Giochi di ruolo

Mystara o Il Mondo Conosciuto (The Know World)

Mystara è una delle ambientazioni più vecchie di Dungeons & Dragons ma negli ultimi anni non è più stata molto utilizzata dagli autori della Wizards of The Coast. Come altre ambientazioni, tipo Greyhawk, ideata da Gary Gygax e Blackmoor ideata da Dave Arneson, Mystara nasce da un gruppo di giocatori di Dungeons & Dragons che avevano bisogno di un mondo dove ambientare le proprie avventure. Come successe per i Forgotten Realms l’ambientazione venne poi acquistata dalla TSR per farla diventare un prodotto commerciale.

Chi ha inventato Mystara?

Mystara

La domanda che viene spontanea è quindi: chi inventò Mystara? Si tratta di Tom Moldway e Lawrence Shick che svilupparono l’ambientazione al tempo del college, “quando avevano molto tempo libero”, a metà anni ’70 . La loro idea era di creare un unico grande continente in cui inserire diverse civiltà del mondo reale, in modo da renderle facilmente riconoscibili ai giocatori.

Stilarono così una lista delle civiltà che volevano inserire nella loro ambientazione:

  • Norrena
  • Mediterranea Antica (Grecia / Roma)
  • Impero Ottomano
  • Tribù Mongole
  • Messico Azteco
  • Cina degli Han
  • Galles Celtico
  • Egitto dei Faraoni
  • Lega Anseatica
  • Francia Carolingia
  • Antica Persia
  • Repubblica Olandese
  • Dinastia Moghul

Ovviamente aggiunsero anche elementi e civiltà tipicamente fantasy derivanti dalle letture dei romanzi dei loro autori preferiti, tra cui: Howard, Lovercraft, Tolkien, Haggard, Harold Lamb, Dunsany, Hodgson, Zelazny, Vance e Clark Anton Smith. Ebbe così origini quello che veniva chiamato Mondo Conosciuto, a sottointendere che c’era ancora molto altro da scoprire! Come era tipico dell’epoca il Mondo Conosciuto crebbe attraverso sessioni di gioco condivise con molti altri giocatori e Master che aggiungevano e creavano a seconda delle loro necessità. Nel 1979 Lawrence Shick fu assunto dalla TSR e nel 1980 convinse Tom Moldway a unirsi a lui. All’epoca, uno dei loro compiti era quello di lavorare a una nuova versione del Set Base di Dungeons & Dragons e contemporaneamente sviluppare il Set Expert, che avrebbe portato i personaggi fuori dai dungeon, a esplorare il mondo circostante. Ci voleva un Mondo, un’ambientazione, da proporre ai giocatori ma invece non c’era nulla di pronto.

Mystara

I due proposero allora ai responsabili della TSR di utilizzare il loro lavoro, il Mondo Conosciuto, ed ebbero il via libera. Così incorporarono una delle loro prime mappe nell’avventura che sarebbe stata inclusa nel Set Expert: L’Isola del Terrore, scritta dallo stesso Tom Moldway assieme a David Zeb Cook.

La fine di Mystara

Mystara

Il Mondo Conosciuto verrà usato come ambientazione per diverse avventure di Dungeons & Dragons, senza però avere mai un vero e proprio volume dedicato che ne definisse bene i confini e le strutture. Tra le altre cose, sia Moldway che Shick abbandonarono presto la TSR e la loro “eredità” venne raccolta da quello che viene considerato il padre putativo dell’ambientazione: Bruce Heard. Sotto la sua supervisione, a partire dal 1987, si svilupperanno i cosiddetti Gazetteer, gli Atlanti che dettagliarono meglio le varie civiltà e territori del Mondo Conosciuto, dando così all’ambientazione la sua forma definitiva.

Mystara

Il nome Mystara arriva più tardi nel 1994, quando la TSR decide di convertire l’ambientazione per Advanced Dungeons & Dragons affidando il lavoro a Jeff Grubb. Gli autori scelsero un nuovo nome in quanto si pensava che Known World avrebbe cozzato con il nome dell’allora ambientazione ufficiale per AD&D: Forgotten Realms. Da notare che anche il nome della città di Specularum fu cambiato in Mirrors in quanto il nome originale era troppo assonante con speculum… andate a cercare su Google se non sapete cosa sia.

Mystara

La trasposizione non ebbe comunque molto successo e la linea fu presto chiusa e, a parte qualche articolo apparso sulla rivista Dragon, Mystara è stata dimenticata dal canone ufficiale. Nonostante questo, l’ambientazione gode invece ancora molta popolarità tra i vecchi giocatori che la sostengono e continuano a proporre nuove revisioni e a dettagliare aree inesplorate del continente, con nuovo materiale e avventure. Se volete darci un’occhiata vi consiglio il sito Vaults of Pandius.

Cercate manuali di Dungeons & Dragons nuovi e da collezione o materiale dedicato al mondo del gioco di ruolo? A questo link potete trovare dalle ultime novità alle chicche introvabili pronte per essere spedite a casa vostra!