Computer Portatili

Acer: il nostro futuro tra gaming, indossabili e Windows 10

I colleghi statunitensi di Tom's Guide hanno intervistato l'amministratore delegato di Acer, Jason Chen, incalzandolo su diverse tematiche, dalle vendite di notebook (Chromebook compresi) ai piani per il futuro, passando per Windows 10 e arrivando ai PC gaming che Chen ha definito come il prossimo grande focus dell'azienda. Di seguito vi proponiamo una traduzione dell'intervista.

TG: nei nove mesi da quando sei diventato CEO Acer si è ripresa. A cosa attribuisci questa inversione di tendenza?

Chen: penso che sia ancora presto per dire che abbiamo svolto il nostro compito e parlare di successo, ma siamo sulla strada giusta. Cosa stiamo facendo? La chiamerei una duplice strategia. Dal lato hardware abbiamo dovuto espandere quanto offerto sinora (i PC) per arrivare a computer, tablet, smartphone e persino indossabili e proiettori. Chiamo tutto questo "da 1 a 100 pollici".

Non si tratta però solo di una differenti collezioni di dispositivi hardware. Vogliamo connetterli tra loro usando ciò che chiamiamo Build Your Own Cloud, che li metterà in comunicazione nel mondo più diretto e trasparente possibile. Avranno accesso a file, musica, foto e video tra differenti dispositivi.

TG: in che altro modo state differenziando il marchio?

Chen: con Acer Extend sarete in grado di operare sul vostro telefono dal computer. Quando avvicinate il telefono al vostro PC su di esso apparirà il telefono. Perciò sarete in grado di recuperare, per esempio, una foto sul telefono semplicemente trascinandola.

Al contrario, quando avete bisogno di portare un file dal PC sul vostro telefono sarete in grado di usare il riconoscimento vocale sul telefono e dire "voglio trovare questo e quel file o PowerPoint su quel particolare computer", e sarete in grado di recuperarlo sul telefono. Sia da breve distanza che da remoto saremo in grado di fornire alle persone un'esperienza senza intoppi.

TG: secondo IDC Acer oggi è il quarto venditore di notebook. Quali sono le aree in cui siete particolarmente forti?

Chen: osserviamo tre aree che stanno crescendo e che stiamo analizzando. La prima riguarda i Chromebook. La seconda sono i prodotti 2-in-1 e la terza è il mercato gaming. In questo momento i nostri Chromebook sono ben posizionati. I prodotti 2-in-1 stanno crescendo e pensiamo di essere sulla strada giusta in alcune aree del mondo. Nel gaming siamo solo all'inizio e pensiamo sarà il nostro prossimo grande passo.

TG: perché state entrando nell'arena del gaming?

Chen: il prodotto che abbiamo presentato, il V Nitro, è per il mercato del casual gaming e crediamo sia un'importante novità. Penso rappresenti entusiamo, passione e anche una buona rappresentazione del marchio Acer.

TG: state pensando al mercando dell'hardcore gaming?

Chen: quando saremo pronti ne parleremo, stiamo facendo un passo alla volta.

TG: pensate di usare i portatili da gioco come un modo per introdurre design e caratteristiche nuove per poi portarle su altri prodotti?

Chen: mettiamola in questo modo: quando ho parlato con il presidente della linea prodotti per l'area gaming gli ho detto che avevamo bisogno di un team differente. Non possiamo pensare che un notebook con schede grafiche di fascia alta equivalga a una gaming machine. Non lo è. Nascono da differenti prospettive. Le persone che usano computer gaming sono un gruppo differente. Pensano in modo differente, hanno prospettive e necessità diverse. Non possiamo desumere che una configurazione di fascia alta sia differente e perciò dobbiamo differenziare design e considerazioni – cose di cui non ci si deve preoccupare con i notebook destinati alla produttività.

TG: gli ibridi 2-in-1 non sono stati un successo. Cambierà lo scenario con Windows 10?

Chen: è davvero una buona domanda. Vediamo Windows 10 come una nuova opportunità. Fornisce una piattaforma unificata per applicazioni che funzioneranno su più piattaforme. È una soluzione incredibile, specialmente per gli sviluppatori.

Sarete in grado di cambiare l'interfaccia passando dalla modalità produttività a quella tablet. Penso sia una caratteristica interessante e importante. Dovreste poter ottimizzare l'uso per un 2-in-1.

TG: pensi che Microsoft avrebbe dovuto ripristinare prima il Menu Start?

Chen: il momento in cui si arriva sul mercato è sempre importante. Creare entusiasmo e un nuovo modello d'uso è importante. Infatti, molte persone mi hanno chiesto in che modo vedo il mercato PC e se crescerà o no. Rispondo ripetutamente a queste persone che la domanda deriva dalla provocazione di un nuovo modello d'uso. Quando c'è un nuovo modello d'uso, si crea entusiasmo e nuova domanda. Non vediamo l'ora di vedere le novità che arriveranno.

TG: i portatili sono sempre più sottili, i telefoni sempre più grossi. In questo contesto dove si collocano i tablet?

Chen: in un mercato maturo le persone possono permettersi più dispositivi, ma in molti mercati emergenti, quando hanno un budget per un solo dispositivo, cosa acquistano? Decideranno in base a quello che può fare la maggior parte del lavoro. Riteniamo i phablet un'area molto interessante perché sarete in grado di usarli come telefono, lavorarci come un tablet e se la gente necessita di fare un certo lavoro la produttività, si potrebbe fare anche quello.

TG: dove pensi stia andando il mercato degli indossabili?

Chen: è un mercato in rapida crescita e non è ancora ben definito. Di cosa hanno bisogno le persone? Alcuni dicono che tutto ruota attorno alla salute; altri al lifestyle; altre lo usano per tracciare il loro sonno.

Dopo aver collezionato tutti questi dati, che cosa farne? Crediamo che sarà necessaria un'infrastruttura cloud come backend non solo per ricevere i dati ma anche per analizzarli. Questo non solo per i singoli individui ma anche per le comunità, in modo che i dati acquisiscano un senso oltre ai passi che fate ogni giorno.

In futuro gli indossabili saranno una categoria molto più definita. Per esempio l'orologio è davvero importante o lo è la comunicazione con il vostro telefono è? E che dire dei messaggi? Non crediamo che nel tempo ci saranno 25 diverse funzioni in un singolo dispositivo perché le persone non le useranno. Saranno primarie alcune determinate caratteristiche e altre saranno scaricabili sotto forma di applicazione. Al momento stiamo ricevendo un buon feedback dal nostro prodotto di prima generazione (il Liquid Leap) e siamo già in vista della seconda generazione.

TG: quale pensi sia un'area in cui Acer deve migliorare?

Chen: ci sono molte cose che dobbiamo continuare a migliorare. Se devo scegliere una cosa, mi assicurerò in prima persona che continueremo a focalizzarci sull'integrità dell'azienda e a migliorare la fiducia – in modo coerente e con insistenza – in modo che, nel corso del tempo, questa sia un'azienda di cui le persone abbiano fiducia e rispetto.

TG: ci sono design di cui sei particolarmente entusiasta?

Chen: abbiamo vinto da poco un riconoscimento all'IFA di Berlino per il nostro convertibile R13. Sono entusiasta, è un prodotto meraviglioso. Una cosa che chiedo al mio team è di osservarlo, non come singolo prodotto ma come una famiglia di prodotti, in modo che saremo in grado di mantenere alcuni elementi molto importanti ma creare una linea di proposte minore, in modo che le persone abbiano tali caratteristiche ma a un prezzo inferiore. Per ottenere una famiglia da un singolo prodotto ciò sarà qualcosa che dovremmo essere in grado di fare in modo diverso.