Libri e Fumetti

I dieci migliori librogame da portare in vacanza

Le vacanze estive sono iniziate, e quale periodo migliore per rilassarsi sotto l’ombrellone o sotto un albero, con un buon librogame e un drink fresco a portata di mano? Vediamo quindi una selezione di librigame che potrebbero tenerci compagnie durante il meritato riposo estivo: proprio per questo motivo, sono stati scelti libri che possono essere tranquillamente giocati senza alcun supporto esterno oltre a una matita (o alla nostra memoria, se siamo particolarmente dotati!).
Va anche detto che portare con sé un paio di dadi, o scaricare sull’onnipresente cellulare un’app che simuli il lancio di dado non sono certo cose impossibili da fare… Pertanto l’unico vero limite a quali sono i librigame da portare in vacanze è il nostro gusto personale!

Carmilla – Il Bacio del Vampiro

Librogame giugno 2020

Autore: Francesco Di Lazzaro
Editore: Watson Edizioni
Collana: Watson GAMEBOOK

Anche il terzo volume dei Watson Gamebook, come i precedenti, è la rielaborazione in chiave interattiva di un classico della letteratura ottocentesca. L’opera scelta è Carmilla di Sheridan Le Fanu, precedente al capolavoro di Bram Stoker, ma di cui presenta in nuce tutti gli elementi principali.
Carmilla – Il Bacio del Vampiro presenta una doppia copertina: questo perché il volume si presenta come vero e proprio successore della serie di librogame Horror Classic di Brennan, nella quale era possibile interpretare due diversi personaggi, il “mostro” e il suo avversario umano.
In questo caso, il librogame ci permette di vivere le contrapposte avventure di Carmilla, misteriosa fanciulla animata dalla sete di sangue, nonché di Laura, giovanissima nobildonna ricca di risorse.
Il sistema di gioco, senza dadi, prevede poche caratteristiche numeriche di cui tenere traccia, speculari tra Carmilla e Laura: rappresentano la nostra vitalità, rispettivamente , Rigenerazione e Salute, mentre spendendo punti di Oscurità e Intuito potremo sbloccare opzioni ulteriori. Vi è poi una sorta di “metro di comportamento” che se, in entrambi i casi, dovesse arrivare a zero, determinerebbe la nostra sconfitta.
L’unica nota dolente sulla “portabilità” del libro è la sua mole, in quanto le avventure di Laura e Carmilla sono lunghe, da sole, quanto un librogame standard, dando a Carmilla – Il Bacio del Vampiro una dimensione decisamente ingombrante.

Cryan

Copertine

Autore: Cristiano Brignola
Editore: Vincent Books – Raven Edizioni
Collana: Dedalo

Quella di Cryan è un’ambientazione del tutto originale, un mondo magico le cui fondamenta poggiano sulle ossa di una bestia morta da tempo, in cui si sono rifugiate tutte le creature mitologiche che un tempo abitavano insieme all’umanità sulla Terra. Il protagonista è il Cigno Nero, signore di Cryan, un essere incorporeo che è in grado di plasmare a piacimento non solo se stesso, ma anche il mondo che lo circonda. A lui spetta il compito di amministrare Cryan, bilanciando attentamente gli interessi di tutti i suoi abitanti.
Tuttavia, un evento inaudito rischia di mettere in crisi il sistema costituito: qualcuno si è introdotto in città, uno straniero, un profugo. Spetterà a noi decidere se accordargli o meno ospitalità nella nostra città.
In Cryan non si combatte, non si esplora, non ci sono grandi missioni per sconfiggere un malvagio nemico. Cryan è un librogame “politico”: in quanto signori della città, dovremo confrontarci con gli abitanti di Cryan, consiglieri, Duchi, servitori e prigionieri, ed infine prendere le decisioni ritenute più opportune per il futuro del regno. Dietro una storia fantasy/weird, si nasconde una riflessione sull’epoca storica in cui viviamo.
Come tutti i libri della collana Dedalo, Cryan si gioca senza dadi e con un regolamento decisamente agile. Basta, infatti, tenere traccia delle parole-chiave che recupereremo, suddivise in tre categorie, il che lo rende giocabile praticamente da chiunque e dovunque.

Cuore di Ghiaccio

libri game 2019

Autore: Dave Morris
Editore: Librarsi Edizioni
Collana: Critical If

La collana Realtà Virtuale è stata forse il primo esempio di librogame nella quale veniva del tutto evitato di ricorrere ai dadi: non vi è alcun intervento del caso, in quanto ogni scelta, sin dalle caratteristiche del personaggio, è demandata al giocatore.
Cuore di Ghiaccio di Dave Morris è spesso considerato uno dei migliori librogame mai scritti, non solo per la molteplicità di percorsi e opzioni che offre, ma anche per la maturità e profondità della sua trama.
Ristampato di recente in una versione aggiornata e corretta da Edizioni Librarsi, Cuore di Ghiaccio ha mantenuto inviolato il proprio fascino e l’attualità della sua trama.
In un lontano futuro, la Terra è molto diversa da come lo conosciamo. In seguito a inesorabili cambiamenti climatici, l’umanità aveva tentato di risolvere il problema affidando il controllo del clima a un sofisticato satellite artificiale, Gaia. Purtroppo, dopo i primi risultati positivi, il satellite finì per guastarsi, trasformando la geografia del pianeta, ormai quasi del tutto coperto dai ghiacci.
Vi è però una leggenda riguardante il misterioso Cuore di Volent, un meteorite dai poteri misteriosi che si dice sia in grado di esaudire i desideri di chiunque lo possieda. Sarà appunto ottenere il Cuore il nostro obiettivo, in un’avventura decisamente tosta, in puro stile anni ‘90.

Cupe Vampe (e Altre Biblioteche)

Librogame luglio 2020

Autore: Marco Zamanni e Luca Lorenzon
Editore: Autoproduzione 

Marco Zamanni e Luca Lorenzon ci offrono un’antologia di racconti-game, alcuni dei quali già presentati al concorso de I Corti di Librogame’s Land, edizione 2018, avente come tema “la biblioteca”. I racconti sono quattro, per un totale di 425 paragrafi distribuiti su ben 300 pagine.
L’antologia si pare con l’omonimo racconto Cupe Vampe, già vincitore del Concorso dei Corti 2018, qui in versione espansa, riveduta e corretta. Il corto tratta dell’incendio della biblioteca nazionale di Sarajevo, accaduto durante la guerra civile del 1992 , in cui andarono persi testi millenari e a cui il Consorzio Suonatori Indipendenti a dedicato un brano (dal quale è tratto il titolo del corto).
Il Giorno del Librogame (ricomincio dall’1), è anch’esso una versione modificata di un racconto già apparso nel concorso dei Corti, nel quale l’autore Zamanni ci farà impersonare un collezionista intenzionato a rubare da una biblioteca il raro (e costoso) librogame La Casa Infernale: tale gesto, però, ci farà scatenare contro una maledizione che trasformerà la nostra vita in un librogame di Steve Jackson.
Gli altri due racconti sono invece degli inediti. Fra questi, I Dolori della Piccola Bibliotecaria èun esperimento di gameplay che ci farà vestire i panni del custode della biblioteca nel tentativo di sanare il bilancio comunale. Tutti e tre i racconti qui presentati si giocano senza alcun supporto esterno.
Nella Biblioteca del Mago è invece un fantasy classico e scanzonato firmato da Lorenzon, con un complesso sistema di gioco che lavora quasi senza che il lettore se ne accorga. Per giocare a quest’ultimo racconto, è però necessario un comune dado a sei facce.

Fausto e Furio – Solo Zanne Originali

Librogame luglio 2020

Autore: Thomas Mazzantini
Editore: Acheron Books
Collana: Zaira

Il nuovo libro della collana Zaira di Acheron Books, dall’accattivante titolo di “Fausto e Furio – Solo Zanne Originali” (che richiama palesemente quello del famoso film di gare automobilistiche clandestine Faust and Furious – Solo Parti Originali, con Vin Diesel e Paul Walker), è opera di Thomas Mazzantini, mentre copertina e illustrazioni interne sono di Alessandro Romita.
Come si può intuire dal titolo, Fausto e Furio è un librogame di corse… ma non certo banali gare automobilistiche! Infatti, si svolge in una versione fantastica e “collodiana” della Toscana, a “cavallo” (scusate il gioco di parole) di un cinghiale metallico. Il librogame è lungo 500 paragrafi, si gioca senza dadi, e ci permetterà di pilotare Furio, appunto il cinghiale da corsa, nella Ferraglia, la gara più folle che vi sia.
Sono però passati anni dall’ultima volta che abbiamo gareggiato, ora noi siamo vecchi e guerci, e Furio si è arrugginito. Tuttavia, quanto una donna dai capelli rossi appare nella nostra vita con un’offerta che non si può rifiutare, ci troviamo nuovamente in gara per sconfiggere Lombardi, il nostro vecchio arcinemico.
Per un assaggio del librogame, sul sito Librogame’s Land è disponibile gratuitamente Maremma Drift, un piccolo racconto prequel che ci permette di prendere dimestichezza con il sistema di gioco di Fausto e Furio.

Il Cuore Pulsante del Male

Il Cuore Pulsante del Male

Autore: Marc J. Wilson
Editore: Librarsi Edizioni
Collana: Dangerous Worlds

Il Cuore Pulsante del Male è la traduzione italiana di Restless Heart of Evil, prima opera di Marc J. Wilson, oggetto di una campagna Kickstarter nel 2014, e portato in Italia da Librarsi, sempre all’interno della propria linea di librogame privi di dadi.
Anche il sistema di gioco del Cuore Pulsante, infatti, come sempre più spesso accade, è privo di dadi e casualità. Solo leggermente più complicato di quello già visto in Realtà Virtuale, alle nostre caratteristiche (qui chiamate Doni) si affiancano tre attributi numerici: Agilità, Destrezza ed Energia.
Il protagonista che interpreteremo è un ex-mercenario, nonché ex-schiavo, dal passato tragico: sua madre è morta nel darlo alla luce, e il padre si è suicidato dopo aver perso tutti i suoi averi in un naufragio. Verremo quindi venduti al mercato degli schiavi e acquistati dal professore Hyeronimus Kroos, il quale ci fornirà l’istruzione necessaria, rendendoci un amico e un servitore fidato. All’inizio della storia, il professore ci invierà una lettera chiedendogli di recuperargli dei volumi dalla biblioteca della città di Deva.
Non si tratta di un fantasy classico, bensì di un’ambientazione cosiddetta grim dark: la città di Deva è un luogo di corruzione e degrado, di discriminazione e disuguaglianza, dove numerose fazioni lottano per la supremazia.

I Quattro della Venturosa – Luna, Sola Andata

librigame

Autore: Andrea Tupac Mollica
Editore: SpaceOrange42
Collana: Hope & Glory

Scritto da Andrea Mollica, I Quattro della Venturosa è un librogame ambientato nel mondo di Hope & Glory, scenario per il fortunato gioco di ruolo Savage Worlds.
In Hope & Glory l’emisfero occidentale è stato devastato da un cataclisma e la civiltà europea ha dovuto spostarsi nei continenti asiatico e africano, dando vita a nuove commistioni di culture, prima fra tutte il Raj Anglo-Indiano, con chiara influenza steampunk.
I Quattro della Venturosa descrive l’impresa del primo viaggio lunare in questa storia alternativa, grazie alla missione congiunta formata da membri del Raj, di Iezo (il rimanente del Giappone), dell’Impero Russo e del Regno d’Italia. Noi impersoneremo Milo Fortebraccio, capitano dei Bersaglieri, nonché della Venturosa, prima nave spaziale destinata a portare l’uomo sulla luna.
Come molti dei librogame editi da SpaceOrange 42, I Quattro della Venturosa si avvale del sistema Venture System, ideato da Mauro Longo e Umberto Pignatelli, che permette di avere un regolamento piuttosto complesso senza affidarsi a dadi o altre soluzioni che prevedano l’aleatorietà.
In particolare, il formato di I Quattro della Venturosa, 200 paragrafi distribuiti su un numero ristretto di pagine, permette al librogame di essere infilato anche all’ultimo momento in valigia.

Kata Kumbas – Il Cavaliere della Porta

Il Cavaliere della Porta

Autore: Umberto Pignatelli e Francesca Baerald
Editore: SpaceOrange42
Collana: Kata Kumbas

Kata Kumbas non è altro che la rinascita del vecchio gioco di ruolo come ennesima ambientazione di Savage Worlds. La peculiarità di Kata Kumbas è quella di essere un’ambientazione fantasy che si allontana decisamente dalle influenze nordiche che tanto conosciamo, per attingere invece a piene mani dalla tradizione mediterranea della nostra penisola.
Invece di elfi e nani, avremo Vendramini e Monacielli, invece di druidi e warlock avremo predicatori e fattucchieri.
E’ in questa Italia fantastica e ironica (chiamata Laìtia) che si inserisce la trilogia di librogame di Umberto Pignatelli. Sebbene anche Kata Kumbas utilizzi il regolamento di Savage Worlds, l’autore ha optato una diversa soluzione per i propri librogame, creando insieme a Mauro Longo il cosiddetto Venture System, sistema di gioco senza dadi usato per i successivi librogame di Space Orange 42.
Ne Il Cavaliere della Porta vestiremo i panni di Ugger, abitante della Terra richiamato su Laìtia dopo ben trent’anni per difendere il ducato di Torviero dalle mire del barone Tirelius il Nero.
Se la possibilità di giocare senza dadi rende allettante l’idea di portare il Cavaliere della Porta con sé, purtroppo le dimensioni voluminose del tomo potrebbero rendere la cosa un poco scomoda.

Stregoneria Rusticana!

libri game 2019

Autore: Andrea Tupac Mollica
Editore: Acheron Books
Collana: Zaira

Altro librogame del prolifico autore Andrea Mollica, quest’opera in due volumi, Duellante e Scaramante, riporta sul mercato i cosiddetti librogame di coppia, già noti al pubblico italiano grazie alla serie Faccia a Faccia edita da EL ed ai Fantastica Game della Giunti Marzocco.
La storia si apre con Laurice, giovane appartenente alla setta di stregoni dediti alla magia bianca, gli Scaramanti. La ragazza ha appena ricevuto l’invito del tirannico Despota di Zagara il quale sostiene di aver deciso di abbandonare i propri studi nelle arti oscure per dedicarsi a conoscere la magia bianca. Tuttavia, si tratta di una trappola e la povera Laurice finisce con il perdere la vita: prima di spirare, però, riesce a mettersi in contatto con il fratello Duellante e un compagno Scaramante, i quali giurano vendetta nei confronti dello spietato Despota. I due libri permettono di affrontare la medesima avventura tramite i due diversi personaggi, lo Scaramante e il Duellante, appunto. Se il primo ha a disposizione degli incantesimi, il secondo non è da meno con i suoi colpi di scherma. Ogni volume può essere affrontato in solitario, interpretando il relativo personaggio, oppure in coppia, giocando in modalità cooperativa o sfida… l’importante è assicurarsi che non si finirà a dormire sul divano.

Ultima Forsan – Il Tesoro della Regina

Ultima Forsan il tesoro della regina

Autore: Mauro Longo
Editore: SpaceOrange42
Collana: Ultima Forsan

A prima vista, Il Tesoro della Regina non sembra affatto essere un librogame adatto ad essere giocato fuori dal comfort della propria abitazione. Il suo regolamento, infatti, si riallaccia espressamente a quello del gioco di ruolo Savage Worlds (di cui Ultima Forsan è un’ambientazione), e richiede l’utilizzo di numerosi dadi diversi: oltre al classico dado a 6 facce, sono richiesti dadi a 4, 8, 10 e 12 facce.
L’astuto autore Mauro Longo, tuttavia, ha avuto l’accortezza di inserire diversi regolamenti alternativi e più o meno complessi: uno di questi permette di giocare al librogame evitando completamente l’uso del dado ed è quindi adatto a chiunque.
Il Tesoro della Regina ci vede indossare i panni di Civetta, apprendista Acchiappamorti che si muove nelle campagne emiliane di una Italia infestata dai non morti. Nel passato distopico di Ultima Forsan, infatti, la peste non solo ha decimato la popolazione italica, ma ha fatto sì che i morti ritornassero in vita, o meglio, ad una parodia di essa. Il compito degli Acchiappamorti è dunque quello di tenere a bada i Redivivi, affinché gli esseri umani possano lentamente ricostruire la loro civiltà, così duramente colpita.