Computer Portatili

Usabilità

Pagina 2: Usabilità

Design e qualità costruttiva

Negli ultimi anni i produttori di notebook hanno investito tempo e denaro per cercare di trovare la formula vincente per le soluzioni 2-in-1. La maggior parte delle aziende ha optato per soluzioni ruotabili a 360 gradi o con la tastiera rimovibile; per l'R13 Acer ha scelto di tentare con una terza opzione.

Acer Aspire R 13

Questo prodotto infatti ha una cornice dello schermo fissa, all'interno della quale il display può essere fatto ruotare su sé stesso per trasformarsi in tablet.  Una soluzione già vista con l'XPS 12 di Dell, ma con qualche modifica. Grazie alla tecnologia Ezel Aero Hinge infatti si può scegliere tra sei diverse modalità d'uso (Notebook, Ezel, Stand, Tablet, Tenda e Display), perché lo schermo ruotabile può essere bloccato in posizioni intermedie che gli permettono di assumere – fra le altre – le classiche forme tipiche delle soluzioni ruotabili.

Acer Aspire R 13

La progettazione tuttavia ha richiesto qualche compromesso. Innanzi tutto la cornice fissa è spessa nella parte inferiore, e osservando il portatile rispetto alle soluzioni più moderne, con cornici sempre più sottili se non inesistenti come nel caso dell'XPS 13, vedere un generoso bordo nero che circonda lo schermo dell'R13 lo fa apparire datato.

L'altro problema è che, a differenza di altre soluzioni 2-in-1, non c'è il pulsante Windows sulla parte anteriore dello schermo quindi in modalità tablet bisogna farne a meno per passare dalla modalità desktop a quella Modern UI e vice versa. Per ovviare bisogna visualizzare la Charm Bar con l'apposito gesto, selezionare Start, quindi dalla schermata selezionare l'icona desktop: possibile ma scomodo, perché si richiedono tre selezioni invece che una.

Acer Aspire R 13

Inoltre, la parte di cornice fissa arriva solo a metà dei lati corti, quindi l'R13 quando ha il coperchio abbassato e quando è in modalità tablet appare come un susseguirsi di angoli retti e bordi rialzati, che gli conferiscono un aspetto un po' incompiuto. 

Detto questo l'idea non è male e il passaggio dalla modalità notebook a quella tablet è fluido e funzionale. Ci voleva solo un po' di lavoro di affinamento per creare un'estetica più moderna e coesa.

Le dimensioni sono di 34,4 x 23 x 1,8 centimetri e il peso è di 1,5 chilogrammi: valori che si posizionano a metà fra il Lenovo Yoga 3 Pro che costa un po' di più (33 x 22,8 x 1,2 centimetri, per 1,1 chili di peso) e il Toshiba Satellite Click 2 Pro con tastiera rimovibile, decisamente più abbondante e pesante (333 x 24.9 x 1,98 centimetri per 1,99 chilogrammi).

Tastiera e touchpad

La tastiera dell'Aspire R13 è un po' diversa da quella tipica dei notebook: il tasto Esc è metà della dimensione normale, quello Caps Lock è stato ridotto di due terzi per ospitare il tasto tilde che riempie lo spazio rimanente. Ovviamente la tastiera italiana ha un layout differente che risponde ai nostri standard.

Acer Aspire R 13

Quello che resta uguale fra noi e i cugini americani è il layout a isola che sarebbe ottimo per assicurare una digitazione spedita, se non fosse che i tasti hanno una corsa troppo breve (1,1 millimetri contro una media standard di 1,5-1,6 mm) che rende la digitazione poco confortevole.

Acer Aspire R 13

Il touchpad ha un'area sensibile di 10,4 x 5,8 centimetri che è abbastanza ampia per tracciare le gesture multitouch con più dita senza problemi. Nel complesso durante l'uso si è dimostrato veloce e reattivo.

Connettività

Acer Aspire R 13Acer Aspire R 13Acer Aspire R 13Acer Aspire R 13

L'Aspire R13 è dotato di una webcam a 720p che svolge un lavoro onesto sia nella cattura d'immagini sia nelle riprese video. Quanto ai connettori, che sono tutti disposti sulla base, rispondono all'appello due porte USB 3.0, una porta USB 2.0 e l'uscita video HDMI. Non mancano poi un lettore di schede SD e una presa jack da 3,5 millimetri combinata per cuffie e microfono.

Display

L'Aspire R 13 in prova aveva in dotazione uno schermo WQHD da 2560 x 1440 pixel rivestito in Gorilla Glass 3. Nel complesso la visualizzazione è di buona qualità, ma nel confronto con i concorrenti diretti emerge che non è il migliore sulla piazza. La luminosità è pari a 238 candele, un valore inferiore a quello dello Yoga 3 Pro (318 candele) e del Toshiba Click 2 Pro (255 candele). La gamma colore tuttavia è eccezionale: copre il 109,6 percento dello spettro sRGB, superando sia lo Yoga 3 Pro (99 percento), sia il Click 2 Pro (98 percento), sia la media degli ultraportatili che è pari al 77 percento. 

Acer Aspire R 13

In compenso l'accuratezza del colore non è eccelsa perché il Delta-E è pari a 13 (l'ottimo è zero), contro 1,7 del Click 2 Pro e 4,9 dello Yoga 3 Pro. Il touchscreeen è reattivo e confortevole da usare e allo stesso modo è da premiare la penna attiva che in Italia è in bundle. Permette di scrivere e disegnare direttamente sullo schermo.

Acer Aspire R 13È già preinstallato il software Hover Access che serve per programmare i due tasti della stilo in modo da aprire una selezione limitata di applicazioni (Fresh Paint, OneNote, Sticky Notes e Windows Journal), o per usare la penna anche per cancellare tenendo premuto il pulsante superiore. Questo accessorio è molto buono perché supporta 255 livelli di sensibilità alla pressione, anche se durante la prova d'uso non abbiamo percepito tanta varietà: cercando di disegnare in Fresh Paint è stato faticoso trovare la via di mezzo tra una linea sottile e una molto marcata. Inoltre l'apertura di un'applicazione con i pulsanti della stilo non sempre è stata automatica.

Acer Aspire R 13

In compenso ha funzionato ottimamente il sistema che previene le selezioni indesiderate quando si appoggia il palmo della mano sullo schermo mentre si scrive, e anche usando applicazioni non ufficialmente approvate da Acer lo stilo è stato un ottimo sostituto delle dita per selezionare e trascinare oggetti.