Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
  • 6
  • 0

Dissipatori CPU | I migliori del 2021

Il più economico ad aria

Deepcool Gammaxx 400


Il miglior rapporto qualità/prezzo ad aria

DeepCool Neptwin V2


Il migliore fanless

Noctua NH-P1


Il più economico a liquido

DeepCool Gammaxx L240T


Il migliore a liquido

Asus ROG Ryujin 360


Il più performante ad aria

Noctua NH-D15 Cromax.Black


Il più silenzioso ad aria

Be Quiet! Dark Rock Pro 4


Il miglior rapporto qualità/prezzo a liquido

DeepCool Gammaxx L360 V2


Il miglior RGB ad aria

Cooler Master MasterAir MA620M


Introduzione

Seppur il periodo non è dei più rosei per il mercato dell’hardware, in molti necessitano di configurare un nuovo PC o di aggiornare quello già in possesso. Tuttavia, se da un lato le GPU continuano a mantenere prezzi proibitivi, il settore delle CPU offre soluzioni di altissimo livelli a costi tutto sommato adeguati. Ragione per cui se stai pensando di assemblare o aggiornare il computer, partire proprio dal processore può essere il corretto punto da cui iniziare.

Naturalmente fondamentale in questo caso è la scelta del dissipatore, uno dei componenti spesso trascurati in favore del modello stock. I produttori di CPU, infatti, abbinano solitamente un cooler direttamente all’interno della confezione in modo da offrire una soluzione completa in fase di assemblaggio, dato che si tratta di un accessorio indispensabile. Non c’è dubbio che anche il dissipatore vada scelto in base a specifiche esigenze, e non sempre si rende necessario l’acquisto separato di una soluzione di terze parti per soddisfarle.

Nell’ultimo periodo, in particolare con i Ryzen di AMD, i dissipatori stock hanno offerto sicuramente una soluzione accettabile rispetto al passato. Il Wraith di AMD, infatti, soprattutto nella sua variante Prism inclusa nei processori di fascia alta, rappresenta uno dei sistemi di raffreddamento più apprezzati proprio per la sua capacità di offrire discrete prestazioni senza la necessità di aggiungere un’ulteriore spesa al computo delle parti da acquistare. Tuttavia optare per una soluzione di terze parti, più performante ed efficiente, rimane la scelta più saggia per il nostro PC.

In questa guida ci occuperemo quindi di analizzare quali sono le migliori soluzioni per raffreddare la CPU, in base sia alle esigenze che al budget, cercando di approfondire le differenze tra le varie proposte del mercato ed i motivi per cui può rendersi necessario l’acquisto di un dissipatore custom in sostituzione a quello eventualmente offerto in confezione.

Panoramica sui dissipatori CPU

Negli ultimi anni i sistemi di raffreddamento per le CPU hanno aumentato a dismisura la scelta, portando sul mercato soluzioni sempre più efficienti, e riuscendo a coprire qualsiasi esigenza di dissipazione. Che si voglia un PC silenzioso, estremamente performante, o semplicemente ben raffreddato, il settore dei dissipatori ha una soluzione adatta veramente a chiunque. In questa parte quindi andremo ad analizzare le 3 categorie principali di dissipatori: ad aria, a liquido AIO, e a liquido custom.

Dissipatori ad aria

Si tratta dei sistemi più utilizzati, più semplici ed affidabili. Nella maggior parte dei casi un sistema di dissipazione ad aria viene fornito direttamente in confezione insieme al processore, in altri invece bisognerà affidarsi a soluzioni di terze parti tendenzialmente migliori rispetto a quelli stock offerti dai produttori di CPU. In questa categoria potremo trovare una soluzione per ogni budget, da prodotti estremamente economici, a top di gamma in grado di offrire buoni margini di overclock.

Il principale vantaggio di un dissipatore ad aria è la sua semplicità, in quanto si tratta sostanzialmente di un heatspreader a cui verranno agganciate una o più ventole. Non necessita di particolari accorgimenti, e la manutenzione si limita ad una semplice pulizia dalla polvere. Sono inoltre più economici e sicuri, tuttavia soffrono chiaramente dei limiti dovuti alla loro natura.

Dissipatori a liquido AIO

Si tratta di soluzioni decisamente più costose e più complesse, in grado di superare le diverse centinaia di euro. I vantaggi di queste soluzioni sono molteplici, a partire ovviamente dalle capacità di dissipazione: sfruttando il liquido che attraversa il circuito chiuso (questi infatti vengono anche definiti closed loop), questi sistemi riescono a dissipare in maniera migliore e maggiore il calore prodotto dalla CPU. Il funzionamento dei sistemi AIO è piuttosto semplice: il liquido refrigerante contenuto all’interno, grazie ad una pompa posta sopra il plate della CPU, o fissata al radiatore, viene spinto attraverso l’intero circuito. Il liquido passerà prima per il plate della CPU raccogliendo il calore generato, dopodiché attraverserà il radiatore che disperderà il calore; il liquido così raffreddato verrà spinto di nuovo verso il plate per ricominciare il giro (loop).

È naturale che il raffreddamento avviene in maniera nettamente più veloce e più efficiente rispetto ad un dissipatore ad aria, ragione per la quale sono in grado di raggiungere margini di overclock nettamente più elevati, talvolta vicini a quelli offerti da un custom loop (di cui parleremo più avanti). Si tratta quindi di soluzioni dedicate più che altro a quegli utenti che intendono spingere al massimo il proprio hardware, ma contenendo la spesa e la fatica per raggiungere lo scopo. A questo vanno aggiunti una serie di vantaggi che dipendono però dal tipo di prodotto scelto. Oltre alla notevole riduzione di spazio impegnato, che si lega però alla soggettività del gusto estetico, alcuni di questi sistemi offrono una varietà di funzionalità aggiuntive, dal controllo dell’illuminazione (presente anche su alcuni modelli ad aria), fino al monitoring dell’hardware con modelli dotati di display sulla parte frontale.

Non è tutto oro quello che luccica però. Nonostante i produttori siano riusciti a rendere il raffreddamento a liquido alla portata di tutti, i dissipatori a liquido AIO richiedono qualche conoscenza in più oltre ad alcuni accorgimenti. Il radiatore va fissato in modo corretto, e bisogna fare una discreta attenzione durante il montaggio in quanto il danneggiamento di una delle sue parti potrebbe provocare danni irreversibili in caso di perdite. Inoltre a differenza dei dissipatori ad aria, quelli AIO tendono ad avere una scadenza, in quanto non è possibile fare una accurata manutenzione, come ad esempio il cambio del liquido, che tende inevitabilmente a stagnare e deteriorarsi, perdendo così nel tempo efficienza fino a non svolgere più in maniera adeguata il proprio compito. In ultimo, come accennato all’inizio, hanno un costo di partenza decisamente più elevato rispetto alla controparte ad aria.

Sistemi di raffreddamento a liquido custom

I cosiddetti custom loop, cioè i sistemi di raffreddamento a liquido personalizzati, rappresentano indubbiamente la soluzione migliore per raffreddare la propria CPU (e molti altri componenti), ma anche la più costosa. Si può optare infatti per gli starter kit, cioè confezioni in cui ci viene dato tutto l’essenziale per iniziare a costruire il nostro sistema con un budget di circa 300 euro, fino a sistemi a doppio o triplo loop in grado di superare le migliaia di euro.

Si tratta di una soluzione indirizzata agli appassionati più esigenti, a quelli che intendono spingere il proprio hardware al limite senza badare ai costi, e in effetti i custom loop sono la giusta strada per raggiungere un simile obbiettivo, essendo gli unici sistemi ad offrire performance tanto estreme. Il principale vantaggio dei custom loop infatti sono le prestazioni, imparagonabili rispetto a qualsiasi altro sistema, in grado di far felici in particolare gli amanti dei numeri, come i benchmarker e gli overclocker.

Se da un lato però le prestazioni rappresentano un aspetto imbattibile dei custom loop, questi sistemi richiedono un impegno altrettanto elevato per essere applicati e gestiti correttamente. Innanzitutto bisogna avere le giuste conoscenze e competenze per assemblare in sicurezza il loop. Il rischio di perdite in questo caso è piuttosto elevato, in quanto sarà cura dell’utente scegliere i corretti abbinamenti tra tubi e raccordi, e verificare che il tutto funzioni correttamente. Inoltre andranno scelti con cura pompa, radiatore e waterblock a seconda del risultato e dell’utilizzo che si intende farne.

In definitiva i custom loop verranno esclusi da questa guida, in quanto la loro complessità e vastità richiedono un discorso a parte.

Come scegliere il migliore dissipatore per la CPU

Presa conoscenza del quadro generale di tutte le soluzioni che il mercato del raffreddamento ci propone, non rimane che capire quale sia il prodotto che meglio si adatta alle nostre esigenze. Va premesso che naturalmente non esiste il prodotto migliore in senso assoluto, non c’è un dissipatore in grado di superare qualsiasi altro sotto ogni punto di vista. È indispensabile quindi analizzare alcuni aspetti per cercare un dissipatore in grado di offrire la migliore combinazione per ognuno.

Bisogna partire prima di tutto dall’utilizzo che intendiamo fare del nostro PC. Se si tratta di un PC che verrà utilizzato per funzioni di ufficio, come la gestione di documenti, navigazione internet, e di tanto in tanto un po’ di intrattenimento come la visione di film e serie TV, allora il dissipatore che solitamente viene fornito in confezione insieme alla CPU è più che sufficiente, e non sarà indispensabile (seppur comunque consigliato) acquistare un prodotto separatamente.

Nel momento in cui però decidiamo di utilizzare il nostro PC per funzioni più impegnative, come il gaming, l’editing foto o video, elaborazione di progetti tridimensionali, rendering o in generale qualsiasi operazione che richiede una grossa quantità di risorse, allora è indispensabile acquistare un dissipatore di terze parti per ottenere una buona dispersione del calore e lasciare che i componenti mantengano nel tempo la piena efficienza.

Se la nostra intenzione è semplicemente sfruttare al massimo l’hardware, senza addentrarci nel mondo dell’overclock, lasciando che tutti i parametri relativi all’hardware rimangano invariati rispetto a quanto imposto dal produttore, un buon dissipatore ad aria è la giusta soluzione per avere un raffreddamento efficiente che riduca il fenomeno del throttling termico, ed allo stesso tempo semplice, facile da montare e da gestire. Si tratta inoltre di prodotti economici che ci permettono di godere di tutta la potenza a nostra disposizione con una spesa contenuta, dato che in questi casi talvolta anche i dissipatori ad aria più costosi possono risultare “sovradimensionati”. In conclusione una scelta ideale sia per chi è alle prime armi, sia per quelli che vogliono una buona resa, senza sborsare un patrimonio.

Se infine volete addentrarvi nel mondo dell’overclock, alzando l’asticella delle prestazioni oltre a ciò che viene imposto dai produttori, allora inutile dire che un dissipatore di buona qualità è indispensabile. Anche in questo caso potremo decidere se optare per un modello ad aria, o in alternativa un modello a liquido AIO. Viene da se che difficilmente un prodotto economico riuscirà a soddisfare la vostra fame di prestazioni, di conseguenza sarete costretti ad optare per modelli di fascia più elevata, soprattutto nel caso dei dissipatori ad aria dove un top di gamma molto probabilmente rappresenterà un punto di partenza piuttosto che uno di arrivo. Il medesimo discorso si può estendere ai modelli a liquido all-in-one (AIO) i quali, tendenzialmente, offrono prestazioni maggiori di un normale dissipatore ad aria, ovviamente però ad un prezzo decisamente più elevato e con una vita utile più breve a causa dell’impossibilità di manutenzione delle parti interne che compongono il loop.

I migliori dissipatori attualmente sul mercato

Di seguito vi proponiamo alcuni dei migliori dissipatori attualmente disponibili sul mercato, cercando di andare a coprire un po’ tutte le esigenze di utilizzo, dai più economici, agli high-end per chi proprio delle prestazioni non ne ha mai abbastanza.

Compatibilità socket Intel
20xx/ 1366/ 115x/ 775
Compatibilità socket AMD
FM1/ FM2/FM2+ /AM2/AM2+/ AM3/AM3+ /AM4
Tipologia
Aria
Il più economico ad aria

Numero ventole
1x120

Dissipatore ad aria piuttosto basilare, con un heatsink dalle dimensioni contenute e 4 heatpipe. Troviamo una singola ventola da 120mm PWM, in grado di fornire un sufficiente raffreddamento. Si tratta di uno dei prodotti più economici sul mercato, senza grosse pretese e sicuramente inadatto all’overclock. Un’ottima scelta per chi vuole un prodotto minimale, ma funzionale e soprattutto spendendo il minimo indispensabile. Utile per chi magari è alla ricerca di un sostituto del dissipatore stock fornito in confezione, in particolare rispetto alla proposta che include Intel, e può essere una buona alternativa anche nel caso in cui si voglia recuperare un PC oramai obsoleto come “muletto” magari per l’intrattenimento in salotto.

Compatibilità socket Intel
20xx/ 1366/ 115x/ 775
Compatibilità socket AMD
FM1/ FM2/FM2+/ AM2/AM2+/ AM3/AM3+/ AM4
Tipologia
Aria
Il miglior rapporto qualità/prezzo ad aria

Numero ventole
2x120

Si tratta sostanzialmente della versione premium del Gammaxx 400. Troviamo infatti due heatsink delle medesime dimensioni, accompagnati da 2 ventole PWM da 120mm. In questo caso però sono ben 6 le heatpipe, che permettono di trasferire con maggiore efficienza il calore al corpo lamellare. Con un prodotto simile si potrebbe anche ottenere qualche leggero margine di overclock, tuttavia tendiamo ugualmente a sconsigliarlo in quanto si raggiungerebbero temperature simili a quanto farebbe il processore con dissipatore incluso. In quel caso il fenomeno del throttling termico sarebbe più frequente, e la spesa aggiuntiva del dissipatore perderebbe di senso. Rappresenta infine una delle poche soluzione che offre una variante completamente bianca sia per le ventole che per l’heatsink.

Compatibilità socket Intel
1150/1151/1155/1156/2011/2011-3/2066
Compatibilità socket AMD
FM1/FM2/FM2+/AM2/AM2+/AM3/AM3+/AM4
Tipologia
Aria
Il migliore fanless

Numero ventole
Nessuna

Primo dissipatore completamente passivo della società austriaca. Non si tratta di un dissipatore che fa delle prestazioni il suo punto di forza, quanto naturalmente della silenziosità. Inutile dire che si tratta di una soluzione indirizzata a CPU a moderato carico termico, ragione per cui si avete in mente di realizzare un build ad alte prestazioni, meglio rivolgere l’attenzione verso altri prodotti. Tuttavia, se si vuole assemblare un PC dalle buone capacità, magari a scarso ingombro, e con un hardware  in grado di coniugare prestazioni di livello, ma con un ridotto consumo energetico, l’NH-P1 è la soluzione perfetta per rendere la configurazione completamente silenziosa. Nulla vieta comunque di poter aggiungere una ventola da 120mm, magari nei mesi estivi, per dare una spinta in più al raffreddamento nella stagione più calda. Rimane in ogni caso un prodotto indirizzato a chi desidera la silenziosità ancor prima delle prestazioni elevate. Uno strumento perfetto quindi soprattutto per le nuove APU AMD, che consentono di avere un computer estremamente versatile per ogni utilizzo, e completamente silenzioso. Il prezzo, considerando l’unicità del dissipatore, è da considerarsi adeguato al tipo di prodotto.

Compatibilità socket Intel
1200/ 1150/ 1151/ 1155/ 1156/ 1366/ 2011/ 2011-3/ 2066
Compatibilità socket AMD
FM1/ FM2/FM2+ /AM2/AM2+/ AM3/AM3+/ AM4
Tipologia
Liquido
Dimensioni radiatore
240mm
Velocità pompa
2400rpm
Il più economico a liquido

Numero ventole
2x120mm

Si tratta di un dissipatore a liquido AIO entry level, dal prezzo estremamente competitivo. Ritroviamo un radiatore da 240mm, decisamente raro in questa fascia di prezzo, accompagnato da 2 ventole PWM da 120mm con illuminazione rossa. Anche il coperchio rotondo del blocco è illuminato di rosso con il logo in bella vista. Non si tratta chiaramente di uno dei migliori modelli in circolazione, tuttavia può essere un primo passo per capire se i dissipatori AIO sono ciò che fa per noi prima di puntare a modelli di fascia medio-alta o top di gamma. La tecnologia Anti-Leak di Deep Cool, insieme ai 3 anni di garanzia, garantisce la sicurezza durante l’utilizzo e senza dubbio, nonostante il prezzo irrisorio, rappresenta un interessante termine di paragone rispetto ai modelli ad aria di pari fascia.

Compatibilità socket Intel
1200/ 1150/ 1151/ 1155/ 1156/ 1366/ 2011/ 2011-3/ 2066
Compatibilità socket AMD
FM1/ FM2/FM2+/ AM2/AM2+/ AM3/AM3+/ AM4
Tipologia
Liquido
Dimensioni radiatore
360mm
Velocità pompa
4800rpm
Il migliore a liquido

Numero ventole
3x120mm

Il non plus ultra dei dissipatori a liquido AIO, ed i motivi sono davvero tanti. Un grosso radiatore da 360mm si forgia di 3 ventole Noctua iPPC 2000 industriali da 120mm. Il blocco sfoggia un display OLED che mostra le informazioni sul sistema. I tubi sono rivestiti con una guaina in nylon che garantisce durata e sicurezza sia durante il montaggio che nell’utilizzo. Il tutto condito naturalmente da un’illuminazione RGB gestibile direttamente da Aura Sync di Asus. Da non trascurare poi è una piccola ventola da 60mm in grado di raffreddare persino i VRM del processore. Insomma una scelta di fascia alta per chi vuole il massimo sotto ogni punto di vista, partendo dalle prestazioni fino all’aspetto estetico. Naturalmente il prezzo è commisurato alle caratteristiche, risultando una delle soluzioni più esose, ma sicuramente motivato da una scheda tecnica al top assoluto.

Compatibilità socket Intel
1200/ 1150/ 1151/ 1155/ 1156/ 1366/ 2011/ 2011-3/ 2066
Compatibilità socket AMD
FM1/ FM2/FM2+ /AM2/AM2+ /AM3/AM3+ /AM4
Tipologia
Aria
Il più performante ad aria

Numero ventole
2x140

L’NH-D15 rappresenta il re indiscusso dei dissipatori ad aria. In questo caso in una variante completamente nera, che meglio si adatta all’estetica dei PC da gaming. Due enormi torri ad alta densità di lamelle, caratterizzano uno dei dissipatori più ingombranti presenti sul mercato. Ben 7 heatpipe per la dissipazione del calore, aiutate da due enormi ventole NF-A15 da ben 140mm. Impegna davvero tanto spazio, ed il design è piuttosto minimale e tradizionale, ma sul piano dell’efficienza non ha rivali. Si tratta di uno dei migliori dissipatori ad aria adatto anche agli overclocker, grazie a margini talvolta irraggiungibili per la maggior parte della concorrenza. Se le prestazioni sono la vostra unica prerogativa, il Noctua NH-D15 è la scelta giusta. Per coloro che amano il design che contraddistingue Noctua, non manca una versione tradizionale con la classica colorazione vintage.

Compatibilità socket Intel
1200/ 1150/ 1151/ 1155/ 1156/ 1366/ 2011/ 2011-3/ 2066
Compatibilità socket AMD
FM1/ FM2/FM2+/ AM2/AM2+/ AM3/AM3+/ AM4
Tipologia
Aria
Il più silenzioso ad aria

Numero ventole
2x135

Dissipatore di fascia alta, che rappresenta una delle migliori scelte disponibili attualmente sul mercato. Ben 7 heatpipe accompagnano una doppia torre lamellare in grado di dissipare il calore generato da 250W di potenza. Ad agevolare il tutto ci pensano due enormi ventole PWM da 135mm. Dal punto di vista del raffreddamento è tra i migliori, ma non il migliore in assoluto. Se però da un lato si paga qualche grado in più rispetto ai concorrenti, in compenso si ottiene una silenziosità impareggiabile. Il Dark Rock Pro 4 è in assoluto il dissipatore di fascia alta più silenzioso disponibile, ragione per cui chi ancor più dell’efficacia vuole la silenziosità, la proposta di Be Quiet! è l’unica strada percorribile. Ciò non toglie comunque che si tratta di uno dei migliori cooler ad aria disponibili, il che concede in ogni caso buoni margini di overclock, chiaramente per quanto possibile in questa categoria.

Compatibilità socket Intel
1200/ 1150/ 1151/ 1155/ 1156/ 1366/ 2011/ 2011-3/ 2066
Compatibilità socket AMD
FM1/ FM2/FM2+ /AM2/AM2+ /AM3/AM3+/ AM4
Tipologia
Liquido
Dimensioni radiatore
360mm
Velocità pompa
2550rpm
Il miglior rapporto qualità/prezzo a liquido

Numero ventole
3x120mm

Il DeepCool Gammaxx L360 V2 rappresenta la migliore soluzione a liquido AIO per rapporto qualità/prezzo. A meno di 100 euro otteniamo un grosso radiatore da 360mm, accompagnato da 3 ventole PWM da 120mm RGB. Così come illuminato con LED RGB è anche il waterblock, il tutto collegabile direttamente sulla scheda madre, in modo da gestire attraverso il software dei produttori di motherboard l’illuminazione. Rapportate al prezzo, le prestazioni sono eccellenti così come l’impatto visivo appagante. Se si vuole un buon prodotto, contenendo il più possibile la spesa, l’L360 V2 è senza dubbio una scelta ideale.

Compatibilità socket Intel
1200/ 1150/ 1151/ 1155/ 1156/ 1366/ 2011/ 2011-3/ 2066
Compatibilità socket AMD
FM1/ FM2/FM2+/ AM2/AM2+/ AM3/AM3+/ AM4
Tipologia
Aria
Il miglior RGB ad aria

Numero ventole
1x120

C’è chi proprio ai LED RGB non riesce a rinunciare, ragione per cui Cooler Master propone una soluzione colorata anche per il dissipatore. Il MasterAir MA620M rappresenta un modello di fascia alta che cerca di equilibrare efficienza, silenziosità ed estetica. Presenta un design a doppia torre ottagonale, unico nel suo genere, a singola ventola che si pone ad incastro tra i due corpi lamellari. Plate in rame e 6 heatpipe fanno si che il dissipatore riesca ad offrire ottime prestazioni anche con le CPU più “scottanti”. Quest’ultima verrà poi coperta con il Cooler Master Hexagon RGB, un piccolo coperchio che integra l’illuminazione, punto di forza di questo dissipatore che offre LED ARGB. Questa è controllabile sia attraverso il software Cooler Master, che quello dei maggiori produttori di schede madre. Una soluzione buona, ma il cui costo è naturalmente dettato in parte dall’estetica accattivante.