Cinema e Serie TV

Trese – Detective delle Tenebre, recensione: tremano gli Inferi

Trese – Detective delle Tenebre è la nuova serie di animazione originale Netflix che vede come protagonista principale Alexandra Trese, una giovane investigatrice dell’occulto che affronta a viso aperto le terrificanti minacce provenienti dagli Inferi, sfruttando al contempo questa sua bizzarra peculiarità per aiutare la polizia locale con le proprie indagini. Se la sua collaborazione con il Capitano Guerrero può ricordare quella fra Batman e il Commissario Gordon, la base del racconto fa venire in mente diverse altre serie basate sulle indagini nel mondo del sovrannaturale ambientate nei giorni moderni come ad esempio HellblazerBuffy L’Ammazzavampiri o SupernaturalSe amate l’occulto, la mitologia e il sangue, Trese – Detective delle Tenebre è di certo una serie di animazione da tenere in considerazione, anche per l’intento apprezzabilissimo di portare a un pubblico molto vasto la storia originale raccontata nella serie di fumetti filippina Trese.

Trese

Trese – Detective delle Tenebre: fra sacro e profano

Senza scendere troppo nei dettagli della trama per evitare spoiler poco graditi, in Trese – Detective delle Tenebre vedrete la nostra eroina e i suoi collaboratori alle prese con le creature più disparate, facenti capo principalmente alla mitologia e al folklore filippini. La serie, come accennato in precedenza, si basa su Trese, un komik (termine filippino che traduce la parola “fumetto”). L’opera, nata nel 2005 e attualmente ancora in corso di pubblicazione, è scritta da Budjette Tan e illustrata da Kajo Baldisimo.

Trese

Trese – Detective delle Tenebre è un ottimo modo per fare la conoscenza di alcune creature davvero insolite che probabilmente non avete mai visto perché appartenenti a una mitologia non molto nota, dalle nostre parti: qui da noi, infatti, la mitologia meglio conosciuta è quella della religione più diffusa, il cristianesimo, di cui ci propone una interessante rilettura Lucifer, altra serie originale Netflix. Ma al di là questo, Trese – Detective delle Tenebre ha diversi altri punti a suo favore.

Dalla premessa della storia sappiamo che esiste un equilibrio fra il mondo degli esseri umani e quello degli Inferi. Tuttavia, qualcosa sta progressivamente cambiando: alcuni individui sembrano infatti divenuti ora insofferenti nei confronti di questo accordo, che ne libertà la libertà d’azione. Le creature degli Inferi sono diverse e vivono in clan distinti che hanno scelto, tempo addietro, di aderire a un accordo che garantisse la pace. Ma ora che tutto sembra andare a rotoli spetta a una sola persona cercare di rimettere ordine nel caos che sta per generarsi: Alexandra Trese.

Trese the Abysswalker

Alexandra era solo una bambina quando ha iniziato ad avere dimestichezza con il mondo dell’occulto, dei morti e degli Inferi. Posta innanzi a una realtà che farebbe raggelare il sangue nelle vene di chiunque, la giovane Trese non è mai indietreggiata, non ha mai voltato le spalle ai propri nemici, non è mai fuggita.

Trese

Fin dalla più tenera età, Alexandra sapeva di essere una prescelta anche solo per il nome che porta sulle spalle: Trese, la famiglia che fa da collegamento fra i mondi. L’esposizione a tanta morte e orrore potrebbe trasformarla da un istante all’altro da guerriera che difende i suoi simili a corrotta portatrice di morte, come avvenne in Dark Souls ad Artorias, il Camminatore dell’Abisso. La vita non è mai stata clemente con la giovane Trese, che però non si è mai data per vinta e ha sempre creduto fermamente in quella che era la sua missione, nonostante il terrore, il senso di perdita e l’orrore che vede ogni giorno. Ma, per fortuna, non è sola nella sua lotta.

Anime oscure

Il racconto di Trese – Detective delle Tenebre inizia in medias res, un modo molto efficace per far capire subito agli spettatori lo scheletro della sua struttura narrativa, mostrandoci immediatamente la giovane investigatrice alle prese con il proprio sporco lavoro. Nonostante le premesse piuttosto semplici e immediate, la storia non è certo priva di colpi di scena, il maggiore dei quali giunge proprio nella sesta e ultima puntata.

Trese

Un pregio di Trese – Detective delle Tenebre è inoltre, dal punto di vista del ritmo narrativo, la sua indiscutibile capacità di essere esaustivo ed appagante, nonostante questa prima stagione sia composta da soli 6 episodi della durata di poco più di 30 minuti l’uno. Non solo: l’arco narrativo inizia e si conclude con la prima stagione, presentando quindi un prodotto finito in cui le vicende mostrate nella prima puntata giungono a una conclusione coerente ed esaustiva nell’ultima.

Per far comprendere al meglio la storia della protagonista Trese – Detective delle Tenebre propone una serie di brevi flashback in diverse puntate, distinguibili dal racconto ambientato nel presente non solo dal fatto che Alexandra e altri personaggi sono più giovani, ma anche grazie alla scelta cromatica del bianco e nero. In questo modo scoprirete i dettagli della storia pregressa di Trese, ma anche dei suoi alleati e nemici, scoprendo così quali siano le reali motivazioni che li spingono ad agire nel modo in cui agiscono.

Lacrime e sangue

Dal punto di vista visivo, fatta eccezione per il bianco e nero dei flashback, la scelta cromatica verte principalmente sulle tonalità calde, che ben si sposano sia con la tematica per così dire “infernale” che con i colori del fuoco e del sangue, caldi per natura e che vedrete piuttosto spesso a schermo.

Trese – Detective delle Tenebre non ha paura di mostrare il lato più oscuro degli esseri umani e degli abitanti degli Inferi, che si ritroveranno a doversi scontrare in diverse occasioni, durante le quali vedrete non solo creature di ogni sorta, ma anche mutilazioni e organi interni riversi al suolo di ogni sorta. La dinamicità delle animazioni e le coreografie dei combattimenti contribuiscono ulteriormente a creare un insieme coerente e affascinante.

Trese

Sia psicologicamente che visivamente la serie è aspra, spietata, brutale. Se amate le storie oscure, il dark fantasy, l’horror e il sovrannaturale non potete perdervi questa prima stagione di Trese – Detective delle Tenebre, serie realizzata dallo studio di animazione con sede a Singapore BASE Entertainment.

Trese – Detective delle Tenebre è una serie animata pregevole sia sotto il punto di vista narrativo che visivo. La narrazione procede spedita e senza tanti fronzoli, proponendoci sempre dialoghi e combattimenti apprezzabili e godibilissimi. Una scoperta decisamente interessante che soddisferà di certo tutti gli amanti del genere facendo loro conoscere un’opera al momento per nulla o quasi conosciuta in Italia.

Tutti e sei gli episodi della prima stagione di Trese – Detective delle Tenebre sono disponibili per la visione in streaming su Netflix. Tramite lo stesso link potrete anche abbonarvi alla piattaforma o, se non lo avete ancora fatto, godervi tutti i suoi contenuti usufruendo del periodo di prova gratuito. Su Amazon potete invece trovare la versione digitale del primo numero del komik Trese, in lingua inglese.