Parchi divertimento

Phantasialand: Le novità Rookburgh e FLY viste dal drone

Phantasialand sta costruendo una nuova spettacolare area: Rookburgh, la quale includerà un hotel e la montagna russa da record FLY.

Quattro anni di lavori, per realizzare un progetto senza precedenti. Adesso, grazie a delle fantastiche riprese aeree è possibile ammirare l’area in tutta la sua magnificenza. la panoramica da lontano, mostra chiaramente lo stato dell’arte nella tecnica dell’incastro.

Rookburgh si trova incastrata perfettamente tra uffici e backstage alle spalle della main street a tema Berlino. Avrà due accessi, uno da Berlino e l’altro dall’area Fantasy dedicata ai bambini. Incredibile la vicinanza con la strada pubblica: un paio di metri. Ricordiamo che lo spazio nel quale sorge l’area è stato ricavato al posto di un vecchio simulatore e riducendo parzialmente il backstage. Avvicinandosi, si comprende ancor di più l’eleganza di questa grande opera d’ingegneria.

Circondata interamente da muri alti garantisce un’immersività perfetta. Il roller coaster FLY si mimetizza perfettamente all’interno di Rookburgh. Ogni centimetro è stato diligentemente occupato dal tracciato, che ricordiamolo, sarà il flying coaster più lungo al mondo (record attuale 1124 metri). Soffermandosi a guardare l’immagine con attenzione, è possibile scorgere sempre nuovi dettagli:

  • La presenza di inversioni
  • Gli effetti near miss, ovvero il tracciato estremamente vicino alle scenografie (ovviamente nel rispetto di ogni parametro inerente la sicurezza immaginabile).
  • La scenografia in mezzo al tracciato
  • L’incastro con l’hotel l’hotel Charles Lindbergh
  • Un lancio inclinato

I segreti di FLY

Già visto così senza approfondire oltre è un progetto di livello tale che pochi parchi al mondo possono vantare di possedere, ma c’è molto altro che la foto non mostra, ed è uno dei motivi per il quale i lavori stanno durando così tanto. Non si vedono lift, non si vede un lancio, non si vedono né freni finali, né stazioni d’imbarco e sbarco.

Si trova tutto in sotterranea. Sono presenti due livelli interrati, totalmente nascosti, che renderanno l’esperienza indimenticabile. Impossibili da vedere dall’esterno, ma sotto i binari esterni si nasconde un altro piccolo mini mondo, con tutti gli elementi mancanti sopra citati, oltre ad ulteriori sezioni indoor. Il parco non è nuovo a soluzioni di questo tipo. Già nel lontano 2006 l’inverted coaster Black Mamba fu realizzato in trincea e parzialmente in sotterranea. Stavolta l’idea è stata ripresa e perfezionata fino allo stato dell’arte.

Ultimo dettaglio importante: per FLY una data d’inaugurazione ancora non c’è, ed in considerazione dell’attuale emergenza sanitaria, purtroppo, i tempi potrebbero slittare ancora. Peraltro si nota chiaramente come manchi ancora moltissimo lavoro da fare, in particolare nella parte sinistra.

L’hotel Charles Lindbergh

Spostando l’attenzione sulla parte sinistra dell’area, notiamo un tocco di classe unico al mondo. La presenza di un hotel letteralmente incastrato tra i binari. Questo è costituito da cinque corpi indipendenti. collegati tra loro da ponti sospesi sopra FLY. La maggior parte delle camere, avranno una vista sul roller coaster, che sfreccerà a pochi metri di distanza e sarà ben visibile dalle aree comuni dell’hotel, come una terrazza panoramica già pubblicizzata. Dunque, un’idea originale unita ad un tema creativo. I presupposti per il successo ci sono tutti. Infine, ecco come si presenta l’hotel dall’esterno

il muro sigilla l’area, ed anche l’hotel al contempo è una barriera tra il mondo esterno e quello magico di Phantasialand. Il progetto più importante d’Europa all’interno dei parchi divertimento continua dunque a prendere forma. Posso anticipare che i test di FLY sono in corso, giornalmente da almeno un mese. Ormai il tracciato è pronto e collaudato. Anche da questo punto di vista, tra i più cruciali, questo prototipo è un successo.

Per gli appassionati di stile steampunk consigliamo un interessante portalampada da parete.