ha sviluppato una serie di regole pratiche diverse su come la trasformazione avrebbe dovuto funzionare.

LUCA

“Sapevamo di aver bisogno di una sorta di increspatura per muoversi attraverso il corpo, quindi abbiamo iniziato a lavorare con gli effetti per far muovere le squame sulla superficie”, ha detto Albright. “All’inizio, non eravamo sicuri di essere in grado di nascondere cose come la coda che si ritrae o le dita dei piedi che scompaiono. Poi abbiamo visto questo primo test di animazione, e anche con questo modello di personaggio molto approssimativo, molto precoce, abbiamo avuto una specie di momento ‘a-ha’ come, questo funzionerà davvero.”

La cosa più impressionante del modo in cui Luca mostra agli spettatori il mutamento di forma dei suoi eroi è come molti dei dettagli in ogni fotogramma siano il risultato di arte digitale artigianale meticolosa. Vi ricordiamo che Luca sarà disponibile su Disney+ a partire dal 18 Giugno prossimo.